MeteoSvizzera introduce i radiosondaggi automatici sfruttando tecnologie di punta

Data di pubblicazione 19 settembre 2018
Temi Sistemi di rilevamento e previsione
Tempo
Clima
Tipo di comunicazione Comunicato stampa

MeteoSvizzera effettua da 70 anni misurazioni di alta precisione nell'atmosfera con le radio-sonde. Queste misurazioni costituiscono una base importante per l’elaborazione delle previ-sioni del tempo e le analisi del clima. Ad esempio, permettono di determinare situazioni meteo-rologiche con condizioni atmosferiche particolarmente instabili. Una parte dei radiosondaggi sarà in futuro automatizzata.

Misurare lo stato dell’atmosfera

365 giorni all'anno, a mezzogiorno e mezzanotte, le radiosonde trascinate da un pallone meteorologi-co si innalzano nell'atmosfera terrestre. Man mano che salgono misurano la pressione dell'aria, la temperatura, l'umidità, la velocità e la direzione del vento, fornendo così un profilo verticale dell'atmo-sfera. I dati sono misurati ogni secondo e trasmessi in tempo reale alla stazione al suolo via radio. Le misurazioni sono effettuate a intervalli di 5 metri l'una dall'altra fino a 35 km di altezza dal suolo, vale a dire tre volte la quota di volo degli aerei commerciali. Attorno a questa altitudine il pallone meteorolo-gico scoppia e la sonda ritorna lentamente al suolo appesa ad un paracadute.

I valori misurati sono raccolti in forma standardizzata e scambiati con i dati provenienti dagli altri radio-sondaggi sparsi in tutto il mondo (in più di 600 località sulla Terra sono effettuati in simultanea dei ra-diosondaggi). Questi dati sono utilizzati come base per l’elaborazione delle previsioni del tempo e in particolare determinano le condizioni iniziali per i modelli numerici di previsione meteorologica.

Tecnologia moderna

I futuri radiosondaggi di routine saranno effettuati da un sistema completamente automatico. Gli ope-ratori di MeteoSvizzera effettueranno comunque anche in futuro i radiosondaggi specialistici, volti a misurare grandezze particolari come le concentrazioni dell’ozono o degli aerosol. Anche i radioson-daggi di ricerca e quelli per garantire la qualità e la tracciabilità delle misure, effettuati con il rilascio di più sonde appese al medesimo pallone, rimarranno svolti dagli operatori. Dopo numerosi decenni di radiosondaggi manuali l’introduzione di quelli automatici porta ad un significativo cambiamento nelle tecniche di misura di MeteoSvizzera. Necessitando di meno personale per la gestione dei radioson-daggi, MeteoSvizzera libera risorse in personale da impiegare per lo sviluppo di nuovi sistemi di misu-ra.

Per domande e chiarimenti

Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera
Communicazione

Tel: +41 58 460 99 27

media@meteosvizzera.ch