Un caso da manuale

13 febbraio 2020, 15 Commenti
Temi: Tempo

La depressione Ines (o Tomris per i tedescofoni) sta attraversando in queste ore il Nord Europa. Questa situazione potrebbe essere descritta come un caso da manuale. Questo giovedì la maggior parte degli elementi classici associati ad una depressione ci hanno interessato.

Pressione ridotta a livello del mare (contorni neri in hPa) e geopotenziale a 500 hPa (colori in decametri, pressione intorno ai 5500 m). Fonte: ECMWF - MeteoSvizzera
Pressione ridotta a livello del mare (contorni neri in hPa) e geopotenziale a 500 hPa (colori in decametri, pressione intorno ai 5500 m). Fonte: ECMWF - MeteoSvizzera

L'immagine soprastante mostra la pressione ridotta a livello del mare (contorni neri in hPa) e il geopotenziale a 500 hPa (colori in decametri, equivalenti alla pressione a circa 5500 m). Questi due parametri permettono di vedere la depressione sia al suolo che in quota. La depressione era centrata sull’Inghilterra giovedì alle 13.00 (ora Svizzera).

L'immagine sottostante combina l'immagine radar (area di precipitazioni misurate) e la temperatura potenziale equivalente a 850 hPa (~1500 m) del modello IFS. I fronti sono disegnati sopra l’immagine. La temperatura potenziale equivalente corrisponde alla temperatura dell'aria alla quale che si otterrebbe se si togliesse tutto il vapore acqueo e la si riportasse al livello di pressione di 1000 hPa (~100 m). Questo parametro viene utilizzato per identificare i settori caldi e freddi della depressione.

Giovedì alle ore 13.00 si nota che il fronte caldo era situato sopra la Svizzera con aria mite nella parte posteriore (zona verde). Il fronte freddo era sopra la Francia. Le precipitazioni più intense sono messe in evidenza. La zona blu nella parte posteriore corrisponde all'aria fredda. Sopra la Germania il fronte era già occluso, cioè il fronte freddo aveva raggiunto il fronte caldo.
 

 

Visione ingrandita: Fig. 1: Immagine radar (in mm/h) e temperatura potenziale equivalente a 850 hPa (~1500 m). Giovedì 13.02.2020 12 h UTC. Modello IFS.
Fig. 1: Immagine radar (in mm/h) e temperatura potenziale equivalente a 850 hPa (~1500 m). Giovedì 13.02.2020 12 h UTC. Modello IFS.
Fonte: MeteoSvizzera - ECMWF

Una zona di precipitazioni è visibile anche sulla Manica. Ciò corrisponde alla coda, là dove l'aria è più instabile a causa di una temperatura più fredda in quota. Questa aria fredda può essere vista nell'immagine sottostante (temperatura a 500 hPa, circa 5500 m).

Visione ingrandita: Fig. 2: Temperatura a 500 hPa (~5500 m, in °C). Giovedì 13.02.2020 alle 13:00 UTC. Modello IFS.
Fig. 2: Temperatura a 500 hPa (~5500 m, in °C). Giovedì 13.02.2020 alle 13:00 UTC. Modello IFS.
Fonte: ECMWF - MeteoSvizzera

Al momento della pubblicazione di questo blog (giovedì alle 18:00) in Svizzera sono già state misurate raffiche di vento superiori ai 100 km/h, come a Courtelary (BE) con 110,9 km/h. I venti possono diventare più forti con il passaggio del fronte freddo attualmente presente nel Giura francese. Possiamo vedere sull'immagine radar sottostante che il fronte freddo è particolarmente attivo con molti fulmini.
 

Visione ingrandita: Fig. 3: Immagine radar e impatto dei fulmini di giovedì 13.02.2020 alle 15:40 h UTC.
Fig. 3: Immagine radar e impatto dei fulmini di giovedì 13.02.2020 alle 15:40 h UTC.
Fonte: MeteoSvizzera

Commenti (15)

  1. Davide, 14.02.2020, 12:23

    Noto un'altra cosa oggi: secondo i vostri dati sulla qualità dell'aria, vi è una concentrazione di ozono più elevata in montagna che in pianura, almeno per quanto riguarda il Ticino e la Svizzera romanda. Come spiegate questo fenomeno? È esattamente l'opposto di quanto accade in estate.

    Risposte

    Rispondere a Davide

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Angela Molinari, 14.02.2020, 11:03

    Qui in Valtellina questa notte ha piovuto... Una leggera spruzzata di neve sopra i 1500m...cielo terso e vento freddo... Ora 7gradi...

    Risposte

    Rispondere a Angela Molinari

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. Gian Mauro, 14.02.2020, 10:01

    Buon venerdi .....oggi qui alpi ossolane sud .alpi ......giornata stupenda ...e po mite ...non Sui +16 grd c previsti pero ...+11...in questo momento...prima era Sui +12 ......magari prossime ore ...arriveranno Sui +15/16 grd c...faccio ciclismo valli ossolane

    Risposte

    Rispondere a Gian Mauro

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 14.02.2020, 10:07

      buona pedalata

    2. Michele, 14.02.2020, 18:11

      Inverni anomali e caldi in Svizzera e qui in Ossola..fioriture sballate ,come il comportamento delle piante. Come apicoltore mi giungono notizie di morie di api superiori alla norma ...un bel quadro clinico!

  4. Corrado, 14.02.2020, 07:42

    Immagini e commenti interessantissimi! Spero rivederne .

    Risposte

    Rispondere a Corrado

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Mario, 14.02.2020, 06:56

    Come si può capire la presenza dei fulmini?

    Risposte

    Rispondere a Mario

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 14.02.2020, 09:26

      È possibile ottenere informazioni sui fulmini dalle onde elettromagnetiche che emettono e che possono essere captate da specifiche antenne. La localizzazione esatta del luogo di caduta dei fulmini è una processo combinato. Ogni singolo fulmine è rilevato da diverse antenne. Il luogo in cui il fulmine si abbatte può essere stabilito mediante la triangolazione, che si basa sui diversi angoli di caduta misurati dalle antenne. Ogni antenna rileva inoltre l’orario esatto del sopraggiungere dell’onda elettromagnetica. Confrontando questi orari è possibile calcolare le coordinate del fulmine.

  6. Simone, 13.02.2020, 21:42

    E quindi si leggeranno di nuovo i soliti commenti ancora vento da nord ovest,ancora sbarramento da nord e ancora fohen al Sud.
    Premettendo che il cambiamento climatico sia in atto, però non se ne può più di leggere nei commenti tutti giorni le solite paturnie. E non piove più...quando arriva la neve...che noia il sole...che noia il vento... Aggiungo io ,che noia nel leggere sempre le solite lamentele .Basta,che "menada ".

    Risposte

    Rispondere a Simone

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. Giulia, 14.02.2020, 13:42

      Simone spero che il suo commento venga non solo letto ma messo anche in pratica e che veramente succeda qualcosa a salvaguardia del pianeta, quindi non parole ma fatti. D’altronde capisco anche le lamentele. Si vedono persone “stremate” da questo clima.

    2. Simone, 14.02.2020, 20:24

      @Giulia. L'abbiamo capito che il clima è cambiato. Basta!!! Si potrebbero anche fare delle domande interessanti invece di continuare a chiedere quando arriva "chi sa cosa " e a lamentarsi in continuazione.
      Poi dire che ci siano persone stremate per il clima attuale da noi, mi sembra un po' eccessiva come considerazione.
      Lo è per me invece in estate negli ultimi anni perché lavorando all'aperto con le canicole è diventata pesante la situazione.

    3. Giorgio, 14.02.2020, 23:17

      Sinceramente @Giulia, non capisco cosa ci sia di tanto "virtuoso" da mettere in pratica nel commento di @Simone: smettere di lamentarsi ? smettere di commentare ? o magari smettere di inquinare (genericamente): non mi pare proprio, fatta salva la possibilità in caso di "fastidio", di un sano e democratico "tiremm innanz" di nobile memoria ...
      Tra l'altro in diverse località non piove da mesi e le conseguenze si stanno già concretamente manifestando (e non siamo ancora neppure in primavera/estate), almeno qualche sommesso rantolo lamentoso ce lo vogliamo concedere ...(?!?). meglio ancora se corroborati da corretti comportamenti.

  7. Giorgio, 13.02.2020, 19:54

    Sono quasi convinto che al di là di tutte le dotte disquisizioni scientifiche, o forse proprio in considerazione di esse, sia ormai il caso di valutare per il nostro emisfero come data di inizio primavera il 20/21 febbraio (a seconda del bisestile, come quest'anno) ….

    Risposte

    Rispondere a Giorgio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  8. Cesare, 13.02.2020, 18:57

    ...ed inoltre della Svizzera NordAlpina invidio questi Fronti Freddi Temporaleschi anche in pieno Inverno. Qui altro non vediamo che Alta Pressione e Foehn.......Mi stupisco come mai la mia zona ha una media annua di 1150 mm e piu', come a Zurigo che pure e' a Nord delle Alpi, fra i Laghi, a ridosso delle Alpi e pure a 400 m slm...

    Risposte

    Rispondere a Cesare

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  9. Cesare, 13.02.2020, 18:52

    Ottimo Articolo, come sempre.
    Si segnalano Nevicate da sfondamento sulla Valle d'Aosta.
    Qui a Lentate (Monza) da nubi "strappate" di aspetto primaverile e' caduta una spruzzata bagnastrada, Foehnata in arrivo?

    Risposte

    Rispondere a Cesare

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione