Ambito dei contenuti

Nuvolosità un po' confusa

6 aprile 2019, 7 Commenti
Temi: Tempo

Fra molte nuvole, sporadici rovesci e timide occhiate di sole, ma senza un vero fronte, diamo un'occhiata dall'alto.

Nell'immagine qui sopra, si vede la nuvolosità disordinata che tocca la Svizzera e lascia lo spazio a qualche schiarita anche al sud.

Il fronte c'è, ma non è sopra di noi. Quello principale taglia trasversalmente la Francia e si spinge in giù fino a lambire la Sardegna. La nuvolosità è rappresentata nell'immagine seguente dalle zone grigio chiaro, mentre le macchie colorate, secondo la scala  "Radar" sulla destra, rappresentano le precipitazioni. Questo è mostrato bene nell'immagine combinata radar/satellite delle 14:45, ora locale.

È interessante notare la maculazione sulla Spagna, che ci fa capire il significato di "precipitazioni sparse" o di "tempo variabile". Un po' difficile rincorrere ogni piovasco e prevedere se in un villaggio piove o smette a una data ora e a che ora invece il sole farà capolino venti chilometri più in là.

 

Commenti (7)

  1. paolo, 7.04.2019, 15:26

    @Chiara
    Capisco, dunque anche quando l'attendibilità è dall'80 al 100%, perché è ciò che facevo riferimento, e non raramente, farò tesoro della tua osservazione.

    1. Chiara, 8.04.2019, 01:57

      Caro Paolo, la meteo è frutto di infinite variabili, dico infinite nel senso esatto di infinite, su cui non si ha controllo. Le previsioni danno indicazioni, ma basta una variabile che cambia e cambia tutto. Per avere una idea di quanto sia difficile, prova a fare una misurazione scientifica su te stesso di una cosa molto più banale, l'ora in cui senti fame. Vedrai che non ci indovinerai mai e prevedere l'orario esatto in cui puoi sentire fame è molto più facile del meteo. Alcuni eventi meteo sono semplici, altri sono quasi impossibili. La natura ci deve sorprendere, non essere prevista nei minimi dettagli, tranne nei casi più estremi dove bisogna allertare per rischi gravi. ;-)

  2. Andrea 1, 7.04.2019, 12:19

    Dicono i teutonici: April, April der macht was er will. Aprile fa quello che vuole, tradotto per il sud delle alpi corrisponde a: marzo pazzerello. Ci stiamo semplicemente allineando alla "proverbiale normalità", fatta di cicli diurni, passaggi di perturbazioni più o meno attive, tutto nel segno tipicamente stagionale. Uno dei periodi dell'anno più difficili per fare previsioni azzeccate. Da questo punto di vista gli ultimi mesi di bello stabile vi ha facilitato, non di poco, il lavoro. Come al solito non si tratta di far critiche, bensì di ricordarsi che far previsioni per il Ticino é tutto fuorché semplice e l'avete spiegato bene in un precedente articolo. Un chiaro esempio l'abbiamo avuto anche in occasione delle ultime precipitazioni, quello che al sud é stato accolto come pioggia benefica, al nord é stato vissuto come un'incubo valangario ma a rimanere impresso sono le "forti nevicate ad Ascona". La superficialità interpretativa é dura da combattere.
    Non desistete.

    1. Meteofantastic, 7.04.2019, 20:36

      L’allarme forti nevicate ad ascona è stato dato da meteosvizzera . Senza leggere tutte le info dell’allarme qualcuno , come un conduttore della RSI ha parlato di ... mettere i monboot’... si potrebbe migliore la notifica iniziale degli allarmi indicando nel caso delle nevicate l’altitudine o mostrando il simbolo della montagna. Cosa ne pensate ?

  3. domenica, 6.04.2019, 20:05

    Siete sempre i MIGLIORI, io seguo le vostre previsioni dal Trentino e devo proprio farvi i complimenti, non sbagliate mai un colpo! Molto interessanti anche i vostri blog!

    1. paolo, 7.04.2019, 08:19

      Io invece spesse volte mi sono trattenuto dal fare critiche per previsioni errate anche a brevissimo termine; zona lago maggiore in Italia.

    2. Chiara, 7.04.2019, 11:13

      Si chiamano previsioni. Per le certezze assolute sul tempo cercasi tuttologi possibilmente alieni :-)