Forte tempesta a nord delle Alpi e nelle Alpi

Data di pubblicazione 8 febbraio 2020
Temi Pericoli
Tempo
Tipo di comunicazione Comunicato stampa

Tra domenica sera e martedì sera a nord delle Alpi e nelle Alpi è attesa una forte tempesta con raffiche di vento di 100 – 140 km/h in pianura e di 130 – 200 km/h in montagna. L’Ufficio Federale di Meteorologia e Climatologia MeteoSvizzera ha quindi emesso oggi sabato un’allerta per forti venti di livello 4, il secondo più alto su una scala di 5. L’allerta è valida da domenica sera per parte della Svizzera nordoccidentale e da lunedì per tutto il Nord delle Alpi. MeteoSvizzera monitora continuamente questa situazione meteorologica e informa tramite il proprio sito web sugli sviluppi della stessa.

La tempesta “Sabine” (Ciara) provoca venti tempestosi con raffiche cicloniche

Domenica l’alta pressione che determina ancora il tempo sulle Alpi si indebolirà e la corrente occidentale provocata da una profonda bassa pressione sull’Atlantico settentrionale si intensificherà.

La tempesta in montagna – da domenica sera raffiche cicloniche

In montagna il vento da ovest aumenterà già domenica sera e fino a martedì sera soffierà tempestoso con raffiche cicloniche.

  • A nord delle Alpi in montagna al di sopra dei 1000 metri sono attese raffiche di 130 – 180 km/h, sopra 2000 metri di 160 – 200 km/h.
  • Nelle Alpi centrali, dal Vallese alla regione del Gottardo alle Alpi grigionesi al di sopra dei 2000 metri le raffiche raggiungeranno i 100 – 150 km/h, mentre a quote inferiori il vento sarà più debole. Per queste regioni è quindi valido il livello di allerta 3.
  • Nelle vallate nordalpine tipicamente interessate dal favonio quest’ultimo soffierà tempestoso nella notte su lunedì con raffiche di 90 – 130 km/h, soprattutto nella valle urana della Reuss e nella valle del Reno.

Venti tempestosi in pianura – da lunedì mattina particolarmente intensi

Nella notte su lunedì sulle pianure a nord delle Alpi le raffiche di vento saranno comprese tra 70 e 100 km/h.

Lunedì mattina un fronte freddo raggiungerà la Svizzera da ovest. Di conseguenza i venti s’intensificheranno ulteriormente. Nelle zone più esposte le raffiche cicloniche potranno raggiungere i 100 – 140 km/h, soprattutto al di sopra dei 500 metri di quota. Dopo il passaggio del fronte freddo, pur rimanendo tempestosi, i venti perderanno lievemente d’intensità.

Martedì un secondo fronte freddo attraverserà la Svizzera, causando una nuova intensificazione dei venti da ovest. Nella notte su mercoledì i venti si attenueranno gradualmente e in seguito non sono più previste raffiche di rilievo.

Consigli generali di comportamento in caso di venti tempestosi

Le tempeste invernali possono spostare oggetti di grandi dimensioni, tegole dai tetti, far cadere gli alberi e causare onde alte sui laghi. In caso di vento tempestoso, si dovrebbe quindi evitare, se possibile, di rimanere all'aperto. La popolazione è chiamata a seguire le istruzioni delle autorità locali.

Contatto MeteoSvizzera

Centro Regionale Sud MeteoSvizzera
+41 58 460 99 27 oppure 079 251 77 05
media@meteoschweiz.ch