Breve diluvio

11 giugno 2019, 11 Commenti
Temi: Tempo

Notte agitata, l’ultima, per molti abitanti della Valle Maggia, come buona parte delle valli superiori. Il passaggio di un’attiva linea di temporali ha provocato precipitazioni abbondanti con conseguente ingrossamento di fiumi e riali.

I temporali notturni sul locarnese, visti da Andreas Hostettler
I temporali notturni sul locarnese, visti da Andreas Hostettler

L’ampia zona depressionaria che ha determinato il tempo dell’intera regione alpina durante il fine settimana di Pentecoste ha fatto affluire aria molto umida e instabile verso il pendio sudalpino, che ha portato a precipitazioni abbondanti, ma lontane dai record storici.

Le precipitazioni si sono sviluppate sostanzialmente in tre fasi: due più intense (nella notte fra domenica e lunedì e nella serata di lunedì e notte sul martedì) e una più breve e meno intensa (nel  pomeriggio di lunedì). Complessivamente però la maggior parte delle precipitazioni è caduta sulle 24 ore della giornata di lunedì 10 giugno.

Animazione radar

Il vento in quota è ruotato nel corso dell’evento da sudovest a sud, portando ad uno spostamento del  baricentro delle precipitazioni: nella prima fase hanno interessato maggiormente una fascia fra le Centovalli e la Bassa Val di Blenio, nella terza fase una fascia fra Verbania  e la zona del Basodino / Alta Valle Bedretto.  Questo spostamento del baricentro delle precipitazioni è influenzato dalla direzione principale del vento in quota sopra la Pianura padana a circa 5000 m: con venti da sudovest (come era il caso nella notte fra domenica e lunedì) sono interessate  soprattutto le regioni centro-orientali del Ticino mentre con venti da sud (come era il caso nella notte fra lunedì e martedì) sono interessate soprattutto le regioni centro-occidentali del Ticino.

 

Visione ingrandita: Accumuli di precipitazioni su 24 ore
Accumuli di precipitazioni su 24 ore

Le precipitazioni hanno interessato in particolare la regione compresa fra il Sempione, il San Gottardo e il Verbano. Un triangolo tipico per precipitazioni abbondanti sul versante sudalpino, a seguito della conformità delle montagne che circondano la Pianura padana. Guardando una carta geografica ci si può rendere conto di come tali montagne formino un cuneo che convoglia l’aria che scorre sulla Pianura padana proprio verso la regione delle Centovalli e dintorni.

 

Visione ingrandita: Scariche elettriche misurate durante l’evento, i colori simboleggiano la distribuzione temporale delle scariche
Scariche elettriche misurate durante l’evento, i colori simboleggiano la distribuzione temporale delle scariche

Particolarmente intensa è stata anche l’ attività elettrica durante l’evento, localmente sono state registrate fino a oltre 4600 scariche. Di che non far dormire chi ha il sonno leggero.

Qui di seguito ecco una serie di misure raccolte da stazioni presenti sul territorio, che illustrano l’evento. Il periodo di ritorno di simili precipitazioni è di pochi anni, a testimonianza che non si tratta di un evento particolarmente eccezionale (fatto eventualmente eccezione per le piogge cadute in Val Bedretto).

 

Visione ingrandita: Tabella con le precipitazioni (in mm) cadute fra le 00:00 e le 23:59 UTC del 10 giugno 2019 così come misurate dalle stazioni di misura di MeteoSvizzera e del Cantone Ticino (quelle con (*) ).
Tabella con le precipitazioni (in mm) cadute fra le 00:00 e le 23:59 UTC del 10 giugno 2019 così come misurate dalle stazioni di misura di MeteoSvizzera e del Cantone Ticino (quelle con (*) ).

I valori indicati nella tabella sopra sono i cumuli complessivi sulle 24 ore. Essendo state le precipitazioni a carattere temporalesco significa che le piogge sono cadute “concentrate” in poco tempo. Ad esempio sono da segnalare i 43,2 mm in un’ora a Cevio oppure i 48 mm sempre in un’ora di Camedo (stazione Cantone Ticino).

Gli effetti delle intense precipitazioni non sono mancati sul territorio, ma fortunatamente non si segnalavo episodi gravi, ecco una carrellata di alcune fra tante immagini che sono arrivate sul nostro social Amici di MeteoLocarno:

Commenti (11)

  1. Marco, 14.06.2019, 11:15

    Salve, è possibile sapere anche i quantitativi di neve caduti in quota? Tipo sopra i 2700?

    1. Dario, 14.06.2019, 16:15

      Anche a me interessa, ma temo che con le temperature dei giorni scorsi la neve si sia fermata sopra i 3000 metri.

  2. Fabio Rossi ....., 12.06.2019, 10:22

    Valle d'Ossola, sud Alpi, sventagliata di fulmini e temporali forti, sembrava diluvio universale. Fiumi e torrenti in piena, frane, smottamenti in alcune zone tipo Val Formazza paese, ponte di Formazza, frana staccata dalla cima della montagna a momenti porta via in paese, un po in paese è entrata, detriti di roccia e sassi insieme a fango e alberi, piovuto moltissimo tra maggio e giugno. Qui speriamo che ora volga al bello e clima estivo, sereno martedì.

    1. team MeteoSvizzera, 12.06.2019, 11:00

      Ci siamo permessi di aggiungere un paio di virgole, che ci sembrava le fossero sfuggite.

  3. ll, 12.06.2019, 08:32

    Questo tempo non è normale, temporali assurdi succedevano ogni 10 anni non ogni due notti. Mah

  4. Sacha, 11.06.2019, 23:35

    Impressionanti le immagini del maltempo di lunedì notte ma volevo chiedervi amici di Meteosvizzera come mai sul Mendrisiotto la stessa notte nemmeno una goccia d'acqua? Malgrado le correnti fossero da sud? Saluti e grazie in anticipo per la risposta

    1. MeteoSvizzera, 12.06.2019, 07:33

      In questo caso entra in gioco il sollevamento orografico che innesca i rovesci e temporali sui rilievi e verso le Alpi. Il Mendrisiotto si trova troppo a sud dei primi rilievi per essere interessato da questo effetto. Un forte gradiente nord - sud delle precipitazioni è tipico in queste situazioni.

  5. Mau, 11.06.2019, 19:56

    Interessante la spiegazione del baricentro delle precipitazioni ! Pensavo che con i venti in quota da sud le precipitazioni potevano essere abbondanti anche nel Sottoceneri. Invece, dove vivo, nel Malcantone, le precipitazioni sono state scarse.

    1. MeteoSvizzera, 12.06.2019, 07:33

      vedi risposta a @Sacha

    2. Alberto, 12.06.2019, 09:59

      Confermo la scarsità di precipitazioni anche qui in val Marchirolo dove i temporali sono la norma in caso di perturbazione da SW

    3. Sacha, 12.06.2019, 14:29

      Grazie mille amici di Meteosvizzera per la spiegazione però la scorsa notte ci sono stati temporali importanti anche qui sul Mendrisiotto saluti