Ambito dei contenuti

Principali sviluppi

2015

26.11.2015: Il monitoraggio dei ghiacciai in Svizzera è garantita a lungo termine

Per una nazione alpina come la Svizzera la documentazione delle variazioni dei ghiacciai assume una grande importanza. Il 26 novembre 2015 MeteoSvizzera, l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e l’Accademia svizzera di scienze naturali (SCNAT) hanno sottoscritto una convenzione per la coordinazione della rete svizzera di misurazione dei ghiacciai (GLAcier MOnitoring in Switzerland, GLAMOS). L’obiettivo principale di GLAMOS è il monitoraggio a lungo termine e su scala regionale dei ghiacciai in Svizzera. Le osservazioni dei ghiacciai saranno, come previsto dalla decisione del Consiglio federale del 6 giugno 2008, finanziate da MeteoSvizzera e svolte dal Politecnico federale di Zurigo e dalle Università di Zurigo e di Friborgo.

Comunicato stampa del 26 novembre 2015: Cambiamenti climatici: garantito il monitoraggio dei ghiacciai svizzeri

Glacier Monitoring in Switzerland (GLAMOS) network (inglese)

15.09.2015: La continuazione delle più importanti serie di misure dell’equivalente in acqua della neve in Svizzera è assicurata

La copertura nevosa non è solo un fattore economico rilevante per le zone di montagna, bensì una variabile essenziale GCOS del clima. Sulla base della decisione del Consiglio federale del 6 giugno 2008, MeteoSvizzera e l’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe (SLF) del WSL hanno sottoscritto una convenzione per la continuazione delle misure dell’equivalente in acqua della neve (SWE – snow water equivalent). Con tale convenzione le pluriennali misure dell’equivalente in acqua, effettuate presso stazioni scelte, saranno gestite dal SLF, come contributo al GCOS Svizzera, e finanziate da MeteoSvizzera.

WSL Istituto per lo studio della neve e delle valanghe SLF

27.04.2015: Vulcani, Clima e Società  - 200 anni dall’eruzione del vulcano Tambora
L’eruzione del vulcano indonesiano Tambora nell'aprile del 1815 diede luogo a gravi anomalie del clima globale. L’anno successivo, il 1816, infatti, entrò nella storia come “l’anno senza estate”. Due secoli dopo, la memorabile eruzione è stata esaminata sotto vari punti di vista nell'ambito della conferenza “Vulcani, Clima e Società”, svoltasi dal 7 all'11 aprile 2015 a Berna. La base dati Euro-Climhist, supportata sin dal 2010 dal Swiss GCOS Office, contiene informazioni di fondamentale importanza per la ricostruzione degli impatti di tale eruzione su Svizzera e Europa.

Tambora Konferenz (tedesco)

Euro-Climhist

17.03.2015: L‘umidità del terreno è stata inserita nell’inventario delle serie di misura di rilevanza climatica per la Svizzera

L’umidità del terreno influenza il ciclo dell’acqua e dell’energia e per questo motivo è una componente importante del sistema climatico terrestre. L’inventario delle serie di misura di rilevanza climatica per la Svizzera è stata ora completata dalla variabile climatica essenziale “Umidità del terreno”. Ad essa è dedicato un capitolo supplementare del rapporto “Sistema nazionale di osservazione del clima”, consultabile online. Questo capitolo illustra le principali misure dell’umidità del terreno in Svizzera.

Umidità del terreno (tedesco)

2014

22.08.2014: 100 anni di studi sul clima del ghiacciaio Claridenfirn

In occasione del centenario delle misurazioni del bilancio di massa sul Claridenfirn, il 22 agosto presso l'ETH di Zurigo ha avuto luogo un simposio scientifico. L'importanza per la glaciologia delle misurazioni effettuate sul Claridenfirn è stata illustrata con una serie di presentazioni. Al termine del simposio, si è svolta un'escursione della durata di due giorni presso le stazioni di misurazione poste sul Claridenfirn. Dal 1914, sul Claridenfirn due volte all'anno alcune aste nivometriche misurano la crescita del livello della neve durante l'inverno e lo scioglimento durante l'estate.

Symposium

01.05.2014: La precisione geometrica dei prodotti satellitari di GCOS Svizzera

A seguito di un accordo tra MeteoSvizzera e il Politecnico federale di Zurigo, un progetto che si è concluso di recente ha studiato l'accuratezza della geolocalizzazione di tre sensori satellitari comunemente usati per le applicazioni del clima: Severi, MODIS e AVHRR. I satelliti di osservazione della Terra sono sempre più utilizzati per le misurazioni legate al clima e per il monitoraggio delle variabili climatiche essenziali (ECV). Per evitare errori, è importante che la georeferenziazione di immagini satellitari sia accurata e in conformità con i requisiti del sistema di osservazione del clima globale (GCOS).

Sito internet del progetto

27.02.2014: 11° Tavola Rotonda GCOS

Il 28 gennaio 2014, circa 50 scienziati si sono riuniti a MeteoSvizzera, Zurigo, per dar vita all'11° Tavola Rotonda nazionale GCOS. Durante l'evento è stata presentata una visione d'insieme così come i più recenti sviluppi delle attività nazionali e internazionali di GCOS. Un accento particolare è stato messo sul ruolo dei satelliti nel monitorare le Variabili Climatiche Essenziali (VCE). Infine, è stato sottolineato che questi dati saranno una risorsa importante per la preparazione del quinto rapporto di valutazione dell'IPCC

2013

01.10.2013: Base di dati delle temperature superficiali dell'acqua dei laghi in Svizzera 1989-2010

I laghi possono reagire in modo sensibile ai cambiamenti climatici. Nel contesto di un accordo tra MeteoSvizzera e l'Università di Berna, una base dati a lungo termine della temperatura superficiale dell'acqua dei laghi (LWST) è stata elaborata per 15 laghi svizzeri a partire da dati satellitari. Questi dati vanno a completare la rete già esistente di misurazioni in situ e serviranno come base per ricavare i periodi di gelo e disgelo dei laghi alpini. La base di dati che copre il periodo dal 1989 al 2010 è stata messa a disposizione dall'Istituto di Geografia dell'Università di Berna.
Sito internet del progetto

02.04.2013: L'intera Svizzera precisa al metro in elevazione

A partire da questa primavera l'intero territorio svizzero sarà coperto da un modello digitale di elevazione aggiornato e ad alta risoluzione. Con la misurazione delle zone oltre i 2000 metri sopra il livello del mare, l'Ufficio federale di topografia ha inserito l'ultimo tassello mancante del mosaico. Le prospettive che si aprono all'utilizzo del nuovo modello sono innumerevoli e nuove. Un esempio fra tutte è il monitoraggio del clima, ragione per cui il modello di elevazione ha potuto godere del sostanziale sostegno di MeteoSvizzera.

25.02.2013: 10° Tavola Rotonda GCOS

Il 31 gennaio 2013, circa 60 rappresentanti legati a varie istituzioni della scienza, della politica e del governo si sono riuniti per dar vita alla 10° Tavola Rotonda nazionale GCOS. Durante le numerose presentazioni sono state discusse le diverse attività legate al passato, presente e futuro del sistema nazionale di osservazione del clima (GCOS Svizzera). Inoltre, è stato presentato il cortometraggio "Local observations - for global understanding" (Osservazioni locali - per una comprensione globale), appositamente realizzato per il 10° anniversario.

2012

31.05.2012: «Swiss GCOS Data in International Data Centers» - resoconto disponibile anche in inglese

A complemento dell’inventario nazionale delle serie climatiche svizzere pluriennali, nel novembre 2011 lo Swiss GCOS Office ha presentato un rapporto sulla disponibilità dei dati GCOS svizzeri nei centri internazionali di gestione dei dati. Il rapporto è ora disponibile anche in inglese.
Rapporti GCOS

30.05.2012: Successo del lancio della piattaforma WeltraumSchweiz

Giovedì 24 maggio 2012 è stata presentata ai media la nuova piattaforma WeltraumSchweiz.ch. L’importanza dei satelliti per la Svizzera è stata illustrata nell’ambito di quattro presentazioni. Lo Swiss GCOS Office ha evidenziato il ruolo dell’osservazione della Terra dai satelliti, in particolare l’importante contributo dei dati satellitari per l’elaborazione di previsioni meteorologiche più affidabili e per l’osservazione sistematica del clima quale parte integrante del sistema nazionale di monitoraggio del clima (GCOS Svizzera).

Piattaforma WeltraumSchweiz (in tedesco e francese)
Rapporti GCOS Svizzera
Articolo della Neue Zürcher Zeitung (NZZ)

 

04.05.2012: Euro-Climhist è online

Euro-Climhist è stato presentato in occasione del simposio «Relevanz historischer Dokumentendaten für die aktuelle Klima- und Naturgefahrendiskussion» (Rilevanza dei dati storicamente documentati per l’attuale dibattito sul clima e sui pericoli naturali), svoltosi il 3 maggio 2012. La nuova banca dati online rappresenta uno strumento molto utile per i ricercatori, gli enti pubblici e gli uffici di pianificazione nell’analizzare i cambiamenti climatici e i pericoli naturali. Euro-Climhist contiene oltre 120’000 set di dati per il periodo 1550-1864. Questi includono i dati storici su tempo, clima e pericoli naturali in Svizzera. La banca dati è stata sviluppata presso il Centro Oeschger per la ricerca sul clima dell’Università di Berna in collaborazione con lo Swiss GCOS Office, ubicato presso MeteoSvizzera.

Euro-Climhist (in tedesco e francese)
Communicato ai media
Articolo della Neue Zürcher Zeitung (NZZ)
 

09.02.2012: 9° Tavola Rotonda GCOS

Il 26 gennaio ha avuto luogo la 9a Tavola Rotonda nazionale GCOS presso MeteoSvizzera a Zurigo. I circa 40 partecipanti provenienti dalle Istituzioni partner del campo scientifico e amministrativo hanno discusso temi legati all'osservazione del clima e le novità del settore. Ai partecipanti è tra l'altro stato presentato il documento "Schweizer GCOS Daten in internationalen Datenzentren", completato nel 2011.

Rapporti GCOS Svizzera

2011

17.11.2011: Nuovo rapporto sui dati GCOS Svizzera nelle banche dati internazionali

Nuovo rapporto sui dati GCOS Svizzera nelle banche dati internazionali
A complemento dell'inventario nazionale delle serie climatiche svizzere lunghe, l'Ufficio GCOS Svizzera presenta un rapporto sulla disponibilità dei dati GCOS svizzeri nelle banche dati internazionali. Il rapporto sottolinea tra l'altro l'attiva partecipazione spesso volontaria delle Istituzioni coinvolte e documenta lo stato di analisi delle diverse variabili climatiche essenziali.

Pubblicazioni GCOS
 

12.09.2011: Coordinamento del progetto CATCOS da parte dell'Ufficio GCOS Svizzera

La Direzione per lo sviluppo e la cooperazione (DEZA) finanzia il progetto CATCOS (Capacity building and Twinning for Climate Observing Systems) che si svolgerà in diversi Paesi dal 2011 al 2013 e sarà coordinao dall'Ufficio GCOS Svizzera. L'obiettivo è l'installazione di nuove stazioni e la formazione di personale competente in Paesi con lacune nel rilevamento e la gestione dei dati climatici.
Cooperazione GCOS
CATCOS (Capacity building and Twinning for Climate Observing Systems)

2010

29.11.2010: Calcolo della temperatura superficiale dei laghi in Svizzera da dati satellitari

La temperatura superficiale dei laghi può fornire importanti informazioni sul clima regionale. Il gruppo di telerilevamento (RSGB) dell'Istituto di geografia dell'Università di Berna ha archiviato dati dal satellite NOAA (AVHRR) per oltre 20 anni, dati che possono essere utilizzati ad esempio per la derivazione della temperatura superficiale dei laghi. Nell'ambito di GCOS Svizzera e in base ai dati raccolti da satelliti, il gruppo di ricerca RSGB elabora la serie temporale 1985-2010 della temperatura superficiale di diversi laghi svizzeri.
GCOS-CH Lake Surfaces Temperatures

28.09.2010: Assemblea dell'Osservatorio internazionale dei ghiacciai, Zermatt

Nella prima settimana di settembre 2010, nell'ambito della "WGMS General Assembly", glaciologi di tutto il mondo si sono trovati a Zermatt per discutere delle sfide alle quali è confrontato l'Osservatorio internazionale dei ghiacciai. Quest'assemblea ha luogo soltanto una volta ogni 10 anni circa. Prima dell'assemblea generale del WGMS, si è inoltre tenuta la riunione conclusiva del progetto "GlobGlacier" dell'Agenzia spaziale europea ESA, che ha avuto come tema l'elaborazione di dati rilevati dai satelliti per l'osservazione dei ghiacciai.
World Glacier Monitoring Service
ESA News

28.06.2010: Sistema di informazione Euro-Climhist sul clima e storia delle catastrofi in Svizzera e in Europa

Sulla base della decisione del Consiglio federale su GCOS del giugno 2008 a questo sistema di informazione presso l'Università di Berna dal Dipartimento di Economia, Sociale e Storia Ambientale (WSU), gestito presso la Storia dell'Istituto, con il sostegno finanziario del GCOS Switzerland e Oeschger Centro e lungo termine. Le informazioni di sistema Euro-Climhist garantire la continua raccolta, l'archiviazione e l'analisi dei dati storici.

Euro-Climhist

24.02.2010: Payerne diventa stazione di riferimento a livello mondiale nella rete GCOS Reference Upper-Air Network (GRUAN)

L'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) ha chiamato la stazione aerologica di MeteoSvizzera di Payerne a far parte di una rete di stazioni di riferimento a livello mondiale per la sorveglianza del clima nei diversi strati dell'atmosfera. Payerne diventa così una delle prime 15 stazioni di questo tipo a livello mondiale.

11.01.2010: Misurazioni del CO2 sul Jungfraujoch da parte dell'Università di Berna, nell'ambito di GCOS Svizzera

I gas a effetto serra prodotti dalle attività umane sono la principale causa del riscaldamento globale. All'inizio del 2010, l'Università di Berna e MeteoSvizzera hanno firmato una convenzione per continuare le misurazioni del CO2 sul Jungfraujoch da parte dell'Università di Berna. Il Jungfraujoch è una delle 28 stazioni di riferimento del programma Global Atmosphere Watch (GAW) dell'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM).
Misurazioni del CO2 sul Jungfraujoch

2009

14.12.2009: Gli importanti rilevamenti dell'equivalente in acqua della neve nel Wägital vengono continuati

In base all'equivalente in acqua della neve è possibile trarre importanti conclusioni sul cambiamento delle precipitazioni invernali nella regione alpina. In base alla risoluzione del Consiglio Federale del 6 giugno 2008, concernente il finanziamento a lungo termine delle serie climatologiche importanti nell'ambito di GCOS, il 14 dicembre 2009 MeteoSvizzera ha firmato un contratto per più anni con Meteodat GmbH. Dal 1° gennaio 2010 Meteodat GmbH si impegna a continuare le misurazioni nivo-idrologiche nel Wägital, fornendo così un valido contributo al monitoraggio del clima in Svizzera.
Meteodat

19.05.2009: Firma del contratto tra l'Università di Zurigo e MeteoSvizzera

In base alla decisione del Consiglio Federale del 6 giugno 2008 per il finanziamento sostenibile delle lunghe serie climatologiche di grande interesse nell'ambito di GCOS, il 19 maggio 2009 è stato firmato il primo contratto di collaborazione. Dal 2010 infatti, su incarico di MeteoSvizzera l'Istituto di geografia dell'Università di Zurigo coordinerà il World Glacier Monitoring Service (WGMS) come contributo a GCOS.
World Glacier Monitoring Service

29.01.2009: Presentazione del francobollo speciale "Ghiacciai" alla tavola rotonda GCOS

Alla tavola rotonda è pure stato presentato il francobollo speciale "Per la tutela dei ghiacciai", risultato dalla collaborazione di La Posta e le università di Zurigo e Friborgo.

2008

14.11.2008: Misurazione locale... comprensione globale

In aggiunta al rapporto esaustivo dell'anno 2007 "Nationales Klima-Beobachtungssystem (GCOS Schweiz)", il Swiss GCOS Office dispone ora della sua prima pubblicazione sull'attività di GCOS Svizzera. Il documento è disponibile in tedesco, francese e inglese ed è ottenibile al Swiss GCOS Office.
Rapporti GCOS Svizzera

27.10.2008: Successo del convegno GCOS Schweiz

Il 21 ottobre 2008, oltre 100 partecipanti provenienti dalla ricerca, dall'amministrazione, dalla politica e dai media hanno preso parte al convegno informativo del GCOS. Il Prof. Thomas Stocker nel suo contributo ha sottolineato come le lunghe serie di misurazioni rappresentino un'importante base di decisione per i politici.

06.06.2008: Le serie climatologiche hanno il futuro assicurato

La continuazione del rilevamento delle serie di dati climatologici importanti è garantita anche nel futuro. Il Consiglio federale ha infatti deciso un contributo finanziario che dal 2010 permetterà di assicurare il proseguimento delle serie climatologiche di rilevanza nazionale e internazionale.

28.03.2008: Rapporto "Nationales Klima-Beobachtungssystem (GCOS Schweiz)" ottenibile anche in inglese

Il rapporto GCOS permette una panoramica dettagliata sulle principali variabili del clima e il loro rilevamento in Svizzera. Il rapporto è stato tradotto anche in inglese.
Rapporti GCOS Svizzera

Berichte GCOS Schweiz
Mitteilung I der WMO
Mitteilung II der WMO

2007

26.11.2007: Per la prima volta un inventario completo delle serie climatologiche svizzere

Il centro di competenza nazionale per le osservazioni climatologiche presso MeteoSvizzera ha allestito il primo inventario completo delle serie climatologiche svizzere di importanza nazionale e internazionale. Esse comprendono rilevamenti che vanno dalla temperatura, alla fenologia e fino al permafrost in alta montagna.
Rapporti GCOS Svizzera