Ambito dei contenuti

Luglio 2022 a livello globale

10 agosto 2022, 2 Commenti
Temi: Clima

A livello globale, il mese di luglio 2022 è stato uno dei tre più caldi mai registrati. Le temperature sono state nettamente superiori alla media su gran parte delle terre emerse dell'emisfero settentrionale. Per l’Europa si è trattato invece del sesto luglio più caldo in Europa; nelle zone occidentali e settentrionali del continente un’ondata di caldo molto intensa ha fatto registrare svariati record di temperatura.

Fig. 1: Distribuzione spaziale dell’anomalia della temperatura globale del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020 (basata sui dati ERA5). Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.
Fig. 1: Distribuzione spaziale dell’anomalia della temperatura globale del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020 (basata sui dati ERA5). Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Le temperature sulle terre emerse dell'emisfero settentrionale sono state per lo più superiori alla media, con anomalie positive particolarmente ampie sull'America centrale e settentrionale e su gran parte dell'Asia. Al contrario, spiccano tre grandi regioni con temperature inferiori alla media: la Russia orientale, una regione che si affaccia sull'Oceano Indiano occidentale, dal Corno d'Africa a ovest fino all'India meridionale a est, che fra l’altro ha registrato precipitazioni molto superiori alla media, nonché una regione centrale, che comprende parti della Siberia occidentale e dell'Asia centrale.

Nell'emisfero meridionale temperature più alte della media sono state registrate nel Sudamerica centrale e nell'Africa meridionale, mentre la maggior parte dell'Australia ha registrato temperature inferiori alla media.

Le temperature su tutti i principali bacini oceanici sono risultate invece sia superiori sia inferiori alla media. Le temperature superiori alla media si sono verificate soprattutto nel Mar Mediterraneo, nel Pacifico settentrionale e nei mari adiacenti alla Penisola Antartica, mentre le temperature dell'aria marina inferiori alla media si sono verificate nel Pacifico orientale tropicale e subtropicale meridionale, indicando il persistere di condizioni di La Niña. Temperature inferiori alla media sono state registrate anche nell'Oceano Indiano meridionale occidentale.

A livello globale, il mese di luglio 2022 è stato di 0,38 °C più caldo della media 1991-2020. Si è trattato di uno dei tre mesi di luglio più caldi mai registrati, un po' più fresco di quello del 2019 e un po' più caldo di quello del 2016. Le differenze di temperatura con questi precedenti mesi di luglio sono tuttavia così piccole che non è possibile stilare una classifica chiara.

Visione ingrandita: Fig. 2: Anomalia mensile della temperatura media globale rispetto alla norma 1991-2020, da gennaio 1979 a luglio 2022. Le barre in colore scuro rappresentano i mesi di luglio. Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.
Fig. 2: Anomalia mensile della temperatura media globale rispetto alla norma 1991-2020, da gennaio 1979 a luglio 2022. Le barre in colore scuro rappresentano i mesi di luglio. Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Europa

Nel mese di luglio 2022, le temperature sono state superiori alla media 1991-2020 in gran parte dell'Europa, con temperature maggiormente superiori alla media nell'Europa sudoccidentale e occidentale a causa di un'ondata di caldo intensa e in alcune zone prolungata intorno alla metà del mese. Temperature inferiori alla media hanno dominato in una fascia che va dall'Islanda, attraverso la Scandinavia occidentale e centrale, passando per i Paesi baltici e proseguendo fino al Mar Caspio. Anche in Georgia e in gran parte della Turchia le temperature sono state generalmente inferiori alla media.

Le anomalie della temperatura media europea sono generalmente più grandi e più variabili di quelle globali. La temperatura media europea per il mese di luglio 2022 è stata di 0,72°C al di sopra della norma 1991-2020 e si è collocata, insieme al luglio 2006, al sesto posto tra le temperature più elevate. Tuttavia, questo valore è stato più basso di 1,0°C rispetto al luglio più caldo, che si è verificato nel 2010.

Visione ingrandita: Fig. 3: Distribuzione spaziale dell’anomalia della temperatura europea del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020 (basata sui dati ERA5). Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.
Fig. 3: Distribuzione spaziale dell’anomalia della temperatura europea del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020 (basata sui dati ERA5). Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Forte ondata di caldo sull’Europa occidentale

Durante l'ondata di caldo che ha caratterizzato la metà del mese, sono stati battuti numerosi record di luglio per quanto riguarda le temperature massime in Portogallo, Francia occidentale e Irlanda. In Inghilterra si sono registrate temperature di 40°C per la prima volta. Qui il precedente record nazionale di temperatura di 38,7°C è stato raggiunto o superato in oltre 40 stazioni, con una massima di 40,3 °C registrata nel Lincolnshire. Anche in Galles e in Scozia sono stati battuti i record nazionali di temperatura massima giornaliera. Il caldo si è spostato più a nord e a est portando temperature molto elevate anche in altri Paesi, tra cui la Germania e parti della Scandinavia, con record locali di luglio e di tutti i tempi battuti in diverse località della Svezia. Per saperne di più leggi l'articolo "L'Europa ha continuato a soffrire il caldo a luglio" (in inglese).

Fig. 4: Animazione dell'anomalia giornaliera della temperatura del mese di luglio 2022 in Europa rispetto alla norma 1991-2020. Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF

Mese asciutto su gran parte d’Europa

Il mese di luglio 2022 è stato più secco della media su gran parte dell'Europa, con record locali di precipitazioni scarse battuti sulla parte occidentale del continente e siccità in diverse località del Sud-ovest e del Sud-est. Queste condizioni hanno influito localmente sull'economia e hanno facilitato la diffusione e l'intensificazione degli incendi boschivi. Il clima è stato più secco della media anche in gran parte del Nord America, in vaste regioni del Sud America, in Asia centrale e in Australia. Le condizioni sono state invece più umide della media nella Russia orientale, nella Cina settentrionale e in un'ampia fascia che si estende dall'Africa orientale attraverso l'Asia fino all'India nordoccidentale.

Visione ingrandita: Fig. 5: Anomalia delle precipitazioni (in mm/ giorno) del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020. Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.
Fig. 5: Anomalia delle precipitazioni (in mm/ giorno) del mese di luglio 2022 rispetto alla norma 1991-2020. Fonte: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Il bollettino di Copernicus per il mese di luglio 2022 è disponibile in inglese.

Il mese di luglio nel nostro Paese

Dopo il secondo mese di maggio e il secondo mese di giugno più caldi, con un’anomalia della temperatura di +2.4 °C rispetto alla norma 1991-2020 in Svizzera il mese di luglio è risultato il quarto più caldo dall’inizio delle misure nel 1864. Per il Sud delle Alpi si è trattato addirittura del secondo mese di luglio più caldo dietro a quello del 2015. Le precipitazioni sono state generalmente inferiori alla media, in alcune regioni in modo significativo. Il soleggiamento, per contro, è stato più abbondante della norma e alcune stazioni di misura hanno registrato il mese di luglio più soleggiato dall’inizio delle misure.

Visione ingrandita: Fig. 6: Durata del soleggiamento relativa (percentuale rispetto al massimo numero di ore di sole possibile) del mese di luglio 2022 in Svizzera. Fonte: MeteoSvizzera.
Fig. 6: Durata del soleggiamento relativa (percentuale rispetto al massimo numero di ore di sole possibile) del mese di luglio 2022 in Svizzera. Fonte: MeteoSvizzera.

Il bollettino sul clima del mese di luglio fornisce ulteriori dettagli sul clima del nostro Paese per il mese da poco terminato.

Per un approfondimento sul versante sudalpino, si veda il relativo blog.

MeteoSvizzera è aperta a un dialogo online rispettoso e attende con piacere commenti e domande. Vi invitiamo a osservare la nostra netiquette. Confidiamo sulla vostra comprensione in merito al fatto che non esiste alcun diritto alla pubblicazione di un commento e che non conduciamo alcuna corrispondenza sulle decisioni di pubblicare o meno un commento o una domanda. Formulario di contatto

Commenti (2)

  1. Guido, 10.08.2022, 17:14

    Nella fig. 2 si nota che il picco è stato raggiunto nel 2015 e che dopo l'anomalia vada attenuandosi.

    Risposte

    Rispondere a Guido

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. thelorenz, 10.08.2022, 22:51

      Stiamo parlando di Luglio...barre scure.