E oggi cosa scrivo ?

12 febbraio 2017, 8 Commenti

365 giorni all’anno un blog, lasciamoci ispirare.

La redazione di questo blog quotidiano è responsabilità degli assistenti in sala previsioni, siamo in quattro a dividerci questo compito svolto nei normali turni di servizio meteo giornalieri.  L’ispirazione nel pubblicare ogni giorno un blog, senza cadere nel solito tema regolare, come potrebbe essere la descrizione sinottica in corso, talvolta manca e ti dici: ma oggi cosa posso pubblicare?

La prima reazione è di guardare se nel cassetto “da pubblicare”  troviamo un blog pronto, spesso dedicato al clima e preparato dai colleghi climatologi o, più raramente, redatto da colleghi attivi su altri fronti. Possiamo anche trovare ispirazione dai colleghi d’oltralpe, sempre che il contenuto sia opportuno anche per il sud delle Alpi. Oppure trovare un tema e sviluppare un blog d’attualità.

 

E oggi cosa scrivo?

Visione ingrandita:

Non avendo blog già pronti oggi potremmo quindi parlare della neve caduta negli ultimi giorni ma sarebbe ripetitivo. Potremmo affrontare il tema dell’umidità presente questo fine settimana ma scoccerebbe a tutti quelli che cercavano il sole. Facciamo quindi un giro su Google per trovare ispirazione dalle parole weather  e climate: a New York dopo la tempesta di neve ora piove, in Australia si stanno registrando record di caldo, nei prossimi giorni nevicherà in Inghilterra, nel Texas stanno cadendo tutti i record per un inverno caldo, l’umanità sta causando cambiamenti climatici 170 volte più in fretta che le forze naturali, i cambiamenti climatici sono costati 400 miliardi di Euro all’Europa dal 1980,... Cosa approfondire?

 

E oggi cosa scrivo?

Visione ingrandita:

Potremmo scrivere che solo tre anni fa misuravamo fino a 5 volte più neve di oggi, con tanto di dati:  Bosco Gurin 12 febbraio 2014 2.37 metri, oggi 50cm, San Bernadino 2.35 metri, oggi 62cm, aggiungendo della documentazione fotografica come, sopra, la strada verso Camanoglio, in Val Rovana nel febbraio 2014.  Ma sarebbe come girare il coltello nella piaga a chi di neve ne vorrebbe di più, lasciamo perdere.

 

E oggi cosa scrivo?

Visione ingrandita:

Potremmo andare sul tecnico e parlare del nuovo satellite GOES-R , GOES-16 di NOAA National Oceanic and Atmospheric Administration, che nel gennaio scorso ha cominciato a fornire le prime immagini ad alta risoluzione.  Siamo trepidanti per la sua messa in esercizio operativa.  Ma lasciamo questo tema a contributi scientifici più approfonditi.

 

E anche oggi il blog c’è !

Visione ingrandita:

Un po’ come dal barbiere, tutto ciò che ruota attorno al meteo è sempre fonte d’ispirazione per quelle discussioni che non sanno bene dove andare a parare. Ammettetelo quante volte in mancanza di temi di discussione avete alzato leggermente lo sguardo al cielo azzardando un: che tempo, speriamo sia meglio il prossimo fine settimana.

E in modalità barbiere, non so cosa scrivere ma scrivo lo stesso, anche oggi il blog è pronto.

Non ci resta che pubblicarlo e aspettare i vostri commenti, da inviare tramite il sito principale, che non mancheremo di leggere ed eventualmente dar risposta.

 

Fonte immagini dall’alto: Pixabay, 2 x Archivio privato, GOES NOAA, Pixabay.

L’indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Bensì utilizzato se necessario per contattarvi direttamente (non per scopi pubblicitari). Formulario di contatto

Commenti (8)

  1. Alen, 15.02.2017, 13:58

    Già X il meteo eravate e siete un punto di riferimento... ma il vostro blog è davvero simpatico... leggo prima questo delle previsioni! Complimenti.

    Risposte

    Rispondere a Alen

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  2. Carlo, 15.02.2017, 11:09

    Con persone intelligenti anche due chiacchiere sono interessanti. Perfino dal barbiere!
    (Liberamente adattato da Dostoevskij)
    Carlo

    Risposte

    Rispondere a Carlo

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  3. Alberto, 13.02.2017, 17:04

    Beh, a giudicare dal numero di commenti, avete riscosso successo! Se volete uno spunto, ci spiegate cos'è l'interesse di indicare la temperatura a 2'000 metri -in inverno- e perché questo dato viene sostituito in estate con l'isoterma?! Vi chiedo pf di avvertirmi quando scriverete la risposta! Grazie per il vostro prezioso lavoro!

    Risposte

    Rispondere a Alberto

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

    1. MeteoSvizzera, 16.02.2017, 08:29

      Buongiorno, in sè dovremmo indicare l'isoterma tutto l'anno, ma visto che durante il periodo invernale la troviamo a media o basse quote si è deciso di indicare la temperatura a 2000 metri per lasciare un riferimento all'alta quota. Forse opinabile ma radicato nel tempo,... Cordialmente, Team Meteo Locarno

  4. mino62, 13.02.2017, 07:42

    L'impegno di riempire di contenuti meteo validi un blog quotidiano è comunque un arduo lavoro, il rischio è di trattare temi ripetitivi o troppo tecnici o troppo superficiali.
    Complimenti a voi della redazione , il vostro articolo giornaliero viene letto volentieri, c'è sempre da imparare o leggere notizie interessanti.

    Risposte

    Rispondere a mino62

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  5. Giovanni, 12.02.2017, 22:48

    A me piacerebbe che parlaste qualche volta delle avvisaglie di cambiamento del tempo in montagna - ma sono di parte in quanto alpinista e non posso pretendere oltre il classico bollettino...
    Cordalmente

    Risposte

    Rispondere a Giovanni

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  6. Fabio Genazzi, 12.02.2017, 21:12

    Geniale, complimenti!

    Risposte

    Rispondere a Fabio Genazzi

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione

  7. Alan, 12.02.2017, 18:39

    Com'è affascinante la meteorologia.
    Nei momenti di fiacca altopressoria si cerca, si cerca...... Argomenti ci sono, ci aspettano giorni che farebbero rabbrividire qualunque mese di febbraio, temperature anomale.... Ma questa è la meteo si cerca nei modelli uno sblocco, ma intanto si parla del tempo.
    Con il naso all'insù.....

    Risposte

    Rispondere a Alan

    * Campi obbligatori

    Grazie per il contributo. Ciascun contributo viene controllato dalla redazione prima di essere attivato. La procedura può richiedere del tempo.

    Grazie per la comprensione

    Purtroppo il contributo fornitoci non ha potuto essere trasmesso. Si prega di riprovare più tardi.

    Grazie per la comprensione