Ambito dei contenuti

Semestre estivo molto caldo e soleggiato

1 Commento

Il semestre estivo, da aprile a settembre, è risultato per molte stazioni di rilevamento svizzere uno dei più caldi e uno dei più soleggiati dall’inizio delle misure nel 1864. Le temperature sono state elevate in tutte le regioni climatiche, dalle cime alpine alle pianure sudalpine; localmente sono state registrate o superate le temperature medie del 2003 e del 2018. Per Ginevra, Lugano e Locarno Monti si è anche trattato del semestre estivo più soleggiato mai registrato.

  • Clima

Piè di pagina

Navigazione top bar

Autorità federali svizzereAutorità federali svizzere

Il semestre estivo comprende i medi da aprile a settembre; nella maggior parte delle regioni svizzere i semestri estivi più caldi sono stati quelli del 2003 e del 2018. Per alcune stazioni di misura con serie storiche dal 1864, tuttavia, quello di quest’anno è risultato ancora più caldo. È stato così per Grächen, per il Gran San Bernardo, per Ginevra-Cointrin, per Lugano, per Samedan e per Segl-Maria.

Le temperature dei semestri estivi più caldi sono risultate spesso simili. Per esempio a Segl-Maria, in Alta Engadina, il semestre estivo di quest’anno ha fatto registrare una temperatura di 9.4 °C, stesso valore misurato nel 2018. Anche il semestre estivo del 2003 era risultato molto caldo, con una temperatura di 9.3 °C.

A Ginevra-Cointrin è stata raggiunta nuovamente la temperatura media di 18.5 °C, la stessa misurata nel 2003. Il semestre estivo del 2018 aveva fatto registrare solo un decimo di grado in meno.

Su scala nazionale, la temperatura media dei mesi da aprile a settembre 2022 è risultata pari a 12.4 °C, valore inferiore di 0.2 °C a quello del 2003 e di 0.4 °C a quello del 2018.

Caldo esteso e persistente

Il gran caldo del semestre estivo 2022 ha interessato tutte le regioni climatiche svizzere, dalle cime alpine alla Svizzera occidentale al Sud delle Alpi. Andermatt, Meiringen e Sion hanno registrato il secondo semestre estivo più caldo dal 1864, Basilea, Lucerna, Zurigo, S. Gallo, Engelberg, Elm e Davos il terzo.

Le temperature elevate non sono state conseguenza di singoli mesi particolarmente caldi, così come era accaduto nel 2003 per via dei mesi di giugno e agosto caldissimi, ma si sono verificate in modo persistente: dopo un mese di aprile nella norma, i mesi di maggio e giugno sono risultati i secondi più caldi dal 1864, luglio il quarto più caldo, agosto il terzo più caldo. Solamente il mese di settembre ha fatto registrare una temperatura media nazionale di poco inferiore alla norma 1991-2020.

Semestre molto soleggiato

Fra aprile e settembre Ginevra-Cointrin ha registrato 1610 ore di sole, il numero più elevato dall’inizio delle misure nel 1897. Il primato precedente apparteneva al 1947 con 1559 ore di sole, davanti al 2018 con 1558 ore. Seguono il 1906 con 1547 ore e il 2003 con 1544 ore.

Anche a sud delle Alpi sono stati registrati nuovi primati. A Locarno Monti il totale delle ore di sole del semestre estivo è stato di 1545, più delle 1530 misurate nel 2020 e delle 1521 del 1962. A Lugano il soleggiamento ha raggiunto 1530 ore, stabilendo anche in questa località il nuovo record davanti alle 1506 ore del 1962 e alle 1491 del 2020. Sia per Lugano sia per Locarno Monti le misure del soleggiamento sono cominciate nel 1959.

A Basilea-Binningen sono state registrate 1472 ore di sole, 4 in meno di quelle misurate nel 2018; nel 2020, invece, furono 1452. A partire dall’inizio delle misure nel 1886, a Basilea tutti gli altri semestri estivi più soleggiati hanno fatto registrare circa 1400 ore.