Ambito dei contenuti

NinJo - Parte 1

18 settembre 2016
Temi: Chi siamo

Cominciamo oggi con una serie di articoli che presentano lo strumento principale a disposizione dei meteorologi di MeteoSvizzera in sala previsioni: il software NinJo (New integrated Java Application).

Sviluppato in comune da diversi servizi meteorologici

Nel caso di NinJo si tratta di un programma sviluppato in comune dai servizi meteorologici nazionali di Danimarca, Germania, Canada e Svizzera, nonché delle forze armate tedesche. Nello sviluppo di Ninjo i servizi meteorologici hanno potuto contare sul supporto di una ditta esterna.

Il sistema è utilizzato su licenza ad esempio dal servizio meteorologico sudafricano, da quello spagnolo e dal servizio meteorologico dell’esercito svedese.

Visione ingrandita: Uno sguardo all’era pre-NinJo. Tramite questa applicazione-web si redigevano allerte per vento forte o tempesta per diversi laghi e aeroporti. Grazie allo sviluppo di NinJo i diversi sistemi di allertamento sono stati raggruppati in una sola applicazione.
Fig. 1: Uno sguardo all’era pre-NinJo. Tramite questa applicazione-web si redigevano allerte per vento forte o tempesta per diversi laghi e aeroporti. Grazie allo sviluppo di NinJo i diversi sistemi di allertamento sono stati raggruppati in una sola applicazione.

NinJo è impiegato a MeteoSvizzera dal 2006 ed è costantemente sviluppato e migliorato. Mediamente vi sono da una a due nuove versioni di Ninjo ogni anno. Questo nuovo software ha sostituito gradualmente, con una fase iniziale di funzionamento in parallelo, la maggior parte dei vecchi tools operativi a MeteoSvizzera. Nel servizio previsioni è ormai uno strumento indispensabile per le attività di sorveglianza meteorologica, per elaborare le previsioni del tempo o per emettere le allerte meteorologiche.

Negli ultimi 10 anni le prestazioni di Ninjo hanno potuto fare enormi progressi grazie all’evoluzione avuta dai sistemi informatici (hardware e software): sempre più dati possono essere rappresentati in sempre minor tempo. Un esempio su tutti sono le diverse animazioni sovrapponibili in un’unica scena di Ninjo.

NinJo - il divoratore di dati

NinJo è operativo nelle nostre sedi di Ginevra, Locarno e Zurigo-Kloten su complessivi 4 server. Oltre a questi server operazionali ve ne sono altri per i lavori di sviluppo delle nuove versioni di Ninjo.

I meteorologi sono autentici „divoratori“ di dati: non ne hanno davvero mai abbastanza. Con lo sviluppo costante dei modelli di previsione risp. la modernizzazione dei radar meteorologici e dei nuovi satelliti meteorologici, la quantità di dati da elaborare aumenta di anno in anno.

Visione ingrandita: Fig. 2: Pronti per un nuovo giorno alla stazione SwissMetNet sul Säntis, i cui dati misurati ogni 10 minuti sono importati in NinJo. 
Foto: Bernd Konantz
Fig. 2: Pronti per un nuovo giorno alla stazione SwissMetNet sul Säntis, i cui dati misurati ogni 10 minuti sono importati in NinJo. Foto: Bernd Konantz

Al momento attuale, tramite una linea da 200 Mbit, ogni giorno vengono distribuiti i seguenti quantitativi di dati sui 4 server operazionali:

  • Ca. 300 GB dati dei modelli
  • Ca. 10 GB dati dei satelliti
  • Ca. 60 GB dati dei radar

A confronto i circa 1.5 GB di dati provenineti dalla stazioni di misura al suolo (SYNOP, METAR, SwissMetNet, reti dei partner) fanno solo da contorno, così come pure i dati relativi ai fulmini, con meno di un GB.

Va notato che noi non utilizziamo in NinJo i dati provenienti dai satelliti in orbita polare, che nei dati dei modelli ci limitiamo alla nostra catena dei modelli composta da COSMO-1, COSMO-7 risp. COSMO-E, con l’aggiunta del modello europeo IFS e dell’americano GFS.

I quantitativi di dati di cui abbiamo parlato si distribuiscono sull'intera giornata, in quanto i dati dei modelli, dei satelliti o dei radar sono attualizzati e distribuiti in continuo, arrivando sempre "freschi", su un piatto di portata chiamato "NinJo", sul tavolo del previsore di turno.

Commenti (0)