Progetti internazionali

MeteoSvizzera si impegna a favore di progetti internazionali e sostiene paesi emergenti e in via di sviluppo in ambito meteorologico e climatologico.

In stretta collaborazione con le organizzazioni nazionali e internazionali partecipa ai seguenti progetti internazionali:

CATCOS

Visione ingrandita: Panorama di una regione dell’Asia centrale
Panorama di una regione dell’Asia centrale
© U. Jutz

Nell’ambito del progetto CATCOS (Capacity Building and Twinning for Climate Observing Systems) sono create le condizioni per la creazione di conoscenze e strutture durature che permettano la misura sistematica delle variabili climatiche essenziali (ECVs) in ambito atmosferico e terrestre anche nei paesi emergenti e in via di sviluppo.
Finanziamento: Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

CLIMANDES

Visione ingrandita: Donna peruana con lama
Donna peruana con lama
© OCI-SENAMHI

Il progetto CLIMANDES-2 si basa sulla prima fase del progetto CLIMANDES-1 e si prefigge di sviluppare servizi climatici per il contesto peruviano e migliorare la formazione dei meteorologi nella regione delle Ande. Previsioni meteorologiche su misura e in funzione dei destinatari consentono alla popolazione rurale di essere meglio preparata ad affrontare le conseguenze dei cambiamenti climatici. La cooperazione di MeteoSvizzera con il servizio meteorologico peruviano è finanziata dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e coordinata dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM).

 

SEB Perù

Visione ingrandita: Raccoglitore di caffè
Raccoglitore di caffè
© SENAMHI

Il progetto SEB Perù ha come obiettivo la stima die benefici socio-economici di prestazioni climatologiche per la produzione di caffè e di granturco nella regione andina di Cusco. Con questo specifico progetto si contribuisce anche al più generale progetto CLIMANDES, che mira a sviluppare in Perù prestazioni e prodotti climatologici “tagliati su misura” delle esigenze degli utenti in loco.
Finanziamento: Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Programma Hydromet della Banca mondiale

Visione ingrandita: La povera abitazione costruita con lamiere è circondata quasi completamente dalle acque a seguito di un’inondazione.
La povera abitazione costruita con lamiere è circondata quasi completamente dalle acque a seguito di un’inondazione.
© Scott Wallace / World Bank

Il programma Hydromet della Banca mondiale è stato sviluppato nell’ambito del GFDRR (Global Facility for Disaster Reduction and Recovery). Questo programma sostiene lo sviluppo nei paesi in via di sviluppo di moderni servizi meteorologici nazionali, con un orientamento all’utenza e una solida e sostenibile base finanziaria. MeteoSvizzera ha collaborato nel 2013 alla stesura del rapporto «Weather and Climate Resilience» , pubblicato dalla Banca mondiale.
Finanziamento: Banca mondiale.

GlobSnow-2

Visione ingrandita:  Das Bild zeigt ein Satellitenfoto der Alpen, welche zu einem grossen Teil mit Schnee bedeckt sind.
Satellitenfoto der Alpen
© ESA

Il progetto dell’ESA GlobSnow-2 ha come obiettivo l’elaborazione, partendo dai dati satellitari, di lunghe serie di misura relative all’estensione della copertura nevosa al suolo e dell’equivalente in acqua contenuta nel manto nevoso. A queste serie di misura e ai prodotti ad esse associati sono interessati diversi utenti sia in campo scientifico (ad esempio coloro che operano nel Global Climate Observing System GCOS) sia in ambito politico.
Finanziamento: Agenzia spaziale europea (ASE).

 

Snow Monitoring in Lebanon

Water is a vital and scarce resource in the Middle East. In Lebanon snow is an important seasonal water reservoir. In the context of the project “Strengths and Weaknesses of different Satellite Sensors for Snow Monitoring in Lebanon” MeteoSwiss evaluated the suitability of various satellite sensors for snow monitoring in Lebanon, based on previously collected user requirements.