Prova di fortuna

12 luglio 2019, 5 Commenti
Temi: Tempo

Anche il gergo vuole la sua parte, e per descrive il tempo le definizioni non sono sempre univoche.

Immagine: imgur.com, nave in burrasca

 

Sulle navi da carico si parla spesso di prova di fortuna, ma ancor più di supposta avaria.

I due termini sono sinonimi, ma a cosa si riferiscono?

Quando si trasporta un carico, c’è sempre il rischio che questo arrivi danneggiato o avariato a destinazione e si devono stabilire le responsabilità assicurative. Si tratta spesso di danni per milioni di dollari, e nessun trasportatore vorrebbe pagarli.

Attribuire la responsabilità del danno alle avverse condizioni atmosferiche è la scappatoia migliore per tutti, salvo che per le compagnie assicurative. Ne sappiamo qualcosa qui al servizio previsioni, dato che riceviamo quasi quotidianamente delle richieste private, tese a dimostrare che i danni da riparare sono dovuti  al maltempo, e in particolare a fulmini, vento o precipitazioni.

Il buon navigante dunque, non appena incontra qualche perturbazione di rilievo, si premunisce, scrivendo a giornale i valori riscontrati e magari aumentandoli un po’, in mare aperto chi può verificare tali misure?

Si parla allora di “supposta avaria”: certificare che il mare grosso rompe in coperta, sballottando il carico o provocando infiltrazioni, oppure che il moto ondoso rallenta la nave, giustificando ritardi, copre la nave e l’armatore da eventuali responsabilità. Supposto sta per supporre un danno, anche se questo si potrà constatare solo dopo l'arrivo in porto.

Capita a volte che invece di supposta avaria alcuni utilizzino l’espressione “prova di fortuna”. Si tratta allora di naviganti  dell’area adriatica e in particolare di scuola veneziana o triestina, ma contrariamente a quanto tutti siamo portati a credere, la fortuna c’entra poco, se non a livello etimologico.

Il termine “fortunale”, che si trova nella scala Beaufort , sta per tempesta forte, un solo grado sotto l’uragano, e trae origine dall’augurio di fortuna che accompagnava i naviganti in occasione di questi eventi. Da qui l’espressione “prova di fortuna” usata per provare di essere stati investiti da un fortunale (o perlomeno da una burrasca), con possibili danni materiali.

 

Commenti (5)

  1. Stefano Moroni, 15.07.2019, 14:12

    Bellissimo articolo complimenti: ho navigato a vela nel Mediterraneo e la parola fortunale mi ha sempre affascinato per la storia che racchiude, per fortuna non ne ho mai incontrato uno.

    Risposte

    Rispondere a Stefano Moroni

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Giulia, 14.07.2019, 12:11

    Oltre che essere molto esaustivo è impressionante la foto per quanto concerne la forza della natura

    Risposte

    Rispondere a Giulia

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. LINUS, 13.07.2019, 15:37

    VOGLI ESSERE IL MARINAIO DI QELLA NAVE

    Risposte

    Rispondere a LINUS

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Tiziano Tedoldi, 12.07.2019, 22:42

    Buonasera !
    Molto interessante....grazie !!!

    Risposte

    Rispondere a Tiziano Tedoldi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. luca guanziroli, 12.07.2019, 20:40

    Splendido, semplice, intetessante ed esaustivo articolo. 8
    Bravi bravisdimi

    Risposte

    Rispondere a luca guanziroli

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione