Sistemi di allerta e previsione

I sistemi di previsione calcolano il futuro stato dell’atmosfera sulla base dei valori misurati e delle osservazioni. MeteoSvizzera utilizza questi modelli meteorologici per elaborare le previsioni del tempo ed emettere le allerte in caso di pericolo.

Dietro a ogni previsione e allerta meteorologica vi è una complessa serie di processi. Innumerevoli dati provenienti dalle misurazioni e dalle osservazioni sono elaborati e confluiscono nei modelli numerici utilizzati.

La meteo è anche matematica

Il tempo è il risultato di complessi processi fisici dell’atmosfera che possono essere approssimativamente descritti tramite equazioni matematiche. Per prevedere il tempo futuro, occorre risolvere queste equazioni. I modelli numerici lavorano immaginandosi di stendere attorno al globo o su una particolare regione di esso una griglia tridimensionale a più livelli. Per ogni nodo della griglia un sistema di formule calcola l’evoluzione di diverse grandezze meteorologiche quali la temperatura, la pressione e l’umidità dell’aria o i venti Le condizioni iniziali sono costituite dai dati reali misurati in quel nodo della griglia (se disponibili) o vicino ad esso. Da essi il supercalcolatore calcola come si evolverà lo stato dell’atmosfera nei giorni seguenti.

Dal modello alla previsione

I meteorologi analizzano i risultati dei diversi modelli di previsione numerica: conoscono i punti di forza e i punti deboli di ogni modello e sono quindi in grado di valutarli correttamente. Per interpretare i modelli le previsioni sono confrontate con i dati attuali trasmessi dalle stazioni di misura. I meteorologi visionano inoltre le immagini dei satelliti, dei radar meteorologici e delle webcam di tutta la Svizzera. In tal modo si fanno un quadro esatto della situazione meteorologica in atto. Sulla base di tutte queste informazioni e grazie alla loro esperienza formulano infine una previsione.

Allerte

I sistemi di previsione servono anche a riconoscere tempestivamente i pericoli e contribuire così a proteggere la popolazione dai pericoli naturali. In caso di eventi meteorologici estremi come piogge abbondanti, forti nevicate o tempeste MeteoSvizzera emette delle allerte. In questo contesto collabora strettamente con altre istituzioni quali l’Ufficio federale dell’ambiente, l’Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe o la Centrale nazionale d’allarme. I modelli consentono inoltre di prevedere la diffusione di sostanze trasportate nell’aria, quali le ceneri vulcaniche o le particelle radioattive, e di emettere le allerte necessarie.

Cartina allerte di MeteoSvizzera

Portale sui pericoli naturali della Confederazione Svizzera

Ulteriori informazioni