Ancora favonio

11 febbraio 2019, 5 Commenti
Temi: Tempo

Dopo le deboli precipitazioni portate dalla tempesta invernale Uwe oltre l’arco alpino ecco di ritorno il vento da nord, e si riparte per un periodo asciutto e soleggiato.

Le pendici del Camoghè spazzate dal vento.
Le pendici del Camoghè spazzate dal vento.

Le precipitazioni che hanno superato le Alpi nella tarda serata di ieri sono esigue, pochi millimetri a sud del Ticino ed una decina direttamente a ridosso della catena alpina.

 

Visione ingrandita: Accumuli di neve in 24 ore entro oggi, 11.02.2019 09:00 ora locale.
Accumuli di neve in 24 ore entro oggi, 11.02.2019 09:00 ora locale.

Se a nord delle Alpi la neve è tornata ad imbiancare i rilievi, a sud pochi centimetri sono caduti nelle vallate a ridosso della catena alpina. Questa mattina si misuravano 9 cm di neve fresca a  a Bosco Gurin, 22 cm a Robiei, 14 cm ad Airolo e 10 cm San Bernadino. Questi miseri apporti sono poi stati sicuramente spazzati dal vento tempestoso che ha raggiunto i 70-80 km/h sui rilievi prealpini. La raffica massima della giornata è stata misurata più a sud, al Monte Generoso con 96.8 km/h.

 

Visione ingrandita:

Durante un intervento alla stazione di Biasca, questa mattina, i cieli da sud e nord segnavano ancora la spinta delle precipitazioni oltre la cresta alpina, il vento era già ben presente in bassa valle.

 

Visione ingrandita: Stazione SwissMetNet di Cimetta, immagine di Lorenzo Clementi.
Stazione SwissMetNet di Cimetta, immagine di Lorenzo Clementi.

Il sole sorge oltre la nuvolosità su Cimetta spazzata dal vento, con raffiche che hanno toccato i 66.2 km/h, sicuramente non significative ma sufficienti per togliere i pochi centimetri di neve caduti e spostarli verso valle.

 

Visione ingrandita: Vista da Cimetta, immagine di Lorenzo Clementi
Vista da Cimetta, immagine di Lorenzo Clementi

Il Locarnese e il suggestivo delta della Maggia resta ancora in ombra, fortunati coloro che sfidando il vento hanno potuto godere il sole in anteprima. Le temperature comprese fra -3 e -5 gradi non erano particolarmente rigide, considerando però l’effetto raffreddante del  vento la temperatura risentita si portava verso i -15 gradi.

La pianura ha invece sofferto di una nuova giornata favonica, con temperature massime che si sono portate fin verso i 13 gradi.

 

Visione ingrandita:

Ultima immagine degna di nota della giornata odierna, le bellissime onde orografiche che questa mattina si sono formate a partire dei rilievi Sardi, grazie ai forti venti in quota associati al transito del saccatura.

Commenti (5)

  1. Tiziano Tedoldi, 12.02.2019, 21:07

    BASTA FAVONIO !!!!! BASTA !!!!!!!!!!!!

    Risposte

    Rispondere a Tiziano Tedoldi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. mike, 12.02.2019, 18:50

    Inverno??? Non pervenuto! Dicembre, gennaio e ora Febbraio hanno partorito qui sul medio Verbano poco meno di 30mm di pioggia ma tanto troppo favonio.....superfluo ogni commento! E le prospettive al momento sono terribili!

    Risposte

    Rispondere a mike

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. Alex, 12.02.2019, 14:27

    Giornata da marzo inoltrato...per fortuna abbiamo avuto una decina di giorni di inverno tra il 24 gennaio e i primi giorni di febbraio con una bella nevicata...per il resto del periodo stagione invernale non pervenuta.

    Risposte

    Rispondere a Alex

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  4. Livio Menghi, 12.02.2019, 08:51

    MORBEGNO ORE 8 temperatura _1 guardando le temperature del Ticino 8 È il solito fohn nord ovest ché barba soo stuf

    Risposte

    Rispondere a Livio Menghi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Andrea 1, 12.02.2019, 00:25

    Nel vento e nelle sue raffiche, presi da particolare suggestione, ogni tanto par di sentire delle voci...
    Sono le parole di insoddisfazione per la situazione meteo. Tranquilli, l’Italia sta alzando il livello dello zero lacuale per poter “godere” di elevati volumi d’acqua fin sull’uscio di casa quando inizierà la “stagione delle piogge” primaverili. E lì le voci si sentiranno negli scrosci d’acqua, un po’ come per le conchiglie. Ogni periodo estremo prima o poi finisce, salvo per reincarnarsi in uno diametralmente opposto e, speriamo non peggiore.
    Tutto dejà vu nei secoli passati, basta andare nelle chiesette delle nostre valli dove le pareti sono tappezzate di ringraziamenti e tristi ricordi e non un solo lamento, ma un silenzioso rispetto.

    Risposte

    Rispondere a Andrea 1

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione