La Brévine è ancora la "Siberia della Svizzera"?

17 febbraio 2020, 9 Commenti
Temi: Tempo

L'abbiamo già ripetuto in diversi blog e tutti avranno notato che questo inverno è particolarmente mite, nei prossimi giorni ne parleremo in dettaglio. Oggi invece facciamo un piccolo viaggio a La Brévine (o meglio nelle statistiche di temperatura) alla ricerca del freddo.

Il lago Taillères a La Brévine, poco ghiacciato, riflette la particolare mitezza di questo inverno. Fonte: Tourisme neuchâtelois - roundshot.com
Il lago Taillères a La Brévine, poco ghiacciato, riflette la particolare mitezza di questo inverno. Fonte: Tourisme neuchâtelois - roundshot.com

Eccezionalmente mite

Il villaggio di La Brévine nel Giura neocastellano è noto anche come la "Siberia della Svizzera". È infatti proprio la stazione di misura di MeteoSvizzera a La Brévine che detiene il record di temperatura più fredda della Svizzera con -42,5° misurati il 12 gennaio 1987. La topografia della regione, con una valle a forma di trogolo, favorisce l'accumulo di aria fredda in questo luogo. Qui temperature minime inferiori a -20° sono relativamente frequenti in inverno.

Tuttavia, questa stazione non sfugge alla mitezza generalizzata di questo inverno. Il 1° febbraio, giorno della 9a edizione della Fête du Froid nel villaggio, è stata misurata una temperatura minima di +0,8° e una massima di 8,3°. Il 3 febbraio, il record di temperatura minima più alto per un mese di febbraio è stato addirittura superato con 7,1 gradi, di ben 1.2 gradi superiore al record precedente del 29.2.2008 (5.9°). Per il momento resiste invece il record di temperatura massima più alta per il mese di febbraio con 15,9 gradi, misurati il 24 febbraio 1990, ma lo stesso è stato sfiorato proprio ieri con una temperatura massima di 15,0 gradi, valore che si piazza sul secondo gradino del podio a pari-merito con il 25.2.1990.

Visione ingrandita: Fig. 1: Depositi di brina su una recinzione metallica. Potremo ammirare questi fenomeni anche in futuro?
Fig. 1: Depositi di brina su una recinzione metallica. Potremo ammirare questi fenomeni anche in futuro?

In attesa dei -20 °C

Quest'inverno alla stazione di misura di La Brévine, la colonnina di mercurio non è ancora scesa sotto i -20 gradi.  La temperatura più bassa è stata misurata il 7 febbraio con -19,1°. Se prendiamo la temperatura minima di ogni inverno a partire dal 1959, possiamo vedere (grafico sotto) che non c'è mai stato un inverno (da ottobre ad aprile) in cui il termometro non sia sceso sotto i -20°.

La situazione attuale ricorda l'inverno 1989-1990, quando si dovette attendere fino al 4 marzo per finalmente misurare -21,8° (a seguire -22,8° il 5 e -21,3° il 6).

In media (periodo 1960 - 2019), la soglia dei -20° è raggiunta o superata (verso il basso) 14,4 volte per inverno. Nello stesso periodo, si contano 865 giorni con una temperatura minima pari o inferiore a -20°, e più precisamente:

  • 1 volta in ottobre
  • 55 volte in novembre
  • 191 volte in dicembre
  • 293 volte in gennaio
  • 229 volte in febbraio
  • 91 volte in marzo
  • 5 volte in aprile

La soglia dei -20° è stata superata ben 43 volte durante l’inverno 1962-1963 e solamente 2 volte nel 2006-2007.

Le linee orizzontali rosse indicano la media per decennio della temperatura invernale minima, mentre la linea verde indica l’andamento (regressione lineare). È nel decennio 2010 che le temperature minime invernali sono risultate le meno rigide; media leggermente più elevata che nel decennio 1990. Inoltre è dall’inverno 2012-2013 che la colonnina di mercurio non scende sotto i -30° (-29.9° nel 2017).

Visione ingrandita: Fig. 3: Temperature minime invernali (in °C) misurate alla stazione di Samedan - Inverni dal 1871/1872 al 2018/2019. Medie decennali in rosso e tendenza in verde.
Fig. 3: Temperature minime invernali (in °C) misurate alla stazione di Samedan - Inverni dal 1871/1872 al 2018/2019. Medie decennali in rosso e tendenza in verde.
Fonte: MeteoSvizzera

Facciamo un giro anche in Engadina

Un'altra località nota per le sue temperature particolarmente basse è quella di Samedan, in Engadina. Per questa stazione i dati omogeneizzati sono disponibili a partire dall'inverno 1871-1872 e anche qui si misuravano -20° ogni inverno, mentre anche i -25° lo erano fino all’inverno 1987-1988; da allora quest’ultima soglia è stata raggiunta in sole altre 6 occasioni. Il decennio 2010 è il più mite dall’inizio delle misurazioni, con valori leggermente superiori al decennio 2000 (sempre in termini di temperature minime invernali).

Visione ingrandita:
Fonte: MeteoSvizzera

Commenti (9)

  1. David, 19.02.2020, 15:54

    Dal momento che anche in Siberia i cambiamenti climatici ne stanno stravolgendo l'ambiente, sempre meno freddo (a cominciare dal "non più permafrost"), direi che purtroppo sì, la Brévine è ancora la "Siberia" della Svizzera.

    Alla "Fête du froid", tra un po', invece del vin brulé mesceranno sangria, sigh!

    Risposte

    Rispondere a David

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Teobaldo, 19.02.2020, 12:37

    Una volta "essere mandati in Siberia" era la minaccia di una punizione. Adesso invece piangiamo la Siberia che pensiamo scompaia. Tempi che cambiano

    Risposte

    Rispondere a Teobaldo

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. Giulia, 18.02.2020, 22:58

    ACQUA sia ghiacciata e liquida 💦

    Risposte

    Rispondere a Giulia

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Dario, 18.02.2020, 09:41

    Con l'allungarsi delle giornate sarà sempre più difficile che questo inverno riesca a recuperare, anche se dovesse arrivare aria gelida dal nord o dalla russia il suolo, le rocce e gli edifici hanno sicuramente temperature maggiori rispetto al normale...

    Risposte

    Rispondere a Dario

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Livio, 18.02.2020, 07:29

    ABBIAMO Sete la natura ancora più

    Risposte

    Rispondere a Livio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  6. Livic: bi, 18.02.2020, 07:27

    LIVIGNO ha le temperature che assomigliano alla cugina SEMEDAN CON IL RECORD DI _ 39 nel gennaio 1985 Battuta solo da la BREVINE CONOSCIUTA COME LA SIBERIA DELLA SVIZZERA MI RICORDO CHE AVEVA SUPERATO I _ 40

    Risposte

    Rispondere a Livic: bi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  7. Elio, 18.02.2020, 05:51

    Alla ricerca del freddo che non c'è piu...
    Saluti a tutto lo staff di Meteosvizzera.

    Risposte

    Rispondere a Elio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  8. Rita, 17.02.2020, 20:09

    Molto interessante! Grazie

    Risposte

    Rispondere a Rita

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  9. Simone, 17.02.2020, 20:05

    Ora la nuova Brevine è situata tra la bassa Mesolcina e Castione 😊

    Risposte

    Rispondere a Simone

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione