Come comportarsi in un temporale

Come comportarsi prima dell’arrivo di un temporale

Poiché i temporali si sviluppano spesso in modo spontaneo ed estremamente improvviso e rapido, non è possibile prevedere l’esatta posizione e intensità con più ore di anticipo. Di conseguenza, il tempo a disposizione per i preparativi può risultare molto breve. In presenza di situazioni temporalesche è pertanto opportuno essere pronti a fronteggiare forti precipitazioni  (pioggia o grandine), raffiche di vento e fulmini. 

Per ulteriori informazioni sui possibili pericoli in caso di temporali:

Raccomandazioni di comportamento prima dell’arrivo di un temporale:

  • Osservare l’evoluzionedel tempo, raccogliere informazioni in merito al sua sviluppo.
  • Prestare attenzione ai messaggi di allerta “Push” suell’app di MeteoSvizzera
  • Nel caso di attività all’esterno prevedere possibili luoghi dove ripararsi.
  • Fissare vasi con piante,  ombrelloni, tende da sole, mobili da giardino, ecc. e, se possibile, collocari in un luogo riparato (per evitare danni provocati da grandine e vento)
  • Se possibile, parcheggiare le automobili in un garage (per evitare i danni provocati dalla grandine)
  • Coprire le piante delicate con una protezione antigrandine
  • Scollegare dalla rete di alimentazione gli apparecchi elettrici (ad es. TV e computer)

Come comportarsi durante un temporale

Nel caso di temporali in rapido spostamento, sono da attendersi in particolare forti raffiche di vento ed eventaulmente grandine. Di regole, le raffiche precedono la fase più ricca di scariche e le precipitazioni. Per stimare la distanza da un temporale, avvalersi del lasso di tempo tra l’avvistamento del fulmine e il tuono. Minore è l’intervallo tra lampo e tuono, più vicino è il temporale.

Regola generale: dividendo per tre il numero di secondi che intercorre tra lampo e tuono, si otterrà la distanza dal temporale in km.

Raccomandazioni di comportamento immediatamente prima o durante un temporale:

  • Osservare l’evoluzione locale del tempo, raccogliere informazioni in merito alla sua evoluzione e adattare il comportamento alla situazione.
  •  Prestare attenzione ai messaggi di allerta “Push” dell’app di MeteoSvizzera
  • Evitare di sostare sulle creste delle montagne, sotto alberi isolati o sotto gruppi di alberi, stare lontani anche da pali o torri
  • Cercare riparo in un edificio o in un’automobile (gabbia di Faraday)
  • In assenza di possibilità di riparo, assumere una posizione accovacciata
  • Evitare escursioni in montagna o altre attività all’aperto
  • Stare lontani da oggetti metallici o dal superfici d’acqua
  • Se state facendo il bagno, uscite immediatamente dall’acqua
  • Evitare o percorrer più lentamente i tratti di strada allagati
  •  Non sostare nel letto di ruscelli o torrenti come pure in prossimità di pendii molto ripidi
  •  Seguire in ogni caso le raccomandazioni diramate dalle autorità!

Come comportarsi dopo un temporale

Passato il temporale, non esiste più alcun pericolo. Allo scopo di evitare ulteriori danni, adottare subito misure adeguate, come sgombero e pulizia.

Attenersi inoltre ai seguenti punti:

  • se vi sono feriti, soccorrerli e allarmare i soccorsi
  • abbandonare gli edifici danneggiati
  • chiamare i vigili del fuoco o sbarrare zone pericolose
  • non toccare i cavi caduti
  • prestare attenzione ai rami che rischiano di cadere
  • prestare attenzione ai corsi d’acqua in piena
  • Per evitare danni futuri si raccomanda di:
  • verificare se la casa o l’appartamento abbia subito dei danni
  • segnalare eventuali danni agli immobili all’assicurazione
  • informarsi su altre misure di prevenzione al sito internet di PLANAT