GCOS

L’osservazione del clima, la sua variabilità e i suoi cambiamenti hanno assunto una grande importanza. Il Global Climate Observing System (GCOS), istituito nel 1992, rileva sistematicamente i dati e le informazioni rilevanti sul clima e li mette a disposizione degli utenti.

Satellitenbild der Erde mit Fokus auf Europa und Nordafrika
Immagine della Terra ripresa dal satellite © EUMETSAT, Archive FU Berlin

L’osservazione del clima, in particolare per quanto concerne la sua variabilità e i suoi possibili cambiamenti, ha assunto una grande importanza in particolare con la Conferenza ONU di Rio de Janeiro nel 1992. Il sistema globale di monitoraggio del clima (Global Climate Observing System, GCOS) è frutto di un’iniziativa comune dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), della Commissione oceanografica intergovernativa (IOC) dell’UNESCO, del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e del Consiglio internazionale per le scienze (ICSU).
Il sistema globale di monitoraggio del clima dovrebbe assicurare un’archiviazione sistematica dei dati e delle informazioni rilevanti sul clima e la loro messa a disposizione dei potenziali utenti.

GCOS tiene conto in particolare delle esigenze della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC). Le osservazioni si riferiscono a tutti gli aspetti del sistema climatico: i sistemi fisici, chimici e biologici dell’atmosfera, degli oceani e delle superfici terrestri. In questo contesto il sistema globale si basa sui programmi di monitoraggio esistenti e rappresenta così tutti i programmi di osservazione mondiali contemplati dalla convenzione sui cambiamenti climatici. I risultati delle elaborazioni delle serie climatologiche sono tra l’altro considerati anche nelle ricerche degli esperti internazionali sul clima (IPCC).

In Svizzera il coordinamento del monitoraggio del clima è assicurato dallo Swiss GCOS Office ubicato presso l’Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera a Zurigo.

Ulteriori informazioni

Link