Potente incursione invernale al nord

14 marzo 2019, 8 Commenti
Temi: Tempo

L’inverno non ha detto l’ultima parola a nord delle Alpi. Cospicue nevicate interessano infatti il versante nordalpino in queste ore. Un’allerta di grado 3 per la neve è stata emessa da MeteoSvizzera per le regioni a ridosso delle Alpi, al nord.

All'interno di forti correnti nordoccidentali, oggi un fronte caldo ha raggiunto la regione alpina ed è all’origine, fino a venerdì sera, di precipitazioni importanti nelle regioni esposte a nordovest. La fase più intensa è attesa tra questo pomeriggio e venerdì mattina. Fino a venerdì sera sono previsti da 50 a 80 mm di precipitazioni, con un limite delle nevicate che oggi, lungo il versante nordalpino, salirà a circa 1100 metri, venerdì temporaneamente a 1500 - 2000 metri a partire dalle regioni più occidentali. Nelle vallate interne delle Alpi il limite delle nevicate resterà per lo più fino al fondovalle e dovrebbe risalire solamente a partire da venerdì pomeriggio.
 

La probabilità di raggiungere o superare 1 metro di neve fresca in 72 ore è compresa tra il 40 e il 70% nelle Prealpi occidentali, in Vallese, nell'Oberland bernese, nella Svizzera centrale e nelle Alpi glaronesi, mentre nelle altre regioni è inferiore al 40%.
 

Visione ingrandita: Fig. 3: Quantità di precipitazioni previste in 24 ore, da giovedì  alle 18:00 a venerdì ore 18:00, secondo il modello COSMO-E.
Fig. 3: Quantità di precipitazioni previste in 24 ore, da giovedì alle 18:00 a venerdì ore 18:00, secondo il modello COSMO-E.

Alcuni modelli sono favorevoli a dare maggiori probabilità che si arrivi a superare 1 metro di neve fresca, altri modelli sono più restii.

Sabato in mattinata ci saranno le ultime precipitazioni poi il tutto dovrebbe esaurirsi.
 

Commenti (8)

  1. Chiara, 16.03.2019, 12:37

    Che fare? Limiamo le Alpi e le abbassiamo per far passare le nuvole? Tanto le montagne crescono :-PPP

  2. Tiziano Tedoldi, 15.03.2019, 09:16

    Buongiorno !
    Come al solito....purtroppo...il consueto e ormai cronico,riproporsi 'viziosamente',per il versante meridionale delle Alpi, di situazione da sbarramento secca, ventosa e siccitosa. Oggettivamente, queste martellanti ed insistenti situazioni di sbarramento non possono essere che deleterie a tal punto, ormai, di incrementare, esponenzialmente un regime di marcato deficit di precipitazioni al Sud delle Alpi con gli effetti negativi, noti a tutti noi .
    Ci consoliamo, accedendo, in tempo reale, alla webcam di Livigno https://www.livigno.eu/webcam/zona-pedonale/12805 che pur essendo in provincia di Sondrio(la nostra stessa provincia di appartenenza) è comunque, orograficamente disposto a raccogliere sia le precipitazioni proveniente da Sud che quelle proveniente da Nord/Nord Ovest.
    Buona giornata.

    1. andreas, 15.03.2019, 20:05

      Dai che tra 60 anni non ci siamo più..

  3. Luca01, 15.03.2019, 07:30

    Buongiorno, anche se arriva da nord, l’importante è che arrivi qualche precipitazione….. ai tempi della mia gioventù probabilmente avrebbe portato qualche cm di neve fino a Bellinzona, ma come sappiamo le cose sono cambiate.
    Mi lascia comunque sempre più perplesso il sistema d’allarme. Giovedì scorso avete emanato un allarme 3 per la Val Bedretto, alla prova dei fatti è risultato sopra stimato. Ora guardando le previsioni da voi pubblicate COSMO, GFS ed IFS tutti concordano con una previsione in val Bedretto (Verde-Gialla) da 30-50 mm (corrispondenti a ca 30-50 cm di neve), come mai in questo caso non è stata emanata un' allarme? La prova dei fatti sta dimostrando che ad ora abbiamo già più cm di neve che non lo scorso giovedì a fine evento. Forse continuo a ripetermi, ma questo sistema d’allarme per essere credibile ha bisogno di una grande revisione.

    1. MeteoSvizzera, 16.03.2019, 08:09

      @Luca01 Buongiorno,

      Le nostre previsioni, fra le quali anche le allerte, sono analizzate a posteriori in modo da capire se e come si possono migliorare. Nei prossimi giorni analizzeremo anche l'evento appena concluso e cercheremo di trarne le corrette indicazioni in un'ottica di miglioramento continuo. Considereremo anche le sue osservazioni. Grazie per averle inviate.

  4. ll, 14.03.2019, 20:12

    E si scia ancora per un po'!!

  5. Damiano, 14.03.2019, 19:23

    Peccato che in Ticino l'inverno - che non c'è stato - è già finito.
    Conservo la speranza che, se tutto va bene, ben presto mi sposterò a vivere a nord delle alpi. I cambiamenti climatici sono realtà in tutta Europa, ma in Ticino siamo davvero messi male e peggio che nelle altre regioni.

    Forse è il caso di rivedere la dicitura "bel tempo" associata al sole. Perché questa siccità, unita a temperature insopportabilmente calde per la stagione, è davvero preoccupante.

    Grazie ragazzi di MeteoSvizzera per i sempre tempestivi e comprensibili articoli!

    1. mike, 15.03.2019, 10:59

      Vero, gli sconquassi climatici sono a livello planetario e mai come ora ne stiamo verificando le conseguenze. Qui, a sud delle Alpi, la situazione si sta' facendo giorno dopo giorno sempre più preoccupante, solo e sempre favonio, sole, e temperature esagerate, quando sarebbe la regola che piovesse (e tanto) per scongiurare un disastro estivo dalle proporzioni inimmaginabili! In pratica, novembre a parte, è da oltre sei mesi che perdura questa maledetta siccità...un incubo infinito!