Climandes

Nei paesi emergenti e in via di sviluppo, sono soprattutto le fasce più povere della popolazione a risentire delle conseguenze del cambiamento climatico e della variabilità del clima. Ecco perché, con il progetto Climandes, i servizi meteorologici nazionali MeteoSvizzera e SENAMHI Peru hanno deciso di impegnarsi a favore dei contadini delle Ande. L’obiettivo congiunto è formulare previsioni climatiche affidabili e quindi contribuire alla sicurezza alimentare e alla riduzione della povertà. Climandes è finanziato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e coordinato dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM).

Visione globale

L’ambizione dell’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile è sconfiggere la fame e la povertà, in tutte le loro forme, entro il 2030 – un obiettivo reso difficile dal cambiamento e dalla variabilità del clima. Nei paesi emergenti e in via di sviluppo, le fasce più deboli della popolazione hanno spesso pochissime possibilità di adattarsi e superare le difficoltà di eventi meteorologici o cambiamenti climatici estremi. Affinché le queste popolazioni, particolarmente esposte, possano prepararsi per resistere e superare tali eventi o cambiamenti, nel 2009 capi di stato, ministri ed economisti hanno dato vita al Quadro globale per i servizi climatici (Global Framework for Climate Services, GFCS), coordinato dall’OMM. MeteoSvizzera partecipa a questa organizzazione specialistica dell’ONU e, con Climandes, sostiene i principi del GFCS.

Un aiuto all’auto-aiuto per i contadini del Perù

In Perù, eventi estremi come le precipitazioni intense, i lunghi periodi di siccità, le gelate o le grandinate causano ripetutamente la perdita dei raccolti. Ricevendo al momento giusto previsioni meteorologiche e climatiche specifiche per i loro bisogni, i contadini possono adottare i dovuti provvedimenti per proteggere il frutto del loro lavoro. Le previsioni fungono dunque da veri e propri aiuti decisionali. In altre parole, il progetto Climandes offre un aiuto all’auto-aiuto. L’iniziativa, partita nell’agosto del 2012, si articola in due fasi:

Climandes 1: da agosto 2012 a dicembre 2015

Climandes 2: da gennaio 2016 a marzo 2019

Tre pilastri per il successo

Climandes è riuscita a fare da ponte tra il SENAMHI e i piccoli coltivatori. D’ora in avanti, infatti, previsioni e allerte meteo concrete vengono inviate ai piccoli coltivatori andini tramite l’emittente radio locale o via SMS nelle rispettive lingue locali. Un pilastro importante di Climandes è pertanto l’individuazione sistematica delle esigenze degli utenti (il rapporto "Designing user-driven climate services" fornisce una panoramica sull'approccio Climandes e sui principali risultati). Altri pilastri fondamentali per creare le condizioni per l’elaborazione di previsioni affidabili sono l’introduzione di una modalità di gestione sistematica dei dati in SENAMHI e il miglioramento della formazione in meteorologia e climatologia a livello professionale e universitario nella regione delle Ande.

tra Svizzera e Perù

Climandes si fonda sullo scambio di conoscenze tra Perù e Svizzera, entrambe nazioni montane. La stretta collaborazione tra i due servizi meteorologici nazionali SENAMHI Peru e MeteoSvizzera è finanziata dal  Programma globale Cambiamento climatico e ambiente della DSC e coordinata dall’OMM nel quadro del GFCS. In Perù, Climandes è sostenuto dal Ministero dell’ambiente e dal centro di formazione regionale dell’OMM presso l’Università La Molina (UNALM) di Lima. In Svizzera, altri partner contribuiscono al progetto con la loro comprovata esperienza: il Politecnico Federale di Zurigo, Jürg Sauter GmbH, Meteodat GmbH, l’Istituto tropicale e di salute pubblica svizzero di Basilea, l’Università di Berna e l’Università di Zurigo.

Contatto:

climandes@meteoswiss.ch

Following a compilation of news and documents

Ulteriori informazioni

Progetti



Link