Record di temperatura

12 settembre 2018, 11 Commenti
Temi: Tempo

Alla stazione della Jungfraujoch è stato battuto ieri il record per la tamperatura massima misurata nel mese di settembre.

Dal Bettmerhorn, il Cervino sullo sfondo (Foto: G. Della Bruna)
Dal Bettmerhorn, il Cervino sullo sfondo (Foto: G. Della Bruna)

Giornata calda

Visione ingrandita: Fig. 1: Cartina della Svizzera con le temperature massime misurate ieri su tutto il territorio.
Fig. 1: Cartina della Svizzera con le temperature massime misurate ieri su tutto il territorio.

La giornata dell'11 settembre è stata calda, localmente tropicale.
I termometri di MeteoSvizzera hanno rilevato massime di 30.4 gradi a Sion, 28.9 a Ginevra, 27.7 a Neuchâtel.
Record di temperatura sono stati battuti ieri a Wynau (BE) dove sono stati raggiunti 30.1 gradi e sulla  Jungfraujoch (3580 m) dove sono stati misurati 10.8 gradi, l’ultimo record era di 9.7 gradi  rilevati il 9 settembre 2000.
 

Visione ingrandita: Fig. 2: Ghiacciaio dell'Aletsch ripreso ieri, 11 settembre 2018 (Foto: Guido Della Bruna)
Fig. 2: Ghiacciaio dell'Aletsch ripreso ieri, 11 settembre 2018 (Foto: Guido Della Bruna)

Le temperature sono state nettamente sopra la norma quest’anno sulla Jungfraujoch. Durante il mese di luglio e agosto le minime sono scese sotto zero gradi 33 volte e le massime sono rimaste inferiori a 0 ° C solo 2 giorni. Normalmente si riscontrano temperature minime negative 44.9 volte fra luglio e agosto, 12 volte le massime negative. Da inizio settembre le temperature massime sono state negative in 3 giornate.
 

 

Commenti (11)

  1. Simo, 14.09.2018, 16:25

    Il vero problema è che non sappiamo cosa ci aspetta. Cosa succederebbe se in Ticino arrivasse l'estate sarda dell'83? 47 gradi di giorno, 35 di notte più gli incendi per almeno due settimane. E' altamente improbabile ma non impossibile, la Sardegna non è lontana.

    Sarebbe una catastrofe e non siamo preparati per eventi del genere.

    Credo che stiamo sottovalutando la situazione. Non abbiamo nemmeno un piano per rinunciare ai combustibili fossili e questo è un passo obbligatorio se vogliamo tornare indietro.

  2. Gaetano7, 13.09.2018, 17:26

    Articolo corto, ma molto bello. Anche se non ho molto tempo ne trovò sempre per leggere questi articoli!! Record battuto!!
    SALUTI

  3. Ivan, 13.09.2018, 16:27

    Finché si continuerà a dipendere quasi esclusivamente dal fossile potrà solo peggiorare. Ormai il cambiamento climatico è in atto ed inarrestabile, l'unica cosa da fare è sperare che i danni non saranno su scala globale e catastrofici. Comunque il discorso è molto ampio, bisognerebbe parlare di Kyoto, Parigi, aumento demografico, PIL destinato alle fonti rinnovabili, benessere e sviluppo dei paesi emergenti ecc ecc

  4. Ro, 13.09.2018, 15:13

    lo zero termico dov'era ieri? oltre la Punta Dufour? :(

  5. Giuliana, 13.09.2018, 11:29

    Grazie della breve notizia basata su dati.
    Fintanto che il fattore demografico continuerà a salire, ci sarà poco da fare, hai voglia che ci si riempia la bocca di parole come "sostenibilità", "eco-friendly", ecc. sono tutte quisquilie e pinzillacchere per mettersi a pace la coscienza, in confronto al costante aumento della presenza antropica.

    1. Ro, 13.09.2018, 15:12

      La politica del figlio unico la estenderei al mondo intero, non solo in Cina! (ah già...l'hanno tolta in Cina....ok, siamo nella M)

  6. mike, 13.09.2018, 09:46

    Non c'è che dire, avanti di questo passo ci sarà solo da soffrire e piangere lacrime amare per tutto quello (schifo) che abbiamo combinato a livello planetario. Temo che ormai ci siamo avviati sulla via del non-ritorno e le conseguenze che ci toccherà subire saranno sempre più catastrofiche! Non si tratta di essere pessimisti ma solo realisti, purtroppo!

  7. Daniele, 12.09.2018, 21:58

    Visto ciò che si prospetta nelle prossime settimane con grandissima probabilità settembre 2018 risulterà il più caldo in assoluto dall'inizio delle misurazioni, dopo un aprile da record e la terza o quarta estate più calda di sempre. Un semestre a dir poco terrificante, il riscaldamento globale sembra galoppare a una velocità pazzesca, con buona pace dei negazionisti. Poveri noi. Un cordiale saluto a Voi.

  8. Leonardo Delcò, 12.09.2018, 21:17

    Cosa dire? Terribile. L'altro giorno una "signora" originaria del nord mi diceva: ok, da noi può fare caldo, ma porco cane sono degli episodi isolati, poi si ritorna a condizioni che ci permettono di fare una vita normale, di lavorare, di spostarci senza imprecare staendig, senza l'assillo del posteggio all'ombra... Qui da noi no, almeno 3 mesi di martellamento, di sofferenze, di tortura... ... emigrare? Se uno se lo può permettere... (Fra un po', con l'arrivo dell'interminabile inverno ticinese, avremo il problema opposto, quello di scappare al caldo, non fosse che per qualche sparuto giorno...)

    1. Andreas, 13.09.2018, 19:05

      Ma di che inverno parla? Qualche sparuto giorno di caldo?fa sempre caldo..anche in inverno!

  9. Andreas, 12.09.2018, 20:37

    Male..molto male..e non si vede uno spiraglio di miglioramento.il miglioramento inteso come pioggia e ricircolo di aria😣