Ambito dei contenuti

Le concentrazioni di polline in tempo reale

Data di pubblicazione 9 luglio 2020
Temi Sistemi di rilevamento e previsione
Tipo di comunicazione Comunicato stampa

Da 28 anni MeteoSvizzera misura le concentrazioni di polline nell’aria. I dati rilevati sono estremamente importanti per le persone allergiche, che rappresentano oltre il 20% della popolazione. Alla luce delle recenti innovazioni tecnologiche, queste misure possono ora essere eseguite in tempo reale. La rete automatica di rilevamento delle concentrazioni di polline è in fase di realizzazione e rappresenta l’alba di una nuova era nel monitoraggio di questi allergeni.

Misurare le concentrazioni di polline nell’aria

Per diagnosticare, trattare e prevenire le allergie al polline, in Svizzera gli allergologi hanno sviluppato e installato stazioni per il rilevamento delle concentrazioni di polline nell’aria tra il 1969 (Basilea) e il 1989 (Lucerna e Locarno). A causa dell’incremento delle allergie tra la popolazione, dal 1993 MeteoSvizzera ha ripreso la responsabilità della gestione della rete nazionale di misura delle concentrazioni di polline.

Finora, anche a livello internazionale, il metodo di riferimento per le misurazioni delle concentrazioni di polline è un metodo manuale. Il tamburo del captapolline (lo strumento utilizzato per la misurazione), sul quale il polline presente nell’aria resta incollato, è inviato ad un laboratorio una volta alla settimana. Qui, gli specialisti identificano al microscopio le specie responsabili di allergie e quelle innocue. Ogni mercoledì i valori delle concentrazioni di polline rilevate nell’aria nel corso della settimana precedente sono pubblicate.

I recenti progressi tecnologici consentono oggigiorno di stabilire quale polline è presente nell’aria in ogni momento, fornendo pertanto informazioni in tempo reale.

Una conquista al servizio degli utenti

Per diffondere un’informazione più precisa in tempo reale, da diversi anni MeteoSvizzera mette a disposizione del mondo della ricerca la sua esperienza nella misura delle concentrazioni di polline e testa nuovi sistemi. Inoltre MeteoSvizzera ha sviluppato collaborazioni internazionali in questo campo e coordina un programma europeo sul rilevamento automatico delle concentrazioni di polline nell’ambito di EUMETNET, la rete dei servizi meteorologici nazionali.

Ora MeteoSvizzera si appresta a realizzare una rete automatica di misura delle concentrazioni di polline in collaborazione con la società lucernese Swisens SA, che ha vinto il concorso pubblico indetto lo scorso anno. Convalidato la scorsa primavera a Payerne con test approfonditi, il suo strumento «Swisens Poleno», basato sul principio di riconoscimento attraverso l’olografia, sarà installato nelle stazioni di misura. Le prime di queste saranno pronte per la stagione pollinica 2021 e l’intera rete sarà operazionale a partire dal 2022.

A partire dal prossimo anno i valori delle concentrazioni di polline nell’aria saranno pertanto disponibili nei minuti successivi alla misura, permettendo di offrire un’immagine precisa della situazione attuale. Questi dati consentiranno in particolare di migliorare le previsioni polliniche e la qualità delle informazioni per le persone allergiche, il corpo medico e il mondo della ricerca, contribuendo così alla qualità di vita di una parte importante della popolazione e alla riduzione dei costi delle allergie.

Contatto

MeteoSvizzera
meteosvizzera@meteosvizzera.ch
+41 79 251 77 05

Ulteriori informazioni