Ambito dei contenuti

Svizzera ombelico d'Europa

11 maggio 2019, 1 Commento
Temi: Tempo

Il minimo barico della depressione in transito da nord-ovest verso sud è sopra il nostro Paese proprio al momento della redazione di questo blog, nel quale proviamo a capire alcune particolarità della perturbazione odierna.

Un sistema di bassa pressione proveniente dall’Atlantico ha attraversato oggi le Alpi. Il fronte freddo ad esso associato, non ben strutturato, ha raggiunto la Svizzera nel pomeriggio.

Una situazione per certi versi particolare (ma non rara) e molto dinamica: sulle nostre regioni è dapprima transitato un fronte freddo, poi in serata ci siamo trovati sopra la testa il minimo barico della depressione, diretto verso l’Italia.

Questo ha avuto due conseguenze:

  • dopo il passaggio del fronte freddo, non c’è stata la classica “spazzata” con ampie schiarite. Il minimo barico infatti è ancora in zona e la massa d’aria rimane quindi instabile e umida. In poche parole: c’è ancora molta nuvolosità.
  • nonostante l’aria più fresca affluisca già verso il pendio nordalpino, il che solitamente causa il rialzo della pressione al nord e quindi la creazione del gradiente di pressione con il sud, il minimo barico si trova ancora a nord delle Alpi. Quindi l’effetto di rialzo della pressione risulta rallentato. Il gradiente si rafforzerà rapidamente quando il minimo barico varcherà le Alpi verso sud proseguendo poi verso la Pianura Padana.

Commenti (1)

  1. Cesare, 11.05.2019, 23:16

    Una quantità di grandine come chicchi di caffe, caduta verticale della temperatura tutto cio' in poco tempo pazzesco. Ciao Meteosvizzera