SMN sorvegliata speciale

17 ottobre 2019, 3 Commenti

La rete di misura SwissMetNet di MeteoSvizzera è sorvegliata da vicino, non solo per quel che riguarda le misure effettuate giornalmente ma anche per l’evoluzione a lungo termine della rappresentatività dei nostri siti di misura.

La rete di rilevamento automatica SwissMetNet di MeteoSvizzera conta 160 stazioni di misura automatiche. Ogni dieci minuti queste stazioni forniscono numerosi dati meteorologici e climatologici sulla situazione in Svizzera. La rete comprende anche stazioni automatiche per il rilevamento delle precipitazioni (100 stazioni). Insieme, queste stazioni costituiscono la base per l’elaborazione di una previsione meteorologica locale affidabile e per l’emissione di allerte in caso di maltempo e piene.

Mantenere e sorvegliare un sito di misura non è sempre compito facile, malgrado formali zone di protezione a salvaguardia delle nostre stazioni capita sovente che progetti, nuove costruzioni o colture vadano a compromettere la continuità delle serie di dati storici. Malgrado la definizione di una zona riservata alla misura, tipicamente una superficie 10 x 15 metri, ed una zona di protezione di 20 - 40 metri attorno alla stazione, la continua evoluzione del territorio mette a dura prova la consistenza delle misure nel tempo.

Oltre alla sorveglianza locale, da parte di chi gestisce e si occupa della rete di misura, dei controlli ed una certificazione delle stazioni di misura vengono effettuati periodicamente da un ufficio privato.

Non sempre però l’evoluzione del territorio attorno alle nostre stazioni di misura porta ad un peggioramento della misura. A Stabio, per esempio, dal 2015 ad oggi la situazione è progressivamente migliorata, raggiungendo quest’anno delle condizioni quasi ottimali di misura.

 

Visione ingrandita: SwissMetNet Stabio, 5 novembre 2015
SwissMetNet Stabio, 5 novembre 2015

In occasione della manutenzione annuale alla stazione di misura SwissMetNet di Stabio, nel novembre 2015, la situazione era insoddisfacente. Una siepe cresciuta a dismisura, e adiacente alla zona di misura, gettava ombra verso gli strumenti. I proprietari del sedime, un deposito edile in procedura fallimentare, non si occupavano più  della sua potatura. Un controllo di qualità ha poi evidenziato la problematica in modo imparziale, declassando in parte la qualità delle misure.

Vista la situazione critica sono cominciate immediatamente le trattative, presso i proprietari ed il comune di Stabio, atte a migliorare la situazione.

 

Visione ingrandita: SwissMetNet Stabio, 10 ottobre 2019
SwissMetNet Stabio, 10 ottobre 2019

Ci sono voluti diversi anni per far sì che la parcella passasse da proprietà privata a sedime comunale, in modo da poter risanare la situazione. L’immagine del 2018 evidenzia già un netto miglioramento della zona di misura. Un ringraziamento va all’Azienda Municipalizzata del comune di Stabio, proprietaria del pozzo Santa Margherita dove è ubicata la stazione di misura, che si è operata nel migliorare la situazione.

 

Visione ingrandita: SwissMetNet Stabio, 10 ottobre 2019
SwissMetNet Stabio, 10 ottobre 2019

La situazione attuale è nettamente migliorata rispetto agli anni passati, ora la stazione confina verso sud con prati liberi da vegetazione o altro. Le misure rilevate, in particolare il soleggiamento, umidità e temperatura, hanno guadagnato di qualità e hanno oggi una maggiore rappresentatività nella regione.

Un prossimo passo verso un possibile miglioramento sarebbe di eliminare le piante ad alto fusto verso nord, queste sono però importanti nella funzione di protezione della zona di captazione d’acqua della falda sotterranea, un compromesso è quindi accettabile.

Il lavoro di omogeneizzazione delle misure climatologiche prenderà in considerazione l’evoluzione del sito di misura, in modo d’ottenere una serie di dati constante nel tempo.

Maggiori informazioni:

Commenti (3)

  1. Chiara, 20.10.2019, 09:58

    Noto con dispiacere che anche in Svizzera le pratiche non sono così veloci. Ma ipotizzo che la siepe potevate comunque portarla o ridurla voi di Meteo a spese vostre e tutti vi avrebbero ringraziato, e le misurazione sarebbero state più corrette

    Risposte

    Rispondere a Chiara

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. Meteosvizzera, 20.10.2019, 19:49

      Non è così facile, se la siepe è di proprietà privata si può fare ben poco.

  2. Dario, 18.10.2019, 22:36

    Povera siepe però!

    Risposte

    Rispondere a Dario

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione