La prima metà di maggio più fredda degli ultimi anni in Svizzera

17 maggio 2019, 6 Commenti
Temi: Clima

La prima metà di maggio del 2019 è stata la più fredda degli ultimi 30 anni in Svizzera. In questo blog cerchiamo di capirne le cause e abbozziamo una classificazione climatologica.

A parte qualche eccezione, la prima metà di maggio è stata troppo fredda a livello nazionale. Più scura è la tonalità del blu, più fredde sono state le temperature a confronto della norma pluriennale 1981 – 2010.
A parte qualche eccezione, la prima metà di maggio è stata troppo fredda a livello nazionale. Più scura è la tonalità del blu, più fredde sono state le temperature a confronto della norma pluriennale 1981 – 2010.

Prima metà di maggio molto fredda - le cause

Uno sguardo all'analisi dei campi di pressione (isobare) e dei fronti delle ultime due settimane ci offre la possibilità di ricercare le cause di queste temperature decisamente più fredde rispetto alla norma:

I primi giorni di maggio sono stati caratterizzati dall’afflusso di aria fredda proveniente da nord e nord-ovest. Gli attori principali erano o la bassa pressione sopra la Scandinavia oppure l’alta pressione con centro sulle isole britanniche. Entrambi i sistemi, con modalità differenti, dirigevano l’aria fredda verso l’Europa centrale. Sono mancate all’appello sia le alte pressioni stabili sulla regione alpina sia le situazioni da sud-ovest con afflussi di aria mite dal Mediterraneo.

Mentre alle basse quote il cambio dell’armadio è rimandato, in montagna le basse temperature hanno permesso al manto nevoso di mantenersi a livelli elevati per la stagione: soprattutto nelle Alpi centrali e orientali c'è ancora molta neve per metà maggio.

Uno sguardo ai valori dell'innevamento ad Arosa o sul Weissfluhjoch illustra l'impressionante altezza della neve ancora presente.

Sgombero della neve sul passo del Furka:

Classificazione climatologica

Maggio 2019 è stato finora insolitamente freddo. Sull’Altopiano è stata la prima metà di maggio più fredda degli ultimi 30 anni. La temperatura media ha raggiunto 9,2 °C, poco meno di 4 °C al di sotto della media dell'attuale periodo di riferimento 1991-2020. In precedenza si ebbe una valore inferiore nel 1991, con 8.2 °C di temperature media per le prime due settimane di maggio, sempre sull’Altopiano.

Alle basse quote a sud delle Alpi una prima metà di maggio relativamente fresca può verificarsi più di frequente. Negli ultimi 20 anni ci sono stati tre eventi con temperature marcatamente inferiori agli attuali 13,4 °C.

Riscaldamento significativo sul lungo termine

La prima metà di maggio insolitamente fredda, è un evento raro nell'odierno clima di maggio dell’Altopiano. Nel periodo preindustriale dal 1871-1900, temperature medie inferiori a 8 °C si verificavano di tanto in tanto. La temperatura media in quel periodo raggiungeva i 10.4 gradi. Da allora è aumentata di 2.6 °C e oggi è di 13.0 gradi.

Per un lungo periodo alle basse quote a sud delle alpi la temperatura della prima metà di maggio non ha subìto variazioni significative dall’inizio delle misurazioni. Il forte aumento della temperatura si è poi verificato tra la fine degli anni ’80 e gli anni ’90, con un rapido aumento di 1.7 gradi.

Riscaldamento nonostante il freddo

Il riscaldamento della prima metà di maggio è un chiaro segnale del riscaldamento globale. Anche se quest'anno la prima metà di maggio è risultata insolitamente fredda, il segnale di riscaldamento indicato dai valori degli ultimi decenni non ha perso nulla del suo significato. La prima metà di maggio è tipicamente calda nel clima odierno rispetto all'intera serie di misurazioni.

Commenti (6)

  1. John, 27.05.2019, 18:20

    Sono anni che alcuni scienziati ipotizzano per il prossimo decennio l’inizio di un ciclo di scarsa attività solare - minimo di Mauder - , probabilmente siamo solo all’inizio di un raffreddamento del clima la cui durata potrebbe durare fino alla fine del secolo!! Se cosi fosse l’umanità avrà molto più tempo per pianificare l’utilizzo di fonti di energia non fossile per contenere l’effetto serra ed Il riscaldamento globale che affliggerà i nostri pronipoti del 22° secolo! Vuoi vedere che ha ragione Trump! 😏

    Risposte

    Rispondere a John

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 28.05.2019, 08:47

      Pubblichiamo il suo commento al fine di specificare un paio di elementi:
      - “alcuni scienziati” non è una fonte attendibile. Le ipostesi su un tema molto importante come il cambiamento climatico DEVONO sempre essere correlare da referenze scientifiche.
      - Il minimo di Mauder è una presa in giro. Il minimo di Maunder (con la “n") è esistito veramente, attorno al 1600-1700.

  2. Dario, 18.05.2019, 17:12

    Speriamo in un'estate altrettanto fresca, ne gioveremmo noi e i ghiacciai!
    P.s. circa una settimana fa vi ho contattati privatamente per chiedere alcune informazioni su temporali e clima, ma ad oggi ho ricevuto solo la risposta automatica. Non dimenticatevi :P

    Risposte

    Rispondere a Dario

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. michea seddio, 18.05.2019, 13:53

    Ho letto anche io spesso (su internet, fonti discutibili)che durante gli anni 70 e 80 ci fu un abbassamento delle temperature con una temporanea avanzata dei ghiacciai alpini. Poi che negli anni 90 e 2000 invece riprese l'incremento termico. Poi infine da alcuni anni sento pareri contrastanti su una possibile flessione o stabilizzazione termica dovuta alla quiescenza solare in atto, e dall'altra parte invece viene ribadita la teoria del surriscaldamento globale. Al di là delle implicazioni politiche ed economiche mi interesserebbe sentire un parere di meteosvizzera (che esponete gli argomenti sempre in modo il piu possibile neutrale e scientifico) sulla questione dell'attività solare più debole di questi anni e della sua relazione con il clima attuale e futuro. Grazie anticipatamente e buona domenica!

    Risposte

    Rispondere a michea seddio

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Guido, 18.05.2019, 08:48

    L'ultimo grafico dell'articolo mette bene in evidenza che l'aumento delle temperature è graduale ed è iniziato addirittura a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, al termine della Piccola Età Glaciale. Vi è stato però un ritorno a temperature più basse nel più recente periodo 1961 - 1990, che risulta di difficile comprensione seguendo le teorie del riscaldamento globale in atto.

    Risposte

    Rispondere a Guido

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Simone, 17.05.2019, 22:44

    È per via del sole "fiacco" una nuova piccola era glaciale è alle porte 😎😊

    Risposte

    Rispondere a Simone

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione