Ambito dei contenuti

Classi di probabilità nel bollettino meteorologico

Classi di probabilità utilizzate nel bollettino meteorologico.

Previsioni probabilistiche

In molte situazioni, le previsioni sono affette da una componente d’incertezza più o meno marcata. La gestione di questo elemento rappresenta una parte integrante del lavoro del meteorologo ogni volta che elabora una previsione. In alcune situazioni, i modelli numerici e gli altri elementi su cui si basa la previsione sono coerenti tra loro e la previsione ha una buona affidabilità. In altre situazioni, invece, i risultati dei modelli numerici possono differire tra loro in modo significativo; la previsione è più incerta ed ha quindi un’affidabilità inferiore (vedi anche il documento sull’affidabilità).

Le indicazioni probabilistiche rappresentano un modo abbastanza comune per comunicare l'incertezza. Le probabilità sono calcolate basandosi sui risultati dei modelli numerici denominati sistemi di "previsione d'insieme", per i quali le previsioni vengono calcolate più volte modificando leggermente le condizioni iniziali oppure modificando lievemente la fisica di determinati processi descritti nei modelli creando così un "insieme" di possibili scenari. Il modello di previsioni numeriche di MeteoSvizzera COSMO-2E calcola per ogni corsa una serie di 21 scenari diversi dai quali si derivano delle previsioni probabilistiche - contrariamente alle previsioni deterministiche che si basano su un unico scenario. Il numero di scenari che prevede il verificarsi di un determinato fenomeno (rovesci, schiarite, nevicate, ...) in relazione al numero totale degli scenari disponibili permette di quantificare l’incertezza esprimendola in termini di probabilità di occorrenza di un determinato fenomeno.

Classi di probabilità nel bollettino meteorologico di MeteoSvizzera

In determinate situazioni, il meteorologo integra una componente probabilistica nel bollettino meteorologico di MeteoSvizzera, sulla base dei modelli e dei grafici sopra descritti e delle proprie competenze. Ciò concerne in modo particolare le previsioni di precipitazioni, i temporali e le schiarite, trattandosi di fenomeni per i quali una previsione dettagliata è spesso difficile. È tuttavia possibile fornire informazioni sulla probabilità di occorrenza e della distribuzione geografica.

Le probabilità (%) vengono espresse nel bollettino con delle espressioni specifiche che corrispondono a delle fasce percentuali, come indicato nella tabella sottostante.

Probabilità Termine

<20%

senza nessuna indicazione specifica / non escluso / non esclusi

dal 20 al 40%

Possibile / possibili

dal 40 al 70%

Probabile / probabili

dal 70 al 100%

senza nessuna indicazione specifica / molto probabile / molto probabili

La probabilità indicata per un determinato fenomeno si riferisce a una regione (ad esempio il Sottoceneri) e non è da intendersi per una determinata località all’interno della regione stessa.

Le probabilità possono talvolta essere accompagnate da termini che descrivono la distribuzione spaziale del fenomeno. Come per le probabilità, questo tipo di informazione viene solitamente fornito per parametri che possono presentare una marcata variabilità spaziale come il soleggiamento e la nuvolosità, o le precipitazioni.

Esempi dell'uso dei termini di probabilità nel bollettino meteorologico

Previsioni
Spiegazione
In parte soleggiato con possibili rovesci già al mattino, ma più probabili nel pomeriggio.
Al mattino la probabilità che si verifichino dei rovesci è del 20-40%, nel pomeriggio è del 40-70% ovvero i rovesci interesseranno il 40-70% delle regioni menzionate.
Nuvoloso e nel pomeriggio possibili rovesci sparsi. Sul Sottoceneri probabili schiarite.
Nel pomeriggio la probabilità di rovesci è del 20-40% ovvero sarà toccato meno del 40% della regione indicata. La probabilità di schiarite nel Sottoceneri è almeno del 70%.
Molto nuvoloso, lungo le Alpi brevi schiarite non escluse.
Probabilità inferiore al 20% che si sviluppino delle schiarite.
Molto nuvoloso e piogge estese. Limite delle nevicate attorno a 700 metri, nelle valli superiori possibili nevicate fin sul fondovalle.
Probabilità oltre il 70% che si verifichino delle precipitazioni. La probabilità che nelle valli superiori il limite delle nevicate scenda fin sul fondovalle è del 20-40%.