Ambito dei contenuti

Ondata di caldo da record

22 giugno 2022, 3 Commenti
Temi: Clima

Dopo un inizio di giugno con piogge diffuse, verso metà giugno la Svizzera ha vissuto una forte ondata di caldo. In alcune regioni la temperatura massima giornaliera ha raggiunto valori da record per questo mese. Diverse stazioni di misura hanno registrato uno dei periodi di tre giorni più caldi dall'inizio delle misure.

Alta pressione persistente

Dopo un inizio di giugno prevalentemente temporalesco, a partire dal 10 giugno 2022 si è instaurato un lungo periodo anticiclonico generalmente soleggiato. Il 16 giugno sull’Inghilterra si è formata una zona di alta pressione che si è poi spostata lentamente verso l'Europa sud-orientale causando giornate molto calde anche in Svizzera.
 

Ondata di caldo

L'ondata di caldo è iniziata il 15 giugno. A nord delle Alpi e nel Vallese le temperature massime giornaliere hanno raggiunto o superato la soglia di 30 °C, utilizzata per definire le giornate tropicali. Il versante sudalpino ha registrato giornate tropicali a partire dal 16 giugno. La giornata più calda è stata quella del 19 giugno. A nord delle Alpi sono state registrate massime giornaliere di 34 °C e oltre in molte località. I luoghi più caldi sono stati la regione più settentrionale della Svizzera e le zone di Neuchâtel e Sion, dove sono stati superati i 36 °C. A sud delle Alpi le massime sono rimaste invece per lo più al di sotto dei 32 °C anche durante il picco di caldo. Solo la stazione di Biasca ha registrato valori più elevati.
 

Uguagliato il record svizzero di giugno

La temperatura più alta è stata registrata a Würenlingen, nel nord della Svizzera, con 36,9 °C il 19 giugno. Il secondo valore più elevato è stato registrato a Biasca con 36,6 °C il 17 giugno. La temperatura massima giornaliera più elevata a livello svizzero per il mese di giugno proviene dalla serie di misurazioni di Basilea ed è anch'essa di 36,9 °C, misurati il 27 giugno 1947.

Nel mese di giugno 2022 alcune singole località con serie di misure di oltre 60 anni hanno registrato massime giornaliere da record:
 

Visione ingrandita: Fig. 1: Tabella le località che hanno fatto registrare i nuovi record e le date rispettive. I valori dei record precedenti con le rispettive date e l'inizio delle misure.
Fig. 1: Tabella le località che hanno fatto registrare i nuovi record e le date rispettive. I valori dei record precedenti con le rispettive date e l'inizio delle misure.

Tre giorni di caldo record

Basandoci sulle serie di misure che risalgono al XIX secolo, possiamo affermare che nella Svizzera occidentale il periodo di tre giorni più caldo di questo mese è stato da primato per il mese di giugno. Neuchâtel ha vissuto i tre giorni di giugno più caldi da quando sono iniziate le misure nel 1864. Dal 18 al 20 giugno, la media giornaliera delle massime è stata di 34,6 °C. I precedenti massimi di giugno sono rimasti ben al di sotto di questo valore. Dal 26 al 28 giugno 1947, il periodo di tre giorni più caldo a Neuchâtel ha raggiunto i 32,9 °C, e dal 23 al 25 giugno 2003 i 32,8 °C.
 

Visione ingrandita: Fig. 2: Il periodo di 3 giorni più caldo (definito basandosi sulla media delle temperature massime giornaliere) nel mese di giugno a Neuchâtel da quando sono iniziate le misure nel 1864. Il punto rosso mostra il periodo caldo di giugno 2022 (34,6 °C), la linea rossa la media mobile di 20 anni.
Fig. 2: Il periodo di 3 giorni più caldo (definito basandosi sulla media delle temperature massime giornaliere) nel mese di giugno a Neuchâtel da quando sono iniziate le misure nel 1864. Il punto rosso mostra il periodo caldo di giugno 2022 (34,6 °C), la linea rossa la media mobile di 20 anni.

Per le stazioni di misura di Basilea, Berna, Ginevra e Zurigo, con serie di misure che coprono più di 100 anni, l'attuale periodo di caldo di tre giorni è stato fra il secondo e il quinto più caldo per il mese di giugno. Sul versante meridionale delle Alpi è stato meno caldo, tanto che il periodo da poco terminato non rientra fra i 10 più caldi del mese di giugno.
 

Notti molto calde

Oltre alle massime diurne, le temperature elevate notturne giocano un ruolo particolarmente importante per la salute. Gli anziani, le persone con patologie preesistenti e i bambini piccoli non riescono ad adattarsi sufficientemente allo stress termico più intenso e difficilmente riescono a riprendersi dal caldo diurno durante la notte. Negli ultimi decenni il numero di notti tropicali (con temperatura minima giornaliera che non scende sotto i 20 °C) è aumentato in modo significativo.

Nel mese di giugno ci sono state quattro notti tropicali a Neuchâtel; anche nei mesi di giugno del 2003, del 2017 e del 2019 furono quattro. Prima del 2000, tuttavia, Neuchâtel non aveva mai registrato più di una notte tropicale durante questo mese.

A sud delle Alpi le notti tropicali sono più frequenti rispetto al Nord. Finora in giugno, tuttavia, a Lugano sono state registrate solo cinque notti tropicali, molte meno che durante i mesi di giugno del 2002 e del 2003, quando furono nove, e del 2017, quando furono undici. Prima del 2000, a Lugano in giugno si verificava un massimo di 3 o 4 notti tropicali.
 

Caldo precoce

Il periodo di caldo della seconda decade di giugno di quest’anno è stato straordinariamente precoce. Temperature massime giornaliere elevate per più giorni si registrano infatti solitamente solo verso la fine di giugno. A Neuchâtel o a Ginevra, ma anche a La Chaux-de-Fonds o sullo Chaumont, un periodo di tre giorni con temperature così elevate ad inizio stagione ha un periodo di ritorno di circa 25 anni.

A parte la tempistica precoce, la recente ondata di caldo non risulta eccezionale se paragonata a quelle dell’estate nel suo complesso, nonostante siano state raggiunte temperature da record o quasi per il mese di giugno. Ad esempio, la Svizzera ha sperimentato un caldo molto più intenso nel 2015, nel 2003, nel 1983 e nel 1947.
 

Visione ingrandita: Fig. 3: Confronto tra le ondate di caldo più intense alla stazione di misura di Ginevra-Cointrin. È mostrata la temperatura massima giornaliera in °C.
Fig. 3: Confronto tra le ondate di caldo più intense alla stazione di misura di Ginevra-Cointrin. È mostrata la temperatura massima giornaliera in °C.

Più ondate di caldo

Le ondate di caldo, le giornate e le notti calde saranno sempre più frequenti e più estreme. Le grandi regioni europee che si affacciano sul Mediterraneo, compresa la Svizzera, sono soggette ad uno dei più forti aumenti degli estremi di caldo a livello mondiale. Questa tendenza è già stata osservata negli ultimi decenni e a causa del riscaldamento globale continuerà anche in futuro.
 

Per ogni grado Celsius di riscaldamento, in Svizzera è atteso un raddoppio circa del numero di giornate molto calde. Pertanto nei prossimi decenni le ondate di caldo diventeranno molto più frequenti. I modelli climatici non considerano tuttavia l’effetto delle isole di calore urbane. L’aumento di temperatura risulterà ancora più marcato nelle zone intensamente edificate, dove soprattutto di notte la temperatura sarà di alcuni gradi più elevata delle zone rurali circostanti.
 

MeteoSvizzera è aperta a un dialogo online rispettoso e attende con piacere commenti e domande. Vi invitiamo a osservare la nostra netiquette. Confidiamo sulla vostra comprensione in merito al fatto che non esiste alcun diritto alla pubblicazione di un commento e che non conduciamo alcuna corrispondenza sulle decisioni di pubblicare o meno un commento o una domanda. Formulario di contatto

Commenti (3)

  1. Marco, 23.06.2022, 12:06

    Buongiorno, grazie per le sempre interessanti statistiche. Mi ricordo bene il giugno 1983: avevo appena finito la prima liceo e uscendo a passeggiare si ritornava a casa letteralmente fradici di sudore! Sono curioso invece per quanto riguarda il giugno 1947... Cosa successe quell'anno? Come si evolse poi l'estate? Quali furono i commenti? Cordiali saluti e grazie.

    Risposte

    Rispondere a Marco

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Maurizio, 22.06.2022, 21:59

    Ieri sulla homepage rsi si titolava "canicola addio arriva la pioggia..." titolo sfortunato da cestinare, giornalista bocciato... già la prossima settimana si vede delinearsi l'afflusso di ulteriori correnti caldissime e umide dal mediterraneo... saluti speranzosi

    Risposte

    Rispondere a Maurizio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. Alessandro, 24.06.2022, 19:15

      A zurigo pioggia a catinelle e temperature in picchiata….le massime oggi intorno ai 17!
      Quanto mi mancano i 30 gradi….