Nuovi radar meteorologici per la Svizzera

Data di pubblicazione 22 maggio 2014
Temi Chi siamo
Tempo
Sistemi di rilevamento e previsione
Ricerca e collaborazioni
Tipo di comunicazione Comunicato stampa

Oggi l'Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera mette in funzione il nuovo radar meteorologico sulla Pointe de la Plaine Morte (2900 m slm) in Vallese. Questa quarta stazione radar completa in modo ottimale la rete di radar meteorologici in funzione in Svizzera, poiché consente di rilevare con maggiore dettaglio le precipitazioni nelle valli alpine. Di recente l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) ha inoltre iniziato per conto di MeteoSvizzera i lavori di costruzione del quinto radar meteorologico sulla Weissfluh nei Grigioni.

L'Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera ha il compito per legge di sorvegliare lo sviluppo del tempo in Svizzera e di allertare la popolazione, i Cantoni e le organizzazioni di pronto intervento in caso di fenomeni meteorologici pericolosi. In qualità di servizio meteorologico e climatologico nazionale, MeteoSvizzera gestisce pertanto una rete di radar meteorologici che registrano in tempo reale e in modo capillare le precipitazioni e le cellule temporalesche nella regione alpina. Le tre stazioni radar esistenti sull'Albis (per la Svizzera settentrionale), sul Monte Lema (per il versante sudalpino) e su La Dôle (per la Svizzera occidentale) coprono gran parte del territorio svizzero, ma non sono sufficienti per rilevare in modo preciso le precipitazioni nel Vallese centrale e nei Grigioni. Infatti in queste regioni le montagne sono troppo alte e bloccano parzialmente la propagazione dei segnali emessi dai radar.

Messa in esercizio del radar meteorologico in Vallese

Oggi è stata effettuata la messa in funzione operativa del radar sulla Pointe de la Plaine Morte in Vallese. L'integrazione del quarto radar nella rete svizzera consente di migliorare ulteriormente il rilevamento delle precipitazioni e l'emissione delle allerte in caso di forti piogge, temporali e inondazioni nell'area alpina. Il nuovo impianto aumenta sia la qualità dei dati sulle precipitazioni nelle Alpi sia la loro disponibilità per tutto il territorio svizzero qualora uno degli altri radar meteorologici esistenti dovesse subire un guasto. Dietro l'immagine radar delle precipitazioni di MeteoSvizzera si cela ora una rete di quattro stazioni radar che 24 ore su 24 forniscono in modo del tutto automatico informazioni affidabili sulle precipitazioni in Svizzera.

Inizio dei lavori sulla vetta della Weissfluh nei Grigioni

L'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) ha avviato, per conto di MeteoSvizzera, i lavori di costruzione del quinto radar meteorologico sulla cima della Weissfluh nei Grigioni (sul territorio del comune di Arosa). I lavori nell'impegnativo cantiere alpino, situato a 2830 metri di quota, si estenderanno presumibilmente sull'arco di due estati, se le condizioni meteorologiche saranno favorevoli. I lavori di scavo dureranno fino alla fine di maggio 2014. Seguiranno la gettata delle fondamenta per la torre radar e la sua susseguente costruzione, la predisposizione degli spazi interni e infine verrà installato il sistema radar vero e proprio. La nuova stazione radar dovrebbe fornire i primi dati a partire dall'autunno 2016.

Previsioni e allerte meteorologiche migliori

La rete radar di MeteoSvizzera fornisce in modo del tutto automatico, 24 ore su 24 e per tutto il territorio svizzero, informazioni dettagliate sulla pioggia, la neve e la grandine. Tali informazioni rappresentano una base essenziale per le previsioni e le allerte meteorologiche non soltanto per il servizio meteorologico nazionale MeteoSvizzera, bensì anche per i servizi meteorologici privati. I dati dei radar sono inoltre utilizzati da numerosi settori quali ad esempio il controllo del traffico aereo, le assicurazioni, la protezione contro le piene, come pure in ambito scientifico.