Dati meteorologici e climatici: revisione dell’ordinanza

365 giorni all’anno, 24 ore al giorno, MeteoSvizzera effettua misurazioni raccogliendo dati sul tempo atmosferico e sul clima. Gli emolumenti per questi dati sono fissati nell’Ordinanza sulla meteorologia e climatologia (OMet), che è attualmente in fase di revisione.

Un’ordinanza sorpassata

L’OMet riporta in dettaglio il mandato legale e i compiti di MeteoSvizzera. Essa costituisce inoltre il fondamento legale per la regolamentazione degli emolumenti. Le attuali disposizioni, entrate in vigore nel 2007, non sono mai state modificate e non sono più al passo coi tempi. Con l’aggiornamento dell’OMet si vuole tenere conto in modo adeguato dei cambiamenti sociali, delle nuove conoscenze scientifiche e delle più recenti tendenze internazionali. Viene inoltre definita una nuova regolamentazione sugli emolumenti per l’accesso ai dati meteorologici e climatici di MeteoSvizzera.

Procedura di consultazione

Nel 2018 gli adeguamenti proposti saranno sottoposti alla regolare procedura di consultazione, che si concluderà nell’autunno 2018. L’entrata in vigore della nuova ordinanza è prevista per il 1° gennaio 2019. A seguito della procedura di consultazione, il testo proposto per la nuova ordinanza potrà ancora subire delle modifiche.

I cambiamenti più importanti

Emolumenti più bassi e calcolo più semplice: il calcolo degli emolumenti sui dati è nettamente semplificato a beneficio di una maggiore trasparenza. Si applicano nuove tariffe, inferiori rispetto alle attuali,  si diminuisce il supplemento per l’utilizzazione a fini commerciali e si introduce l’esenzione generalizzata dal pagamento degli emolumenti per i dati per le scuole e i Cantoni.

Descrizione dell’offerta di base: in virtù del suo mandato legale MeteoSvizzera fornisce prestazioni pubbliche, la cosiddetta offerta di base. Finora essa era descritta nel mandato di prestazione e nel preventivo, mentre in futuro sarà precisata direttamente nell’ordinanza, a un livello giuridico superiore rispetto a oggi. L’offerta di base comprende ad esempio il rilevamento di dati attraverso diversi sistemi di misura o l’elaborazione di informazioni meteorologiche e climatologiche, nonché l’emissione di allerte per la popolazione, le autorità e i gestori di infrastrutture d’importanza nazionale. Per quanto riguarda l’ampiezza dello spettro di prestazioni, l’offerta di base resterà invariata rispetto ad oggi.

Sostegno finanziario all’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM): la Svizzera è membro dell’OMM. Grazie a ciò, la Confederazione ha accesso a dati meteorologici e climatologici di elevata qualità, il cui rilevamento è coordinato a livello internazionale dall’OMM. Con la modifica dell’OMet si regolano e assegnano a MeteoSvizzera nuovi compiti, che andranno ad affiancarsi alle prestazioni obbligatorie per l’OMM. Nell’ordinanza sono pertanto disciplinate le condizioni quadro per sostenere finanziariamente tramite i contributi della Svizzera due programmi di importanza cruciale per il monitoraggio del clima e dell’atmosfera.