I resti di Dorian

11 settembre 2019, 7 Commenti
Temi: Tempo

L’uragano che era passato sopra le Bahamas provocando notevoli danni ha causato sulle nostre regioni, fortunatamente, solo nuvole a media quota.

In Svizzera la giornata odierna è stata caratterizzata dall’aumento e intensificazione della nuvolosità che si è manifestata soprattutto nel pomeriggio. Cosa ha innescato questa tendenza?

Si tratta della coda di Dorian. Attraversando l’oceano Atlantico settentrionale l’uragano si è indebolito molto e la sua struttura nuvolosa è passata da quella tipica dei cicloni tropicali a forma di ricciolo a quella più allungata caratteristica delle depressioni extra-tropicali. Oggi la fascia nuvolosa che è rimasta spaziava dalle coste occidentali della Norvegia al Piemonte, e denotava in realtà la presenza di un fronte caldo.
 

Visione ingrandita: Fig. 1: Immagine satellitare con le depressioni e i fronti ad esse associate.
Fig. 1: Immagine satellitare con le depressioni e i fronti ad esse associate.

La traiettoria che ha seguito Dorian è abbastanza classica, in quanto i cicloni tropicali nascono nell’Oceano Atlantico a ovest delle coste africane, vengono sospinti dagli alisei verso ovest fino a sfiorare o interessare le coste americane, e si spostano poi verso latitudini più settentrionali dove vengono “agganciati” dalla corrente a getto che li spinge fin verso le coste europee. Questa ultima fase di vita – in gergo “extratropical transition” – è attualmente oggetto di ricerca, in quanto vi sono le prime evidenze che gli estremi di precipitazione sull’Europa sono a volte causati proprio da ex cicloni tropicali.

Animazione sorprendente dell'attività elettrica di Dorian durante la fase intensa.
 

Commenti (7)

  1. Giulia, 12.09.2019, 09:27

    Bellissimo l’articolo e la foto rende ancora di più per capire. Grazie

    Risposte

    Rispondere a Giulia

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. mike, 12.09.2019, 09:20

    Ieri al tramonto qui sul lago Maggiore era un incanto! Un cielo di leggere nuvole incredibilmente colorate di rosa ed arancione....un quadro meraviglioso....che fortuna abbiamo a vivere su questo pianeta che invece stiamo distruggendo per ingordigia di denaro e bramosia di prevalere l'uno sull'altro! Quando capiremo che i soldi non si possono mangiare, ci renderemo (forse) conto del disastro che abbiamo combinato ma a quel punto sarà già tutto irrimediabilmente compromesso e dovremo solo fare il mea culpa...."chi è causa del suo mal, pianga se stesso"!

    Risposte

    Rispondere a mike

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. Chiara, 12.09.2019, 01:03

    Al tramonto quelle nuvole hanno creato uno spettacolo di luci e colore stupefacente, per strada eravamo in tanti con il naso in su a guardare e fotografare

    Risposte

    Rispondere a Chiara

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Mari, 11.09.2019, 22:26

    forse "a ovest delle coste africane" ?
    grazie per gli articoli interessantissimi

    Risposte

    Rispondere a Mari

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Tiziano Tedoldi, 11.09.2019, 22:19

    Buonasera.
    Molto interessante grazie !

    Risposte

    Rispondere a Tiziano Tedoldi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  6. Elio, 11.09.2019, 21:28

    Bell'articolo, molto interessante.

    Risposte

    Rispondere a Elio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  7. Hermann, 11.09.2019, 20:57

    C’è per caso anche lo zampino dell’ex uragano nell’aver potenziato l’alta pressione delle Azzorre, prevista in fortissimo rinforzo nel weekend, per sbucare così all’improvviso, e con geopotenziali di tutto rispetto, dopo aver latitato per parecchio tempo?

    Risposte

    Rispondere a Hermann

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione