Ambito dei contenuti

Osservazioni satellitari

I satelliti meteorologici hanno un ruolo centrale in meteorologia in quanto permettono di seguire i processi meteorologici nell'atmosfera 24 ore su 24 e su scala globale. MeteoSvizzera riceve i dati satellitari da EUMETSAT, un consorzio di paesi europei che gestisce congiuntamente i satelliti Meteosat e altri satelliti meteorologici.

Le osservazioni satellitari sono di fondamentale importanza per la preparazione delle previsioni del tempo. I satelliti geostazionari forniscono un'immagine precisa del tempo per aree molto ampie della Terra, praticamente in tempo reale. I satelliti meteorologici acquisiscono dati ogni pochi minuti, il che permette di seguire continuamente le variazioni nell'atmosfera. I dati satellitari vengono utilizzati dai nostri meteorologi per avere una visione d'insieme della situazione meteorologica. Questi dati vengono pure utilizzati in sistemi automatici di previsione a breve termine e sono essenziali per l'inizializzazione del modello numerico. La meteorologia satellitare sta acquisendo importanza a livello mondiale anche per quanto riguarda l'osservazione delle variabili climatiche.

Meteosat Second Generation (MSG)

MeteoSvizzera utilizza principalmente le misurazioni dei satelliti Meteosat Second Generation (MSG). I principali satelliti  MSG si trovano su orbita geostazionaria ad un'altitudine di 36'000 km sopra l'intersezione fra l'equatore e il meridiano di Greenwich.

Da questa posizione un satellite MSG può osservare circa un terzo del globo. Lo strumento principale della seconda generazione di Meteosat è una telecamera multispettrale chiamata SEVIRI (Spinning Enhanced Visible and InfraRed Imager). Lo strumento SEVIRI dispone di dodici canali (8 infrarossi, 1 vicino infrarosso e 3 visibili). Un satellite MSG osserva l'intero disco terrestre visibile da questa posizione ed effettua una misurazione ogni 15 minuti. Un secondo satellite si concentra sul terzo settentrionale del disco visibile della Terra e può così effettuare osservazioni dell'Europa e dell'Atlantico settentrionale ogni 5 minuti. Quando i dati satellitari sono visualizzati sotto forma di immagini, permettono all'occhio umano di rilevare diversi strati di nuvole e altri fenomeni, come ad esempio il trasporto della polvere del Sahara o, grazie alla combinazione di diversi canali, le nuvole di cenere dei vulcani.

Meteosat Third Generation (MTG)

A partire dal 2023, la prossima generazione di satelliti geostazionari sarà lanciata nello spazio con nuovi strumenti in grado di osservare la Terra con accresciuta precisione.

La costellazione MTG sarà composta da quattro satelliti con telecamere a immagini (MTG-I) e da due satelliti dotati di strumenti per il sondaggio atmosferico (MTG-S). L'MTG-I è equipaggiato con il Flexible Combined Imager (FCI), che nasce da un ulteriore sviluppo dello strumento SEVIRI. FCI dispone di 16 canali spettrali (SEVIRI  12), la risoluzione spaziale nel campo dell'infrarosso è di 2 km, nel campo del visibile di 1 km (la maggior parte dei canali SEVIRI ha una risoluzione di 3 km). Il primo satellite acquisirà un'immagine del disco visibile della Terra ogni 10 minuti. Un secondo satellite osserverà il quarto superiore del globo ogni 2 minuti e mezzo. Questo satellite acquisirà quattro canali con una risoluzione spaziale doppia, il che permetterà di osservare con grande precisione i temporali in rapido sviluppo. MTG-I ha anche un nuovo tipo di strumento a bordo, il Lighting Imager (LI), che per la prima volta permetterà di registrare dallo spazio l'attività dei fulmini in Europa. La missione per il sondaggio atmosferico MTG-S disporrà di due spettrometri. Lo spettrometro a infrarossi (IRS) misura i profili di temperatura e umidità, mentre lo spettrometro UVN è progettato per monitorare la qualità dell'aria e la composizione chimica dell'atmosfera.

EUMETSAT

I satelliti Meteosat, così come diversi altri satelliti di osservazione della Terra, sono gestiti dall'Organizzazione europea per lo sfruttamento dei satelliti meteorologici (EUMETSAT). Dopo l'acquisizione dei dati satellitari, questi vengono trasmessi alla sede centrale di EUMETSAT a Darmstadt (D) dove vengono calibrati e georeferenziati.  Vengono poi distribuiti agli utenti, principalmente servizi meteorologici nazionali e fornitori privati di servizi meteorologici. Dopo un'ulteriore elaborazione, MeteoSvizzera fornisce vari prodotti satellitari ai propri clienti interni ed esterni, come i servizi di previsione, i sistemi automatici di nowcasting, i ricercatori climatici o i media.
     

MeteoSvizzera fornisce gratuitamente ogni 15 minuti immagini satellitari aggiornate della distribuzione delle nubi ogni 15 minuti alla voce Valori di misura. Sotto la voce Service & Publications si possono ottenere a pagamento molte altre immagini satellitari, che possono essere adattate in modo speciale alle vostre esigenze di visualizzazione e sono disponibili con una risoluzione temporale fino a 5 minuti.

    

Immagine satellitare combinata notte – giorno dell’Europa

Le immagini satellitari combinate colorano artificialmente le nuvole utilizzando delle scale di colore diverse fra il giorno e la notte. In questo modo permettono di distinguere meglio fra di loro i vari tipi di nuvole.

     

Immagine satellitare all’infrarosso dell’Europa

I satelliti meteorologici geostazionari europei misurano la radiazione elettromagnetica infrarossa emessa dal suolo e dalla parte superiore delle nuvole. Questa radiazione permette di identificare la posizione delle nuvole. La radiazione infrarossa può essere misurata 24 ore al giorno, quindi questo tipo di immagini satellitari fornisce importanti informazioni sulla distribuzione e l'evoluzione delle nuvole anche di notte.

    

Immagine satellitare della Terra

Queste immagini a infrarosso mostrano la distribuzione delle nuvole su quasi tutta la Terra (ad eccezione delle regioni polari). Queste immagini sono chiamate “a mosaico” perché sono create mettendo insieme le immagini dei satelliti meteorologici geostazionari europei, americani e giapponesi.

Ulteriori informazioni

Link