Ritorna la foschia

13 marzo 2017

Dopo diversi giorni di assenza riecco che la foschia si è nuovamente insediata sul centro e sud del Ticino spingendosi localmente fino alle vallate superiori. Non ci mancava.

Vista dalla webcam della capanna Scaletta la foschia si è spinta oggi fin sopra Campo Blenio, restando sotto circa 1900 metri di quota, al di sopra si godeva di una splendida vista in aria limpida.

 

Visione ingrandita: Fig.1: Misura delle raffiche di vento, Piano di Magadino e Locarno Monti, rete SwissMetNet
Fig.1: Misura delle raffiche di vento, Piano di Magadino e Locarno Monti, rete SwissMetNet

La foschia si è insediata su centro e sud del Ticino grazie alla breve, ma intensa, avvezione dalla Pianura Padana di domenica sera. I venti da sud-ovest sul piano di Magadino hanno raggiunto i 50 km/h.

 

Visione ingrandita: Fig.2: Vista da Cruit 2085 m.s.m   verso Nord-Est, dal nostro collaboratore scientifico Clementi Lorenzo in gita.
Fig.2: Vista da Cruit 2085 m.s.m verso Nord-Est, dal nostro collaboratore scientifico Clementi Lorenzo in gita.

Questa mattina la foschia, vista da Cruit 2085 m.s.m sulla cresta che porta al Gridone, si trovava ben oltre Cimetta 1671 m.s.m. ,  superando anche la Cima della Trosa 1898 m.s.m, mentre il Madone 2039 m.s.m. restava ancora al di sopra.

 

Visione ingrandita: Fig.4. Il totalizzatore storico del Gridone, presso Cruit, dal nostro collaboratore scientifico Clementi Lorenzo in gita.
Fig.4. Il totalizzatore storico del Gridone, presso Cruit, dal nostro collaboratore scientifico Clementi Lorenzo in gita.

A Cruit, sulla cresta che sale verso il Gridone, si trova ancora uno storico totalizzatore di MeteoSvizzera, che veniva utilizzato per rilevare i quantitativi di precipitazione sull’arco di un anno. Quest’anno la neve non è decisamente molto presente sulla cresta che solitamente riceve accumuli ben superiori.

La foschia resterà presente su centro e sud del Ticino, la neve invece comincerà a diminuire, visto le miti temperature previste, con un isoterma di zero gradi che raggiungerà i 3000 metri nei prossimi giorni.

L’indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Bensì utilizzato se necessario per contattarvi direttamente (non per scopi pubblicitari). Formulario di contatto

Commenti (0)