Ambito dei contenuti

Quando l'aria sale, la pioggia scende

24 aprile 2019, 5 Commenti
Temi: Tempo

Una marcata situazione di sbarramento orografico ha causato oggi precipitazioni intense sul versante sudalpino.

Una vasta area di bassa pressione ad ovest dell’Irlanda, ben visibile nell’animazione sotto, convoglia per alcuni giorni aria umida e mite dal Mediterraneo verso le Alpi. Tale depressione si sposterà solo lentamente verso ovest, in quanto sull’Europa orientale è ben presente un forte anticiclone. Le correnti meridionali umide e miti incontrano nel loro spostamento verso nord la catena alpina, e sono quindi forzate al sollevamento. L’aria che sale si raffredda e l’umidità in essa contenuta condensa, dando luogo a precipitazioni. Sulla Svizzera meridionale quest’ultime sono iniziate già martedì mattina, intensificandosi nella notte su mercoledì. Nella giornata odierna il fronte freddo associato ad una depressione secondaria sulla Francia ha raggiunto la Svizzera, provocando un’accentuazione delle precipitazioni che hanno assunto in parte carattere temporalesco.
 

I quantitativi di pioggia più elevati sono stati misurati tra le Centovalli e la Valle Onsernone, regioni in cui il meccanismo di sbarramento orografico e la conseguente formazione di precipitazioni è molto efficiente. Fino alle 18 di mercoledì la stazione di Mosogno in valle Onsernone aveva misurato 115 mm di pioggia, ma valori attorno a 100 mm sono stati misurati anche più a nord in Valle Maggia.
 

Visione ingrandita: Fig. 2: Stima della precipitazione caduta sul versante sudalpino fino alle 18 di mercoledì secondo CombiPrecip, elaborazione che considera i dati delle stazioni di rilevamento al suolo e quelli misurati dal radar meteorologico.
Fig. 2: Stima della precipitazione caduta sul versante sudalpino fino alle 18 di mercoledì secondo CombiPrecip, elaborazione che considera i dati delle stazioni di rilevamento al suolo e quelli misurati dal radar meteorologico.

La massa d’aria piuttosto mite ha permesso la caduta di neve solamente oltre i 2000 metri circa. Un complesso algoritmo di MeteoSvizzera utilizza i dati del radar meteorologico per classificare il tipo di precipitazione. Come si può notare nella figura 3, che presenta una sezione verticale da Chiasso al San Gottardo attorno all’ora di pranzo, al di sotto dei 2000 metri la precipitazione è stata sotto forma di pioggia, mentre tra 2000 e 2300 metri circa si è trattato di neve bagnata. Solamente al di sopra di questa quota sono caduti solamente cristalli di neve, mentre la pioggia caduta a quote inferiori ha provocato un ingrossamento dei fiumi.
 

Visione ingrandita: Fig. 3: Sezione verticale da Chiasso al S. Gottardo.
Fig. 3: Sezione verticale da Chiasso al S. Gottardo.

 

Giovedì la situazione di sbarramento sarà temporaneamente più debole ma già dalla serata l'afflusso di umidità verso le Alpi aumenterà nuovamente e le precipitazioni torneranno ad essere sostenute. Per aggiornamenti seguite i bollettini.

 

Commenti (5)

  1. Andrea 1, 26.04.2019, 11:10

    Questa notte e anche in mattinata i quantitativi d'acqua sono stati importanti (mi riferisco alle Centovalli), sicuramente il buonumore dei gestori delle centrali idroelettriche ha raggiunto livelli ottimistici. Un po' meno per gli agricoltori del piano per le colture appena messe a dimora, che assomigliano più a delle ninfee che a future zucchine.
    Sarebbe interessante se pubblicaste l'animazione (fig. 1) e la stima (fig. 2), ma anche la sezione verticale (fig. 3) riferite al periodo tra le 24h00 e le 12h00 (26 aprile), é possibile ?
    Magari con un vostro commento per meglio relazionare i diversi dati.
    Quanto ha influito la goccia d'aria fredda in quota ? In mattinata nelle regioni occidentali ha anche, seppur brevemente, grandinato.
    Grazie per queste interessanti "incursioni esplicative" con tabelle al seguito.

  2. mike, 26.04.2019, 09:13

    Da noi, Ticino e Verbano, lo scirocco è un evento abbastanza raro, mentre il "Re" dei venti, a parte Eolo, resta il Foehn. La differenza è sostanziale e personalmente il favonio è quello che, bel tempo a parte, mi disturba maggiormente a livello psico-fisico. Buona giornata a tutti e ancora complimenti al Team di Meteosvizzera per la chiarezza e la competenza nel trattare argomenti, a volte per nulla semplici.

  3. MariaGrazia, 26.04.2019, 06:26

    Vi seguo da Milano e sono affascinata dai vostri commenti. La meteorologia è una scienza difficile e voi riuscite a renderla interessante nella sua complessità. Complimenti

  4. Michele, 25.04.2019, 07:42

    Si anche qui in Ossola ieri i quantitativi di pioggia caduta sono stati notevoli, tanto che il fiume Toce nel giro di poche ore ha assunto l'aspetto alluvionale. Quello che mi ha colpito è stata la forza del vento che ha accompagnato le precipitazioni, tanto che ben pochi versanti delle abitazioni esposti a Sud sono rimasti asciutti. Da voi esperti di meteosuisse l'evento di ieri com'è catalogato? Grazie

    1. MeteoSvizzera, 25.04.2019, 08:20

      In serata anche sul Ticino è entrato tempestoso il vento da sud, scirocco, che ha segnato le temperature più alte della giornata, localmente abbiamo registrato delle raffiche oltre gli 80 km/h , ma generalmente i venti sono restati moderati. Le precipitazioni hanno sfiorato localmente il limite di allerta per il grado 2.