Potrebbe anche piovere

2 ottobre 2018, 4 Commenti
Temi: Tempo

E dopo questa affermazione probabilmente qualcuno dirà: Ma come? Ieri pioveva!

Anche vero, lunedì ha piovuto, ma i quantitativi erano minimi  e con il successivo arrivo del vento da nord sono stati asciugati ancor prima di poter risolvere minimamente il periodo asciutto.  Fiumi e laghi sono lì da vedere, qui sopra il Riarena, presso Cugnasco, non riesce ormai più a raggiungere il fiume Ticino, il lago Maggiore segna 192.31 m di quota, circa un metro sotto la media mensile. Il minimo storico del 1949 per ottobre, con 192.13, non sembra più così lontano.

 

Visione ingrandita: Fig. 1: Accumuli di 24 ore sulla giornata di Lunedì, da dati radar correlati ai dati pluviometrici al suolo.
Fig. 1: Accumuli di 24 ore sulla giornata di Lunedì, da dati radar correlati ai dati pluviometrici al suolo.

Lunedì sono caduti generalmente meno di 5 mm di pioggia sul territorio Ticinese, solo a ridosso delle Alpi, con Robiei 10.1 mm, e all’estremo sud, con Stabio 9.4 mm, è caduta qualche goccia in più.

Nei discorsi al bar non è rara la battuta sul fatto che la pioggia scarseggia, fiumi asciutti, laghi bassi,  chi crede che a furia di non piovere la pagheremo con nevicate eccessive verso l’inverno, o che ci troveremo il lago in piazza in novembre. Se la legge di compensazione in natura non si applica, sembra che nel parlar comune ci si aspetti sempre ad una compensazione di quanto non piovuto.

 

Visione ingrandita: Fig. 2: Precipitazioni di settembre a confronto delle media pluriannuale 1981-2010
Fig. 2: Precipitazioni di settembre a confronto delle media pluriannuale 1981-2010

Dopo un estate che di pioggia ne ha vista poca, settembre ha segnato un deficit netto delle precipitazioni.  Agli inizi di ottobre è difficile segnare una tendenza per il mese a venire, ma attualmente, salvo le deboli precipitazioni previste sulla prossima domenica, e un’instabilità più marcata sulla prossima settimana, non si vedono piogge consistenti all’orizzonte.

 

Visione ingrandita: Fig. 3:  La gola del Piottino, oggi.
Fig. 3: La gola del Piottino, oggi.

Concludiamo con il Piottino, che con il Ticino a soli 1.1 m3/s di portata, sembra anche lui avere la gola secca.

Commenti (4)

  1. Marco da Robbiate, 3.10.2018, 16:59

    Certamente non esiste una legge di compensazione, ma a fronte di una circolazione atmosferica generale poco dinamica, dove le configurazioni tendono a rimanere sulla stessa area geografica per lunghi periodi, quando ad una che porta tempo siccitoso ne segue un'altra che porta tempo con molte precipitazioni e anche questa rimane per un periodo piuttosto prolungato, si può avere l'impressione di una forma di compensazione, ma non è così.

  2. Ruth, 3.10.2018, 12:21

    Dovremmo forse pensare alle danze della pioggia...😉

  3. mike, 3.10.2018, 10:21

    La cosiddetta legge di compensazione forse poteva avere una logica quando ancora gli equilibri meteo erano tali, oggi tutto è scompensato e fragile e teorie del genere non hanno più senso, purtroppo! Un tempo non lontano i tre mesi autunnali erano una preziosa fonte di riserva d'acqua e l'inverno, con le sue belle e consistenti nevicate, ci metteva al riparo da potenziali periodi di siccità....ora non ci resta che iniziare novene e danze della pioggia!
    Saluti a tutti e buona giornata.

  4. franco, 2.10.2018, 19:56

    Già. In meteorologia la legge di compensazione non esiste.
    È vero si sente spesso. "Quando pioverà non la smettetera più".
    Quando invece piove per lunghi periodi non si sente dire "Quando tornerà il bel tempo non ci abbandonerà più.