Vento e tempo nel TAF

Negli altri articoli abbiamo già approfondito alcuni aspetti importanti dei prodotti meteorologici per l’aviazione, soprattutto del TAF, che aiutano l’utente a interpretarli correttamente. Dopo la visibilità e la nuvolosità, ora ci soffermiamo sul vento e sul tempo.

(traduzione libera dell’articolo di Oliver Baer e Andreas Asch apparso sulla rivista AeroRevue 04/2010)

Un bel inizio di primavera ci consente di compiere il primo volo della stagione verso Samedan. Dopo la lunga pausa invernale ci prepariamo al volo con particolare cura. Le previsioni per il volo a motore preannuncia un po’ di nuvolosità alta, un po’ di vento nelle vallate alpine (con leggere turbolenze) e nessun cambiamento sostanziale della situazione meteorologica. Anche il GAFOR sottolinea questo aspetto con «OOO» fino a mezzogiorno. Il tenore del TAF di Samedan è il seguente:
090825Z 0909/0918 03005KT 9999 FEW040=

Il TAF fornisce informazioni sui cambiamenti significativi

Nuvole portatrici di pioggia sopra le montagne.
Un debole rovescio (-SHRA) come nell’immagine o anche una leggera pioggia (-RA) non è rilevante per un gruppo di cambiamento nel TAF. Foto di Heinz Graf

Sorvoliamo la Valle del Reno fino a Coira e il Passo dell’Albula verso l’Engadina. Già prima della sommità del valico ci prepariamo all’avvicinamento e all’atterraggio a Samedan.

Forti piogge all’aeroporto.
La previsione di piogge moderate (RA) o addirittura forti (+RA), verrebbe indicata nel TAF. Foto di Dani Buck.

In base alle indicazioni sul vento nel più recente TAF partiamo dal presupposto che la pista 03 sia in funzione e che ci possiamo avvicinare con un leggero volo in discesa sottovento. Riceviamo l’ATIS solo dopo aver superato il valico, all’arrivo in Engadina. Con stupore constatiamo che il vento soffia da 230 gradi a 8 nodi. Purtroppo siamo ancora troppo alti per raggiungere ancora la pista 21 e facciamo un giro per abbassarci.

Come già menzionato in altri articoli, il TAF è orientato soprattutto al volo IFR e indica quindi i cambiamenti del tempo significativi. Cosa significa significativo per il vento? I cambiamenti della direzione del vento sono indicati nel TAF solo se superano i 60 gradi e se la velocità del vento prima o dopo il cambiamento sia di almeno 10 nodi, mentre un cambiamento della velocità del vento è indicato solo se comporta almeno 10 nodi. Dopo la pausa di mezzogiorno torniamo verso l’aeroporto e notiamo che in direzione del Maloja il cielo è un po’ scuro e in lontananza possiamo scorgere alcuni rovesci leggeri. Le previsioni per il pomeriggio indicavano effettivamente uno strato di nubi a media quota e la possibilità di rovesci, ma il TAF per Samedan o Zurigo non menzionava nulla del genere! Infatti la pioggia leggera (-RA) non è significativa e non deve essere indicata nel TAF. Le precipitazioni sono riportate solo a partire da un’intensità moderata o forte (RA, +RA), come previsto dall’OACI. Tuttavia le precipitazioni sotto forma di pioggia che gela (precipitazioni sopraffuse) sono considerate significative anche se «leggere».

Differenze nazionali

Dopo aver letto i tre servizi riguardanti le informazioni sulla meteorologia per l’aviazione, nell’interpretare i TAF in vigore il lettore si renderà conto che in Svizzera la regolamentazione dei valori soglia non è sempre applicata con rigore.
Può quindi accadere che un meteorologo inserisca in un TAF più informazioni di quanto richiesto dalle prescrizioni dell’OACI. In altri paesi i TAF possono invece contenere esattamente le informazioni previste dalle direttive!