Ambito dei contenuti

Breve retrospettiva delle precipitazioni dei giorni scorsi

28 luglio 2021, 9 Commenti
Temi: Tempo

Le precipitazioni che dallo scorso fine settimana hanno colpito il Sud delle Alpi sono volte al termine. Le regioni più toccate sono state il Mendrisiotto ed il Luganese, ma anche il Ticino centrale non è stato risparmiato.

Prima fase di precipitazioni intense

Durante la prima parte della notte tra sabato 24 e domenica 25 luglio 2021 le precipitazioni hanno cominciato a cadere con forte intensità ed hanno interessato in particolar modo il Sopraceneri, con quantitativi massimi attorno a 50-70 mm sulla regione del Locarnese.

Sebbene gli accumuli misurati abbiano raggiunto valori di tutto rispetto, non sono stati segnalati danni legati alle precipitazioni. La regione del Locarnese e Vallemaggia subisce più spesso la caduta di quantitativi importanti di pioggia, infatti anche le soglie di allerta in queste regioni sono più alte, indice che il territorio in queste zone è meno sensibile a precipitazioni di questa entità.

Questo episodio di precipitazioni è stato accompagnato anche dalla caduta di grandine, come riportato nel blog pubblicato il 25 luglio 2021.

Visione ingrandita: Fig. 1: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 24.07.2021 ore 21:00 UTC e il 25.07.2021 ore 03:00 UTC
Fig. 1: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 24.07.2021 ore 21:00 UTC e il 25.07.2021 ore 03:00 UTC

Seconda fase

Tra il pomeriggio di domenica 25 e la notte su lunedì 26 luglio le precipitazioni si sono spostate verso il Sottoceneri, coinvolgendo soprattutto il Mendrisiotto e la regione del Monte Ceneri, con quantitativi massimi che hanno sfiorato i 150 mm in 12 ore.

Visione ingrandita: Fig. 2: Somma su 12 ore delle precipitazioni cadute tra il 25.07.2021 ore 13:00 UTC e il 26.07.2021 ore 01:00 UTC
Fig. 2: Somma su 12 ore delle precipitazioni cadute tra il 25.07.2021 ore 13:00 UTC e il 26.07.2021 ore 01:00 UTC

Terza fase

Nella mattinata di martedì 27 luglio il Mendrisiotto è stato colpito da una seconda ondata di forti piogge che hanno raggiunto picchi di intensità fino a 27 mm caduti nell'arco di 20 minuti. La stazione di Coldrerio ha registrato il record di precipitazioni su 3 giorni (tra il 25.7.2021 e il 27.7.2021) registrando 351.0 mm. La serie di misure presso questa stazione è iniziata nel 1918, una delle più "longeve".

L'accumulo di grandi quantitativi di pioggia verificatosi in breve tempo ha provocato diversi disagi tra cui allagamenti e smottamenti.

Visione ingrandita: Fig. 3: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 27.07.2021 ore 03:00 UTC e il 27.07.2021 ore 09:00 UTC
Fig. 3: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 27.07.2021 ore 03:00 UTC e il 27.07.2021 ore 09:00 UTC

Quarta fase

L'ultima fase di precipitazioni intense, verificatasi nella mattinata di mercoledì 28 luglio, ha coinvolto in particolare la regione del Luganese. La stazione di misura cantonale di Grancia ha misurato 64.4 mm in 1 ora, tra le 9:00 e le 10:00 ora locale.

Anche in questo caso i danni sono stati ingenti con strade bloccate da smottamenti ed edifici allagati, come ampiamente riportato dai media.

Visione ingrandita: Fig. 4: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 28.07.2021 ore 05:00 UTC e il 28.07.2021 ore 11:00 UTC
Fig. 4: Somma su 6 ore delle precipitazioni cadute tra il 28.07.2021 ore 05:00 UTC e il 28.07.2021 ore 11:00 UTC

Conclusione

Come descritto nel blog di ieri, la causa di questi accumuli molto elevati è costituita dai temporali autorigeneranti e quasi stazionari.

Prevedere in anticipo con precisione la posizione di queste celle temporalesche è molto difficile sia per i modelli numerici, sia per i meteorologi. Come mostrano questi casi recenti, spostandosi di pochi chilometri si può passare da condizioni di tempo asciutto ad intensità di pioggia molto elevate, così come a distanza di poche ore la regione maggiormente colpita può variare in modo sostanziale.

Commenti (9)

  1. Cristina, 29.07.2021, 08:42

    Grazie amici del meteo, ma la bella estate dove è finita?

    1. andreas, 29.07.2021, 12:39

      Perchè questa non è forse bella???😁

  2. Luca Albano - Varese, 29.07.2021, 07:24

    Buongiorno a tutti!
    Ma anche questa volta, ci sarà qualcuno che, come non di rado si legge nei commenti ai vostri blog, dovrà puntualizzare che le previsioni sono state disattese per il suo giardino e non capisce come questo sia possibile!
    Bravi e buon lavoro!
    Grazie.

  3. Michela, 29.07.2021, 06:55

    Buongiorno Meteosvizzera, se non ho capito male quindi non si può parlare di record, riguardo a queste precipitazioni? Grazie sempre per il vostro lavoro.

  4. Alessandro, 29.07.2021, 02:22

    Questi avvenimenti così estremi ci devono ricordare che la natura è più forte di noi e va sempre rispettata. Bisogna assolutamente impegnarsi costantemente a ridurre le fonti di inquinamento. La politica è ancora troppo democratica e tardiva su questo fronte. Io suggerisco da tempo che si dovrebbe proprio vietare di immatricolare veicoli troppo inquinanti. Purtroppo sono argomenti che passano sempre in secondo piano ma va aumentata costantemente la sensibilizzazione nei confronti di tutti.

  5. Cesare, 29.07.2021, 00:12

    Si spera che, la fabbrica di temporali starà chiusa per un po' di tempo. Vedo che prevedete temporali per sabato e domenica ma l'anticiclone delle Azzorre dove è? Saluti meteosvizzera.

    1. Fabio, 29.07.2021, 10:29

      A quanto pare è andato in vacanza in Finandia e Russia.

  6. Giulia, 28.07.2021, 21:52

    Confortante il vostro scritto “giunte al termine”. Quanti danni 😱

  7. Paolo Marelli, 28.07.2021, 20:39

    Grazie per i dati. In ben due occasioni il Bisbino ha rappresentato uno sbarramento, con precipitazioni abnormi sia sul pendio italiano che su quello ticinese. È un caso o può essere la causa di questa persistenza? Grazie. Saluti.