Ambito dei contenuti

Lunghi periodi di favonio

Al Nord e al Sud delle Alpi i periodi di favonio particolarmente lunghi, durante i quali il favonio soffia senza interruzioni hanno generalmente una durata che varia tra le 100 e le 120 ore, che corrisponde a quattro o cinque giorni. Negli anni per i quali è disponibile l’indice del favonio un solo evento si è protratto ininterrottamente per oltre 130 ore.

Piè di pagina

Navigazione top bar

Autorità federali svizzereAutorità federali svizzere

Fatta eccezione per alcuni periodi di favonio estremamente lunghi, in genere i periodi più lunghi rilevati con l’indice del favonio hanno una durata più o meno paragonabile su entrambi i versanti delle Alpi. Ad Altdorf e a Poschiavo durano di regola attorno alle 80 ore. A Coira i periodi più lunghi non superano generalmente le 70 ore, a Vaduz le 60 ore e a Lugano le 50 ore. Presso la stazione di misura di Visp, in Vallese, questi periodi hanno raramente una durata superiore alle 40 ore.

Il periodo di favonio più lungo mai registrato

In Svizzera il periodo di favonio più lungo registrato finora attraverso l’indice del favonio è stato rilevato presso la stazione di misura di Poschiavo, in una vallata meridionale delle Alpi. Nel gennaio del 2019 qui il favonio soffiò senza interruzioni per quasi 131 ore (circa 5,5 giorni).

Purtroppo presso la stazione di Poschiavo l’indice del favonio è disponibile solo a partire dal 2008. A partire dal 1981, da quando sono a disposizione le misure automatiche per questa stazione, nella serie di dati di Poschiavo troviamo almeno un secondo periodo con una lunghezza analoga: a metà maggio del 1991 si è verificato un evento di favonio con una durata ininterrotta di poco più di 137 ore (5,7 giorni). A Poschiavo il favonio sembra dunque avere la tendenza a soffiare per periodi molto lunghi.

Il periodo di favonio estremamente lungo del maggio 1991 è facilmente riconoscibile dai dati su 10 minuti dell’umidità dell’aria (40 % o meno) e dalla situazione meteorologica generale con correnti in quota da nord sopra la regione alpina. Il primo giorno l’evento iniziò poco dopo la mezzanotte e terminò il sesto giorno poco prima della mezzanotte (curva in grigio scuro nel diagramma sottostante). Il periodo di favonio che, secondo i valori dell’indice del favonio, ebbe una durata simile, si verificò nel gennaio del 2019: esso iniziò il primo giorno tra le 6.10 e le 6.20 e terminò alla sera del sesto giorno (curva in grigio chiaro nel diagramma sottostante).

Il particolare record del favonio nel 2016

Sul versante nordalpino nel 2016 il favonio si è manifestato con durate eccezionali. Dal 2 al 5 aprile presso la stazione di misura di Altdorf soffiò ininterrottamente per 65 ore (quasi tre giorni).

ln maggio del medesimo anno fu poi di nuovo registrata una lunga fase di favonio. Dal 5 al 7 maggio il favonio fu presente per un periodo di 42 ore a cui, dopo una breve interruzione di 2 ore e 20 minuti, fece seguito un secondo periodo in cui il favonio soffiò ininterrottamente per 93 ore (quasi 4 giorni), fino all’11 maggio. Insieme questi due periodi raggiungono una durata di 136 ore (circa 5,5 giorni).

Nel novembre del 2016 ad Altdorf si verificò il terzo lungo periodo di favonio dell’anno: dal 20 al 24 novembre con una durata di 109 ore (4,5 giorni) senza interruzioni. Nel periodo di quasi 40 anni per il quale sono disponibili le misure automatiche della stazione di Altdorf, località tipicamente percorsa dal favonio, in nessun altro anno sono stati osservati più di due periodi di favonio di oltre 60 ore.