Ambito dei contenuti

Monitoraggio climatico

Dall’inizio delle misurazioni in Svizzera è stato osservato un aumento significativo della temperatura. Il monitoraggio climatico mostra la deviazione della temperatura, delle precipitazioni e del soleggiamento dai valori medi del periodo 1991-2020.

Piè di pagina

Navigazione top bar

Autorità federali svizzereAutorità federali svizzere

MeteoSvizzera osserva in modo sistematico il clima della Svizzera dal 1864 e mediante le grandezze temperatura, precipitazioni e soleggiamento confronta il tempo in atto con l’evoluzione a lungo termine. Il monitoraggio climatico consente di visualizzare le deviazioni di queste tre grandezze dai valori medi del periodo 1991-2020.

MeteoSvizzera mette a disposizione queste informazioni in diversi formati: sotto forma di carta della Svizzera in cui sono indicate le attuali deviazioni mensili, tramite serie temporali delle deviazioni mensili degli ultimi due anni per le diverse regioni di previsione, nonché come previsione locale per tutte le località e i numeri postali di avviamento della Svizzera.

Nelle carte della Svizzera sono rappresentate le deviazioni mensili della temperatura, delle precipitazioni e del soleggiamento. Vengono visualizzati i valori dell’ultimo mese.

Nel grafico è rappresentato l’andamento della temperatura, delle precipitazioni e del soleggiamento nel corso degli ultimi 24 mesi. Le informazioni possono essere visualizzate per diverse regioni di previsione. Inoltre la previsione locale consente di consultare i valori per ogni località svizzera.

La situazione climatica in atto è confrontata con i cosiddetti valori climatici normali. Questi valori corrispondono ai valori medi della temperatura, della somma delle precipitazioni e del soleggiamento del periodo di trent’anni 1991-2020 per il rispettivo mese.

Il monitoraggio climatico indica l’andamento annuale della temperatura, delle precipitazioni e del soleggiamento come deviazione dai valori medi mensili del periodo 1991-2020 per i numeri postali di avviamento. Poiché MeteoSvizzera non gestisce una stazione di misura in ogni comune, i valori mostrati sono derivati interpolando i valori delle misure disponibili. A questo scopo i valori delle stazioni di misura sono dapprima trasferiti su una carta della Svizzera.

Laddove sono presenti delle stazioni di misura può essere consultata la deviazione dai valori medi dell’andamento giornaliero della temperatura, del soleggiamento e delle precipitazioni.

Come è cambiato il clima dall’inizio dei rilevamenti sistematici?

Le lunghe serie di misura sono decisive per inserire l’attuale situazione climatica nel contesto dell’evoluzione pluriennale. A partire dal 1864 la Società elvetica di scienze naturali è riuscita a costituire una rete climatologica di stazioni di misura, presso le quali le misure erano eseguite secondo dei criteri uniformi. Dal 1864 la rete è stata continuamente ampliata e oggi MeteoSvizzera continua i rilevamenti con moderni strumenti di misura. I dati registrati costituiscono inoltre la base per l’elaborazione degli scenari climatici, consentendo di stimare i rischi e le opportunità dei cambiamenti climatici per la Svizzera e di prendere decisioni in merito ai provvedimenti per la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra e l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Farà generalmente più caldo

Se diamo un’occhiata al passato, per talune grandezze possiamo individuare alcune tendenze chiare. Dall’inizio delle registrazioni sistematiche in Svizzera la temperatura media è aumentata di oltre 2 °C, ovvero di circa il doppio rispetto alla media globale. Per spiegare questa evoluzione bisogna fare riferimento alle emissioni di gas a effetto serra prodotte dalle attività umane. La temperatura continuerà ad aumentare anche in futuro a dipendenza se le emissioni continueranno a crescere in modo incontrollato o se invece esse saranno ridotte in modo drastico. Secondo lo scenario che prevede una conseguente protezione del clima, il riscaldamento in Svizzera può essere limitato a meno di 2 °C rispetto a oggi.

Più precipitazioni invernali e in caso di eventi singoli

I quantitativi di precipitazione variano notevolmente di anno in anno – in modo molto più marcato rispetto alla temperatura annua. Perciò i cambiamenti pluriennali e sistematici delle precipitazioni sono molto più difficili da individuare. Dall’inizio delle misurazioni nel 1864 la media delle precipitazioni invernali a livello nazionale è aumentata. Nelle altre stagioni non sono finora stati riscontrati cambiamenti statistici significativi delle precipitazioni medie sul piano nazionale. Tuttavia, gli eventi con forti precipitazioni sono diventati più intensi e frequenti. Oggi le nevicate sono meno frequenti e in molte località la neve rimane presente al suolo meno a lungo rispetto agli anni Sessanta del secolo scorso.

Più sole dagli anni Ottanta del secolo scorso

Da molti decenni sulla rete climatologica svizzera viene rilevato anche il soleggiamento. Nel 20° secolo esso è diminuito e ha raggiunto la sua durata minima attorno agli anni Ottanta. Da allora in alcune località può essere osservato un aumento del soleggiamento.