EUMETNET resta un’importante piattaforma di cooperazione per MeteoSvizzera

5 marzo 2018, 1 Commento

Nella sua seduta dello scorso 2 marzo il Consiglio federale ha approvato per altri dieci anni l’Accordo alla base del Gruppo d’interesse economico EUMETNET. MeteoSvizzera continuerà quindi a far parte di questo Gruppo d’interesse anche in futuro. EUMETNET è una rete composta da 31 servizi meteorologici nazionali europei e un’importante piattaforma di cooperazione nell’ambito dell’osservazione e delle previsioni meteorologiche.

Foto di gruppo dei partecipanti alla 18a EUMETNET Assembly 2017 a Lucerna con il direttore di Me-teoSvizzera Peter Binder e altri rappresentanti di MeteoSvizzera
Foto di gruppo dei partecipanti alla 18a EUMETNET Assembly 2017 a Lucerna con il direttore di Me-teoSvizzera Peter Binder e altri rappresentanti di MeteoSvizzera

Innovazioni grazie a MeteoSvizzera

MeteoSvizzera è convinta che la cooperazione transfrontaliera in seno all’European Meteorological Network (EUMETNET) sia esemplare. Perciò ci impegniamo all’interno di questa rete e diamo un importante contributo al suo sviluppo. Con il suo direttore Peter Binder quale attuale vice-presidente, MeteoSvizzera assume un ruolo attivo nella gestione di EUMETNET. Anche nell’ambito dei programmi, MeteoSvizzera è intraprendente e innovativa: ad esempio dirigendo un programma in cui si applicano e migliorano diversi metodi di telerilevamento per determinare i profili verticali del vento, degli aerosol e delle nuvole. Su iniziativa di MeteoSvizzera nel 2018 prenderà inoltre avvio un programma innovativo per il rilevamento e la previsione automatici delle concentrazioni dei pollini. Promuovendo questo programma MeteoSvizzera mira a dare un contributo determinante alla diffusione e all’armonizzazione di questo nuovo approccio nella misura delle concentrazioni dei pollini.

Una cooperazione più semplice tra i servizi meteorologici

L’aggiornamento e il rinnovo dell’Accordo EUMETNET consente condizioni quadro più flessibili per la cooperazione tra i servizi meteorologici. Anche la realizzazione di progetti con terzi, ad es. con istituzioni che non sono membri diretti della rete, è agevolata. Grazie a questi adeguamenti EUMETNET sarà in grado di affrontare le sfide di un futuro in cui i progressi scientifici e tecnologici saranno sempre più rapidi anche nell’ambito della meteorologia e nella climatologia.

EUMETNET ottimizza la rete di osservazione

EUMETNET è stato istituito nel 1996 e nel frattempo conta 31 servizi meteorologici nazionali europei, tra cui anche MeteoSvizzera. Il compito principale di EUMETNET consiste nell’ottimizzare la rete di osservazione meteorologica per le attività di monitoraggio e previsione dei suoi membri. Nell’ambito di EUMETNET tale ottimizzazione avviene in un’ottica globale e internazionale, anziché nazionale – per una previsione di tre o cinque giorni l’osservazione delle condizioni meteorologiche nell’Atlantico occidentale è ad esempio molto più decisiva di quella entro i propri confini nazionali. A tale scopo i membri di EUMETNET si impegnano finanziariamente in modo congiunto e sfruttano le sinergie, collaborando attualmente in circa 20 programmi. Tra questi vi è un programma per l’esecuzione di radiosondaggi sopra l’Atlantico settentrionale, un’attività per l’integrazione e l’elaborazione dei dati dei radar meteorologici nazionali, la creazione di una piattaforma congiunta per le allerte meteorologiche in tutta Europa o il rilevamento di dati meteorologici di elevata qualità da parte degli aerei commerciali.

Commenti (1)

  1. Giuliano, 16.03.2018, 13:46

    Tutte le volte che apro la vostra app e "sbircio" nei vostri blog resto sorpreso e stupito benevolmente per quanta professionalità, passione e voglia di fare "sempre meglio e di più" vi caratterizza. Siete il mio primo punto di riferimento meteo. Grazie anche a chi, come me, vi legge, vi apprezza, vi esorta e riconosce il vostro lavoro. Un grazie di cuore a tutto lo staff ed ai vostri collaboratori. Per voi i miei migliori saluti e auguri. Giuliano