Primati ed estremi

I primati degli elementi meteorologici rendono evidenti l’ampiezza delle oscillazioni delle grandezze meteorologiche in un determinato clima. Sono elencati gli estremi della temperatura, delle precipitazioni e del vento rilevati alle stazioni della rete di MeteoSvizzera. In seguito è illustrata la distribuzione spaziale delle precipitazioni in Svizzera.

Temperatura

Temperatura (a 2 m di altezza)

Luogo più caldo:

   

Locarno-Monti, (TI) 367 m slm

12.4 °C

media annua 1981-2010 (1)

Lugano (TI), 273 m slm

12.4 °C

media annua 1981-2010 (1)

Luogo più freddo:

   

Jungfraujoch, 3580 m slm

-7.2 °C

media annua 1981-2010 (1)

Temperatura più alta:

   

Grono (GR), 382 m slm **

41.5 °C

11.08.2003

Temperatura più bassa:

   

La Brévine (NE), 1048 m slm

-41.8 °C*

12.01.1987

* La serie delle misurazioni della temperatura di La Brévine è stata omogeneizzata nel 2011. Applicando i nuovi criteri di valutazione, il minimo del 12 gennaio 1987 di -41.8 °C dovrebbe essere corretto a -42.5 °C. La differenza è imputabile al passaggio dal sistema di misurazione manuale con gli strumenti alloggiati nella capannina di legno (che tendenzialmente porta a temperature leggermente più calde della realtà) a quello automatico. Il cambiamento ha avuto luogo nell'ottobre 1997.

** Fino al 2012, la stazione di Grono era ubicata in posizione collinare, ora si trova sul fondovalle, vale a dire a una quota inferiore. Allora la stazione si trovava in una radura su un versante roccioso esposto a sud. Considerando le odierne condizioni di misura l’11 agosto 2003 si sarebbe registrato un valore massimo di 40.5 °C.

 

Pioggia e neve

Luogo più secco:

   

Stalden-Ackersand (VS), 700 m slm

545 mm

media annuale (1)

Luogo più bagnato:

   

Säntis, 2502 m slm

2837 mm

media annuale (1)

Estremi di
precipitazione:

     

in 10 minuti:

Lausanne
601 m slm 

41.0 mm

11.06.2018

in 1 ora:

Locarno-Monti (TI),
366 m slm

91.2 mm

28.08.1997

in 1 giorno:

Camedo (TI),
550 m slm

455 mm

26.08.1935

in 2 giorni:

Mosogno (TI)
760 m slm

612 mm

23.-24.09.1924

in 3 giorni:

Mosogno (TI),
760 m slm

768 mm

3.-5.09.1948

in 1 mese:

Camedo (TI),
550 m slm

1239 mm

aprile 1986 (1)

in 1 anno:

Säntis
2502 m slm

4173 mm

1922 (1)

Strato di neve
più alto:
 

     
 

Säntis,
2502 m slm

816 cm

aprile 1999

Estremi di neve
fresca:

     

in 1 giorno:

Passo del Bernina,
2307 m slm

130 cm

15.04.1999

in 1 giorno:  Grimsel Hospiz,
1'980 m slm 
  130 cm  30.03.2018 

in 2 giorni:

Passo del Bernina,
2307 m slm

215 cm

15/16.04.1999

in 3 giorni:

Weissfluhjoch,
2690 m slm

229 cm

13-15.02.1990

       

Periodo siccitoso
più lungo:

     
 

Lugano,
273 m slm

77 giorni

a partire dal 06.12.1988

Precipitazioni intense

La media dei quantitativi più alti di precipitazioni di una determinata durata in anno fornisce un’indicazione della distribuzione spaziale delle precipitazioni intense. La figura 1 mostra la distribuzione delle precipitazioni su 1 giorno per il periodo 1961-2014. I quantitativi sono indicati in millimetri.

Le statistiche si basano serie di dati omogeneizzati, dati cioè dai quali sono stati eliminati tutti gli influssi non meteorologici.

Le precipitazioni più intense si verificano normalmente in Ticino, principalmente a causa delle situazioni di sbarramento che producono grandi quantitativi di pioggia. Modesti sono per contro i quantitativi massimi misurati nelle valli interne delle Alpi, in particolare nella valle del Rodano. Sull’Altopiano sono generalmente i temporali a portare le precipitazioni più intense, non stupisce quindi che le precipitazioni più importanti abbiano luogo d’estate.

Vento

Punte massime del vento (raffiche):

in montagna:

   

Gran San Bernardo, 2472 m slm

268 km/h

27.02.1990 (tempesta Vivian)

in pianura:

   

Glarona, 517 m slm

190 km/h

15.07.1985 (temporale)