Ambito dei contenuti

I periodi di canicola sotto la lente

19 luglio 2022, 10 Commenti
Temi: Chi siamo

Caldo, caldo e ancora più caldo: per la seconda volta quest'estate, un'ondata di caldo interessa la Svizzera. Insieme, MeteoSvizzera e l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) vogliono fare un po’ di chiarezza sulle credenze e i miti comuni legati alle alte temperature estive. I periodi di canicola sotto la lente.

Le ondate di caldo sono sempre più frequenti e rappresentano un serio rischio per la salute, pertanto è importante essere adeguatamente informati. Immagine: Unsplash.
Le ondate di caldo sono sempre più frequenti e rappresentano un serio rischio per la salute, pertanto è importante essere adeguatamente informati. Immagine: Unsplash.

"Il caldo a mezzogiorno è il più pericoloso e va evitato".

MeteoSvizzera: Persiste il mito del "caldo a mezzogiorno", ma di solito le temperature, in una calda giornata d'estate, raggiungono il loro picco tra le 16.00 e le 17.00 (ora locale). Sebbene il punto più elevato della traiettoria apparente del Sole venga raggiunto a mezzogiorno, la temperatura dell'aria continua ad aumentare anche nel pomeriggio.  Vale inoltre quanto segue: quando le temperature sono elevate, è necessario evitare il più possibile la luce diretta proveniente del Sole. È dunque meglio rimanere all'ombra, possibilmente al fresco, sia a mezzogiorno che nelle ore pomeridiane.

"Le allerte canicola non sono necessarie. È pur sempre estate, è normale che faccia caldo".

MeteoSvizzera: a causa degli svariati impatti negativi sulla salute, sul settore agricolo e sull'ambiente, la Confederazione mette in guardia la popolazione dai periodi di caldo particolarmente intenso. In questo modo si sensibilizza la popolazione riguardo ai pericoli associati al caldo che ha un effetto diretto sulla nostra salute ed è uno dei pericoli naturali più letali. Nell'estate del 2021, MeteoSvizzera ha rivisto il concetto di allerta canicola e lo ha adattato ai risultati delle più recenti ricerche scientifiche. Il nuovo concetto di allerta canicola ora tiene conto sia delle elevate temperature notturne, sia dei brevi periodi di caldo intenso, che possono comunque causare un forte stress al corpo umano. 

Allerte canicola

MeteoSvizzera emette allerte canicola per tre livelli di pericolo, i livelli 2, 3 e 4. Se la temperatura media giornaliera rimane a valori tali da non avere un impatto significativo sulla salute, siamo al livello 1 (pericolo nullo o debole). Se la temperatura media giornaliera arriva a 25 gradi o più per almeno un giorno, possono già verificarsi problemi circolatori e malessere (livello di pericolo 2, pericolo moderato). Se la soglia dei 25 gradi è raggiunta o superata per almeno tre giorni, il pericolo per la salute aumenta ulteriormente e ci troviamo al livello di pericolo 3 (pericolo marcato). A partire da una temperatura media giornaliera di almeno 27 gradi per almeno tre giorni consecutivi, si raggiunge il livello di pericolo 4 (pericolo forte): a questo punto vi è un forte impatto sulla salute umana.

UFSP: Le ondate di caldo possono avere un impatto importante sul corpo umano, anche se non tutti soffrono allo stesso modo a seguito delle elevate temperature. Soprattutto per i malati cronici, gli anziani, le donne incinte e i bambini piccoli, un'ondata di caldo può avere conseguenze significative sulla loro salute. Le allerte canicola sono dunque particolarmente importanti per la loro protezione, ma anche la popolazione in generale deve essere in grado di prepararsi e proteggersi dagli effetti di questo fenomeno. Il caldo ha effetti differenziati sulla salute umana e può anche portare alla morte: questo appare chiaro osservando i decessi supplementari avvenuti nelle quattro estati più calde finora registrate in Svizzera.

"Sentirsi fiacchi e stanchi non è motivo per allarmarsi, è normale avere meno energie quando fa caldo".

UFSP: Non è vero, stanchezza e debolezza possono talvolta essere segni di stress dovuti al caldo. Altri sintomi sono:

  • Temperatura corporea elevata
  • Aumento del battito cardiaco
  • Mal di testa
  • Crampi muscolari
  • Bocca secca
  • Confusione, vertigini, perdita di coscienza
  • Nausea, vomito, diarrea

Se si verificano questi sintomi, è necessario intervenire immediatamente: far stendere la persona colpita e raffreddare il corpo con asciugamani bagnati. Se la persona è cosciente, darle da bere acqua fresca. Se questi provvedimenti non hanno successo, chiamare immediatamente un medico.

"Le ondate di caldo e le loro conseguenze aumenteranno".

MeteoSvizzera: Esatto. A causa dei cambiamenti climatici, aumenteranno notevolmente gli eventi meteorologici estremi, tra cui ovviamente anche le ondate di caldo. Dall'inizio delle misurazioni, le temperature estive in Svizzera sono già aumentate di ben 2 °C. Questa tendenza persisterà anche in futuro: i periodi di canicola come anche le notti tropicali diventeranno non solo più frequenti, ma anche più estremi. A Zurigo, nel periodo tra il 1981 e il 2010, si sono registrati circa 5 giorni con temperature superiori a 30 °C all'anno (i cosiddetti giorni tropicali). Questo numero salirà a 14-21 giorni entro il 2060 senza dei coerenti e decisi provvedimenti di protezione del clima. Ulteriori informazioni in merito a queste stime sono disponibili negli scenari climatici CH2018.

"Più dura il caldo, più è pericoloso".

UFSP: le ricerche scientifiche mostrano che più che la durata è l'intensità di un periodo di canicola ad avere il maggior influsso sulla mortalità legata alle elevate temperature. Nel nuovo concetto di allerta canicola, si tiene quindi conto anche dei periodi brevi e intensi. Inoltre, i primi giorni caldi di un’estate sono di solito i più stressanti per la salute umana e provocano una sovramortalità superiore rispetto ai periodi caldi successivi. Le notti tropicali, vale a dire quelle per le quali la temperatura non scende sotto i 20°C, rappresentano un ulteriore rischio per la salute, in quanto viene compromesso il recupero durante le ore notturne.

MeteoSvizzera: I periodi di caldo intenso e prolungato sono stressanti e pericolosi per molti settori della vita. Da un lato, intensificano il cosiddetto "effetto isola di calore urbana", che porta a uno stress termico significativamente più elevato nelle città rispetto alle aree periferiche. D'altra parte, anche l'ambiente, la silvicoltura e l'agricoltura risentono notevolmente della persistente siccità che accompagna tipicamente i lunghi periodi di canicola.

"La mia alimentazione non influisce particolarmente sulla mia salute durante le giornate calde".

UFSP: Non è vero. È particolarmente importante bere a sufficienza durante le giornate calde. Si raccomanda di bere almeno 1,5 litri al giorno – limitando nel contempo il consumo di bevande zuccherate, con caffeina o alcoliche. Anche frutta e verdura, ricche di acqua, contribuiscono ad assumere di liquidi. Pasti freddi e leggermente salati sono più facili da digerire e aiutano a compensare la perdita di sale attraverso la sudorazione. 

MeteoSvizzera è aperta a un dialogo online rispettoso e attende con piacere commenti e domande. Vi invitiamo a osservare la nostra netiquette. Confidiamo sulla vostra comprensione in merito al fatto che non esiste alcun diritto alla pubblicazione di un commento e che non conduciamo alcuna corrispondenza sulle decisioni di pubblicare o meno un commento o una domanda. Formulario di contatto

Commenti (10)

  1. Mattia, 2.08.2022, 11:19

    Leggo sempre con molto interesse i vostri blog sul clima e vi ringrazio per il vostro importante lavoro di studio dei fenomeni climatici.
    Tuttavia a mio parere penso che spesso esponete i fatti e cifre in modo poco “allarmante” nonostante quello che ci sarebbe bisogno è far capire alla popolazione che la situazione del clima fa davvero paura e bisogna fare qualcosa al più presto!!!
    Per esempio quando scrivete del mese di giugno che è stato di 0.31 gradi più alto della media fino al 2020 non fa impressione. Potreste per esempio prendere dei riferimenti precedenti al cambiamento climatico (nel 2020 era già da un po’ di anni che c’erano anomalie mi sembra).
    Sarebbe bello se cercaste anche di fare esempi concreti di cosa viene danneggiato se le temperature si alzano così, tipo che il proprio giardino bisognerebbe annaffiarlo il triplo delle volte ma non ci sarebbe abbastanza acqua viste le poche precipitazioni.
    Grazie per il vostro contributo!

    Risposte

    Rispondere a Mattia

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Diego, 27.07.2022, 09:10

    Estate 1998, se ben ricordo. Ero a Zurigo e ricordo che il giorno più caldo si erano raggiunti 36,9 gradi all'ombra, riportati dalla stampa locale con: "manca 1/10 di grado alla citta per avere la febbre !"
    Era stata l'Estate più calda mai registrata ?

    Risposte

    Rispondere a Diego

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 27.07.2022, 09:56

      Dai nostri annali troviamo 33,4 gradi di massima, raggiunta due volte nel corso dell'estate 1998. L'estate 1998 non spicca nei grafici di temperatura media estiva, quindi deve essersi trattato di un breve periodo caldo. La massima registrata nel 1998 non rientra nelle prime 10 più alta mai registata. Il massimo di temperatura registrato a Zurigo Fluntern è di 36 gradi, il 13 agosto 2003.

  3. Sonia, 22.07.2022, 09:59

    Sarebbe interessante avere l'informazione anche dei gradi percepiti.. o forse è già presente ma non lo trovo?

    Risposte

    Rispondere a Sonia

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Davide, 21.07.2022, 10:59

    Sbagliato. Il punto apparente più elevato viene raggiunto alle 13, non a mezzogiorno.

    Risposte

    Rispondere a Davide

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 21.07.2022, 14:30

      Grazie per la precisazione, era inteso come il Il mezzogiorno vero ovvero l'istante in cui il Sole, nel suo moto apparente, attraversa il meridiano locale. Il che corrisponde oggi alle 13:31:18 ora locale (e legale) a Locarno.

  5. marco, 19.07.2022, 12:54

    Vedo con ben poca gioia che è stata emessa allerta massima di canicola al sud e di incendi in alcune zone del Vallese... Può cambiare qualcosa da martedì?

    Risposte

    Rispondere a marco

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  6. Michela, 19.07.2022, 11:39

    Grazie per queste informazioni, talvolta tendiamo a dare ascolto alla vox populi, ma i dati scientifici sono inoppugnabili e veritieri, quindi buona idea seguire le indicazioni che forniscono. Buon lavoro!

    Risposte

    Rispondere a Michela

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  7. Luca-01, 19.07.2022, 11:15

    Buongiorno, credo si stia facendo un po’ di confusione. In un intervista alla radio un vostro collaboratore spiega che le allerte vengono emesse quando una situazione meteo si scosta dalla norma, la grandezza dello scostamento determina poi il grado d’allerta (riassunto). Ora si legge anche nei vostri Blog che questa situazione in futuro sarà la normalità. Quindi non verranno più emesse allerte, se non quando si arriva a 45°C? questo vale anche al contrario per una nevicata di 0.5 cm visto che è oramai molto lontana dalla norma verrà emessa un'allerta… Ricordiamoci che la canicola è molto pericolosa!

    Risposte

    Rispondere a Luca-01

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. Team MeteoSvizzera, 19.07.2022, 16:07

      Buongiorno,
      la ringraziamo per la sua domanda.
      Le soglie che portano all'emissione di un'allerta sono definite di comune accordo con le autorità cantonali, tenendo con dell'impatto che il fenomeno di maltempo può provocare. Questo spiega ad esempio perché le soglie per l'emissione di una canicola sono diverse fra le varie nazioni europee: le persone che abitano nell'Europa del sud sono più abituate rispetto agli abitanti del Nord Europa alle elevate temperature. In genere l'impatto è effettivamente più importante quando siamo lontani dalla norma. Dubitiamo assai che in futuro non emetteremo più allerte canicola. Non escludiamo però che man mano che la nostra società si attrezzerà per fronteggiare i periodi di elevate temperature, magari le soglie possano essere riviste. La revisione delle soglie è comunque qualche cosa che avviene regolarmente.
      Cordiali saluti
      Team MeteoSvizzera di Locarno-Monti