Ambito dei contenuti

Ghiacciaio del Basodino, bilancio dell’inverno

21 maggio 2020, 10 Commenti
Temi: Clima

Bilancio dell'inverno 2019 - 2020: l’accumulo della neve è risultato vicino alla media pluriennale.

Vista verso Nordovest; al centro il Finsteraarhorn (Foto C. Ogier).
Vista verso Nordovest; al centro il Finsteraarhorn (Foto C. Ogier).

Dopo le importanti nevicate di novembre 2019, l’innevamento durante l’inverno è risultato mediocre. Le alte temperature primaverili hanno dato inizio alla fusione superficiale, per cui il rilevamento è stato eseguito piuttosto presto, ossia il 23 aprile 2020. Le misure stesse, come pure l’elaborazione dei dati e il grafico (Fig. 2) sono state fornite da Andreas Bauder.

Come per l’inverno precedente, l’innevamento principale del ghiacciaio è avvenuto con l’importante periodo di precipitazioni verificatosi nel corso del mese di novembre. Pure dicembre ha portato buone nevicate, mentre in seguito queste sono risultate in generale poco abbondanti. Le temperature generalmente superiori alla media durante tutto il periodo, hanno portato ad un consolidamento della coltre nevosa: infatti i valori della densità sono risultati superiori alla norma, con un valore medio che ha sfiorato la mezza tonnellata al metro cubo.
 

Visione ingrandita: Fig. 1: Andamento dell’innevamento nell’inverno 2019-2020 (“spessore della neve”), misurato dalla stazione IMIS dell’Alpe di Röd, sopra Fusio, paragonato al valore statistico massimo, medio e minimo (fonte dati: SLF Davos).
Fig. 1: Andamento dell’innevamento nell’inverno 2019-2020 (“spessore della neve”), misurato dalla stazione IMIS dell’Alpe di Röd, sopra Fusio, paragonato al valore statistico massimo, medio e minimo (fonte dati: SLF Davos).

Il numero dei sondaggi è stato elevato: oltre 120 sull’insieme del ghiacciaio e per la prima volta, invece di effettuare una trincea con la pala da neve, si è utilizzato un carotatore. Questo sistema viepiù utilizzato sui vari ghiacciai è molto più veloce e pratico, ma ha pregi e difetti. Purtroppo in questo modo non è possibile raccogliere campioni di neve di tutta la coltre nevosa per l’analisi chimica da parte dei laboratori del dipartimento del Territorio.
 

Visione ingrandita: Fig. 2: Altezza della neve sul ghiacciaio in base a 122 sondaggi con sonda da neve. Valore minimo 227, massimo 454, medio 360.
Fig. 2: Altezza della neve sul ghiacciaio in base a 122 sondaggi con sonda da neve. Valore minimo 227, massimo 454, medio 360.

Al centro del ghiacciaio, a 2900 m, sono stati eseguiti 5 carotaggi. L’altezza della neve 343 cm con una densità media di 497 kg/m3, equivalenti a 1708 mm di precipitazione. Applicando questo valore di densità su tutti i 122 sondaggi sull’insieme del ghiacciaio (altezza della neve media 360 cm) il valore è di 1789 mm.

Nel grafico sottostante i guadagni invernali (blu), le perdite estive (rosso) e i bilanci netti (viola), in cm d’acqua. Il valore dell’inverno 2019-2020 corrisponde praticamente alla media pluriennale.
 

Visione ingrandita: Fig. 3: Bilancio di massa del Ghiacciaio del Basodino.
Fig. 3: Bilancio di massa del Ghiacciaio del Basodino.

Autori del rapporto.

Andreas Bauder - Glaciologia, VAW-ETHZurigo

Giovanni Kappenberger - già collaboratore MeteoSvizzera Locarno-Monti

Maggio 2020

 


 

Visione ingrandita: Fig. 4: Massiccio del Basodino ripreso dalla zona Pizzo dell’Arzo (Foto A. Bauder).
Fig. 4: Massiccio del Basodino ripreso dalla zona Pizzo dell’Arzo (Foto A. Bauder).

Commenti (10)

  1. Francesco, 8.06.2020, 21:37

    Ma quei 122 carotaggi non danneggiano il ghiacciajo?

    1. MeteoSvizzera, 9.06.2020, 07:25

      Si tratta di un foro di piccole dimensioni che si rimargina in breve tempo, senza influire alla massa del ghiacciaio.

  2. Dario, 28.05.2020, 20:08

    Speriamo di vedere una linea viola in positivo quest'anno, ma la vedo dura...

  3. Chiara, 23.05.2020, 09:20

    Purtroppo è solo l'illusione di una buona notizia. Il delta amazzonico è al punto di non ritorno ...

  4. Sonia, 22.05.2020, 10:23

    Wow ogni tanto una bella notizia !

    1. Marco, 22.05.2020, 20:03

      Dov'è la bella notizia? Ci sarà lo 0 oltre i 3000 per tutta la settimana prossima...e siamo solo a maggio! Scusate, ma sono pessimista.

  5. Marco, 22.05.2020, 07:30

    Mi confermate la perdita di 18 metri di spessore in 20 anni???? Ci sono ancora giovani che studiano glaciologia? In quel caso bisognerà cominciare a preparare per loro un piano di riqualificazione (tipo Lugano airport)...

  6. Michele, 21.05.2020, 20:32

    Per quelli come me che vedono il Basodino sempre dalla Val Formazza, la foto con vista dalla parte opposta è meravigliosa: splendido il ghiacciaio! È molto confortante sapere che l’accumulo di questo inverno è praticamente nelle medie pluriennali, speriamo continui così e che si inverta quella stramaledetta tendenza di ridurre questi spettacolari panorami e di riserve d’acqua .

    1. martino, 22.05.2020, 18:16

      Purtroppo l'innevamento invernale è solo uno degli elementi del bilancio annuale. Alcuni anni con innevamenti eccezionali invernali sono stati vanificati da estati torride. Siamo in questa fase climatica quindi ho paura che a fine stagione dovremo ancora fare i conti con la stessa,contando un'ennesima ritirata....

    2. Nicholas, 22.05.2020, 19:19

      Buonasera Michele lei sta in Val Formazza?..conosco bene.
      Riale e del altro parte del Basodino vero? Estate scorso ho passato da Robei al rifugio Maria Lusia a fianco del Basodino. Great..